Entra in contatto con noi

Immediapress

Lotta all’antimicrobico resistenza: servono nuovi farmaci e investimenti in microbiologia e nella prevenzione delle infezioni

Pubblicato

il

GISA insieme ad altre 4 società scientifiche ha pubblicato le linee guida italiane per la diagnosi e la terapia delle infezioni a germi multiresistenti che verranno inserite nel Sistema nazionale linee guida dell’Istituto superiore di sanità. 

Pisa, 11/07/2022 – Il lavoro in rete, la condivisione con il territorio e il ruolo della formazione sono i cardini dell’organizzazione di Regione Toscana per affrontare il fenomeno dell’antimicrobico resistenza. Questa regione si è data una organizzazione attraverso un team multidisciplinare di professionisti che è stato deliberato in ogni azienda e che lavora insieme per portare avanti gli obiettivi di prevenzione e controllo delle infezioni correlate all’assistenza. Presso l’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana si sta lavorando da tempo sul tema delle infezioni e come si sta organizzando l’ha spiegato Grazia Luchini, Direttore Sanitario che ha aperto il tavolo di lavoro, con focus Toscana, “NUOVI MODELLI DI GOVERNANCE OSPEDALIERA PER GLI ANTIBIOTICI INNOVATIVI. “DA UN ACCESSO RAZIONATO A UN ACCESSO RAZIONALE E APPROPRIATO” organizzato da Motore Sanità con il contributo non condizionante di MENARINI. 

“L’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana – ha spiegato il Direttore Sanitario Grazia Luchini – sta ricostituendo il team, che si sta arricchendo di nuovi professionisti, e sta definendo un documento complessivo che è in condivisione con l’Ars Toscana per creare una condivisione di obiettivi e di indicatori che ci permettono di mappare e monitorare l’ansamento epidemiologico della multiresistenza e di portare relazioni sinergiche che possano avere effetti importanti sui pazienti. Abbiamo lavorato sulla formazione ma c’è una continua necessità di formazione e abbiamo lavorato sulla stewardship per la gestione delle infezioni correlate all’assistenza. Ora l’obiettivo è lavorare in un’ottica di maggiore regia sia all’interno dell’azienda che con l’area vasta in modo da portare avanti delle azioni che possano essere efficaci contro questo fenomeno”. 

Sulle nuove opzioni terapeutiche in antimicrobico resistenza sono intervenuti i massimi esperti quali Francesco Menichetti, Presidente GISA – Gruppo italiano per la stewardship antimicrobica e Marco Falcone, Professore di Malattie Infettive dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana. 

“L’infection control va migliorato e ce lo ricordano i dati di Ars Toscana e la quotidiana esperienza – ha spiegato il professor Francesco Menichetti -. Si deve fare di più e meglio, perché se vogliamo una gestione corretta degli antibiotici e anche un maggiore contenimento dell’uso degli antibiotici dobbiamo avere meno infezioni. Se saremo in grado di avere meno infezioni, meno infezioni a germi multiresistenti avremo meno necessità di ricorrere a terapie antibiotiche e anche a quelle innovative. 

Abbiamo margine di miglioramento, certamente, perché le professionalità in azienda ci sono, sono consolidate e nuove”. 

Poi ha aggiunto: “Pisa è uno degli ospedali che ha un programma di stewardship consolidato e che rappresenta una buona base per sviluppare le direttrici di infection control che sono fondamentali. Ci sono una rete di sorveglianza microbiologica e un sistema di alert molto solidi, dobbiamo cercare di armonizzare questi sforzi, cercare di chiudere la catena con gli anelli mancanti, rafforzare quelli più deboli con un atteggiamento armonico e facendo di Pisa quell’ospedale di terzo livello universitario di qualità e così ricco di professionalità a tutti i livelli che deve ribadire il suo primato”. 

Per quanto riguarda l’accesso ai nuovi farmaci antibiotici Francesco Menichetti ha poi spiegato: “GISA, che insieme ad altre 4 società scientifiche (Sita, Simit, Amcli, Sim) ha pubblicato le linee guida italiane per la diagnosi e la terapia delle infezioni a germi multiresistenti che verranno inserite nel Sistema nazionale linee guida dell’Istituto superiore di sanità), si è molto battuto per sollecitare il Comitato tecnico di Aifa perché rivedesse la scheda dei nuovi farmaci antibiotici. Abbiamo fortemente richiesto di prevedere una finestra di tolleranza iniziale 48-72 ore che dia la possibilità al clinico, anche non specialista, anche in ambito empirico, di poter ricorrere a questi nuovi farmaci sulla base di una validazione clinico-epidemiologica. Non abbiamo ottenuto grande udienza ma non abbandoniamo il tema, lo stesso che potrebbe essere posto anche a livello aziendale”. 

“Si sta facendo molto contro l’antimicrobico resistenza ma è necessario fare altri passi, è fondamentale sorvegliare, lavorare insieme pubblico e privato” ha spiegato Marco Falcone, Professore di Malattie Infettive dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana. “Dobbiamo cercare di mantenere i costi sotto controllo al netto di una appropriatezza prescrittiva elevata, non è facile ma credo che investendo molto in microbiologia e investendo molto anche nella prevenzione delle infezioni ed utilizzando i farmaci quando è necessario, probabilmente riusciremo pure ad ottenere l’obbiettivo di usare i nuovi farmaci senza fare saltare il banco dei conti. Sarebbe l’esempio migliore di appropriatezza farmaceutica”. 

Ufficio stampa Motore Sanità 

comunicazione@motoresanita.it
 

Laura Avalle – Cell. 320 0981950 

Liliana Carbone – Cell. 347 2642114 

Marco Biondi – Cell. 327 8920962  

www.motoresanita.it
 

Sbircia la Notizia Magazine unisce le forze con la Adnkronos, l'agenzia di stampa numero uno in Italia, per fornire ai propri lettori un'informazione sempre aggiornata e di alta affidabilità.

Immediapress

Cafè Express: Distributori automatici, fondamentale la tempestività dell’assistenza.

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Per il miglior servizio al cliente: assistenza tecnica tempestiva, qualità degli alimenti e affidabilità del macchinari. 

I distributori automatici ormai da anni sono entrati nella quotidianità degli ambienti pubblici e privati. Requisiti essenziali per l’ottimale servizio al cliente sono la qualità degli alimenti erogati, l’affidabilità dei macchinari e l’immediata assistenza per il rifornimento e l’eventuale riparazione tecnica. 

La Cafè Express srl, nata nel 1995, è la società più longeva del settore nella provincia di Ragusa che, con sede a Vittoria (RG), si occupa della fornitura di distributori automatici sia per bevande calde che per prodotti freddi. 

“Per un eccellente servizio al cliente si deve mirare alla qualità degli alimenti e l’efficienza del distributore” spiegano i soci dell’azienda. “Fornire i prodotti dei grandi brand ai clienti costa leggermente di più rispetto alle sottomarche, ma si ottiene l’affidabilità dal punto di vista qualitativo. Inoltre, per la sua completa soddisfazione, il cliente deve poter richiedere ed avere anche alimenti bio e senza glutine” specificano gli imprenditori dell’azienda vittoriese, associati Confida (Associazione nazionale distribuzione automatica). 

La Cafè Express srl fornisce ogni tipologia di distributore automatico: quelli per le bevande calde, quelli del freddo, per merendine e bibite, quelli combinati, macchine piccole per il caffè e distributori di acqua microfiltrata, molto importanti in questo momento per evitare l’utilizzo delle bottiglie di plastica. “Proprio per la grande varietà di servizio, anche l’affidabilità del distributore deve essere al primo posto, perché è inutile risparmiare là dove poi si creeranno problemi tecnici. Per fare questo, prima di proporlo, testiamo ogni nuovo macchinario sul mercato – i principali sono Bianchi e Necta – e vediamo quali sono, secondo le nostre esigenze e quelle dei nostri clienti, i migliori” puntualizza il responsabile della società, che racconta: “L’attività è iniziata per caso nel 1994, acquistando cinque distributori; poi la settimana successiva altri cinque, fino ad averne una cinquantina nel giro di qualche mese. L’anno successivo siamo diventati una srl, una media azienda che lavora – quasi a conduzione familiare – sulla provincia di Ragusa e zone limitrofe”. “Caratteristica, questa” specificano i soci della Café Express srl “che vogliamo mantenere – per scelta imprenditoriale – non espandendoci al resto della regione Sicilia, al fine di garantire la puntualità nell’assistenza. In tal modo, la nostra disponibilità verso il cliente può essere immediata e siamo in grado di fornire un servizio in tempi brevissimi: fino a mezz’ora o, al massimo, un’ora dalla segnalazione, anche di sabato. La maggior parte delle volte le grandi aziende nazionali presenti nella zona, invece, non riescono a fornire questo servizio”. 

CONTATTI: https://www.cafeexpressvittoria.com/
 

 

Continua a leggere

Immediapress

Diamanti e oro bianco: ecco l’anello di fidanzamento ideale per le coppie italiane

Pubblicato

il

(Adnkronos) –
● Per il 72.2% delle coppie è fondamentale che ci sia un gioiello ad accompagnare la proposta di nozze: per il 54.6% di loro non può mancare il classico anello, per il 17.6% va bene anche un altro gioiello.
 

● Per il 70.8% non c’è dubbio: quando si tratta di anello di fidanzamento, la combinazione perfetta è diamanti e oro bianco.
 

● Secondo il
Libro Bianco del Matrimonio, nel 55% è lui a prendere l’iniziativa, nel 3% lei e, nel 42% dei casi, la decisione viene presa di comune accordo.
 

● Matrimonio.com lancia un misuratore per anelli, ideale per trovare in pochi secondi la taglia corretta. 

Milano, 9 febbraio 2023 – Con San Valentino alle porte e Cupido che prepara le sue frecce in cerca di cuori solitari, sono molte le coppie che, a partire da quel giorno, inizieranno a organizzare le nozze. Il giorno di San Valentino, infatti, crea l’atmosfera ideale per la fatidica proposta di matrimonio. Proprio per questa occasione, Matrimonio.com, sito web di riferimento nel settore nuziale e parte del gruppo internazionale The Knot Worldwide, ha chiesto alle coppie iscritte al proprio portale quale sia l’anello ideale per questo momento così romantico e importante. E, per coloro i quali non sapessero la taglia dell’anello del proprio partner e volessero andare sul sicuro, Matrimonio.com ha realizzato un
misuratore per conoscere in maniera semplice e veloce questo dettaglio. 

Diamanti e oro bianco: l’anello di fidanzamento più sognato
 

Per le coppie italiane, una proposta di nozze senza un gioiello ad accompagnarla non è concepibile: ben il 72.2% dichiara che deve esserci. Per il 54.6% dovrebbe essere un anello, per il 17.6% di loro, va bene anche un altro tipo di gioiello. Ma qual è l’anello ideale? Il 37.7% lo sogna in oro bianco; sia l’oro giallo (2.7%) che l’oro rosa (1.1%) non riscuotono altrettanto successo. L’argento si classifica al terzo posto in quanto a preferenze (2.4%). Il 33.1% lo sogna con diamanti. Il 20.9% dichiara che è indifferente. Se si parla di pietre preziose, tra le pietre più gettonate compaiono acquamarina e zaffiro. E quando il destinatario della proposta di nozze è un lui? Si può optare per una fascia semplice o per un anello con pietra scura: ecco qui qualche idea raccolta da Matrimonio.com.  

Quando si tratta di proposta ufficiale, in linea generale, secondo Il Libro Bianco del Matrimonio pubblicato da Matrimonio.com in collaborazione con Google ed ESADE Business School, nel 55% dei casi è lui a prendere l’iniziativa, nel 42% la decisione viene presa di comune accordo e, solo nel 3% delle occasioni, è lei a fare la fatidica proposta.  

Anello di fidanzamento: su che mano si indossa?
 

L’indicazione non è universale e cambia a seconda del Paese in cui ci si trova ma, in ogni caso, l’anello di fidanzamento va sempre indossato sull’anulare, che sia della mano destra o sinistra. Nell’antichità si credeva infatti che questo dito fosse collegato al cuore direttamente da una vena, la “Vena Amoris”. In Italia, la mattina del matrimonio, prima della celebrazione, bisognerebbe spostare l’anello di fidanzamento sull’anulare destro per lasciare spazio alla fede. In ogni caso è usanza diffusa indossare, una volta pronunciato il Sì, entrambi gli anelli sullo stesso dito della mano sinistra. Per maggiori informazioni su regole, tradizioni e storia di questo anello, cliccare qui. 

Misuratore di anelli di Matrimonio.com
 

Un’altra delle grandi incognite quando si decide di fare il grande passo è conoscere la misura dell’anello del partner. A tutti noi piace fare il regalo giusto e, ancora di più, se si tratta di un regalo speciale come questo. Grazie al misuratore di anelli di Matrimonio.com sarà un gioco da ragazzi risalire alla taglia di questo gioiello in pochi secondi. Per effettuare la misurazione è sufficiente essere in possesso di una moneta e di un anello di proprietà del destinatario del regalo. La misurazione consiste in due fasi: nella prima, grazie all’aiuto di una moneta, si calibra lo schermo (mobile o desktop); nella seconda, invece, si individua il diametro dell’anello attraverso un semplice slider. L’obiettivo è quello di agevolare chi sta pensando di fare il grande passo, in modo che nulla possa andare storto in quel grande momento. 

 

Riguardo Matrimonio.com
 

Matrimonio.com è un portale parte del gruppo di riferimento del settore nuziale, The Knot Worldwide, pensato per aiutare gli sposi a organizzare il giorno più felice della loro vita. Grazie alla sua presenza internazionale ha creato la community nuziale e il mercato virtuale di nozze su Internet più grandi a livello mondiale. Dispone di un database con oltre 700.000 professionisti del settore nuziale e offre alle coppie strumenti per preparare la lista di invitati, gestire il budget, trovare fornitori, etc. 

The Knot Worldwide opera in 16 paesi tramite diversi domini come Bodas.net, WeddingWire.com, TheKnot.com, Matrimonio.com, Mariages.net, Casamentos.pt, Bodas.com.mx, Casamentos.com.br, Matrimonio.com.co, Matrimonios.cl, Casamientos.com.ar, Matrimonio.com.pe, Hitched.co.uk, Hitched.ie, Casamiento.com.uy, WeddingWire.ca e WeddingWire.in.  

Per maggiori informazioni:
 

Francesca Carminati 

press@matrimonio.com
 

Web: www.matrimonio.com
 

Continua a leggere

Immediapress

Manageritalia e Bologna supportano il ruolo delle donne nella crescita

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Gestione del denaro, previdenza e finanza questi i temi al centro del percorso di empowerment femminile, che parte il 16 febbraio, organizzato da Manageritalia Emilia-Romagna in partnership con Banca d’Italia e in collaborazione con CIDA, HUB del Territorio Emilia-Romagna e Città Metropolitana di Bologna. 

Bologna, giovedì 9 febbraio 2023. Si intitola Donne e denaro in una relazione di crescita il percorso di formazione dedicato alle donne (ma sono benvenuti anche gli uomini) che parte il 16 febbraio 2023. Un format snello ma incisivo con 7 incontri della durata di 1 ora e 30 ciascuno a cui si potrà accedere tramite il link di Teams, inviato agli indirizzi mail di tutte le e i partecipanti iscritt*. 

Organizzato da Manageritalia Emilia-Romagna in partnership con Banca d’Italia vede collaborare e promuovere questo importante elemento di parità anche la Città Metropolitana di Bologna, che sarà attore anche nel percorso di formazione con un intervento della responsabile per il Piano per l’uguaglianza Simona Lembi. Tra gli altri promotori anche CIDA e HUB del Territorio Emilia-Romagna. 

“Manageritalia – dice Cristina Mezzanotte, presidente Manageritalia – promuove da decenni l’inclusione e la parità delle donne nel mondo del lavoro. Continuiamo a farlo anche attraverso i tanti manager associati convinti che la diversità, non solo di genere, porti in azienda ricchezza e valore sotto ogni punto di vista. Con il percorso women on board abbiamo recentemente promosso la presenza delle donne nei cda. Ma per raggiugere l’obiettivo dobbiamo coinvolgere e interessare tutte e tutti. Ecco il senso di questa formazione in ambito finanziario, dare a tutte le donne gli strumenti per essere sempre più alla pari e capaci non solo in azienda e sul lavoro, ma anche in famiglia e nella società”. 

L’obiettivo del percorso è approfondire le principali tematiche al centro di una buona gestione della propria finanza. Tra i temi trattati: apertura e gestione del conto corrente, quando scegliere un tasso fisso o variabile per il proprio mutuo, come ottenere il Bonus Ristrutturazione edilizia 110% e molti altri. 

Allora iscrivetevi numeros*, vista la forte richiesta le iscrizioni sono state proprogate sino al 15 febbraio al seguente link https://bit.ly/DonneeDenaro2023
 

 

Manageritalia Emilia Romagna (www.manageritalia.it) – (Associazione Emilia e Romagna dirigenti, quadri ed executive professional del commercio, trasporti, turismo, servizi, terziario avanzato) associa oltre 2.000 manager ai quali fornisce una vasta gamma di servizi, di derivazione contrattuale e non, professionali e personali: formazione, consulenze professionali, sistemi assicurativi e di previdenza integrativa, assistenza sanitaria ai manager e alla famiglia, iniziative per la cultura e il tempo libero. 

L’Associazione dell’Emilia Romagna, insieme ad altre 12 dislocate sull’intero territorio nazionale e una dedicata agli executive professional, fa capo a Manageritalia, la federazione nazionale che rappresenta dal 1945 a livello contrattuale i dirigenti del terziario privato e dal 2003 associa anche quadri e professional. Oggi Manageritalia conta oltre 41mila manager iscritti. 

 

 

 

Continua a leggere

Immediapress

Intelligenza Artificiale e connettività all’opera per ottenere risparmio energetico, riduzione al minimo degli sprechi e nuove abitudini eco

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Un risparmio di acqua pari a 320 piscine olimpioniche, fino a 30 lavatrici gratis all’anno, riduzione di emissioni di anidride carbonica pari a quella assorbita in un anno da un bosco dell’estensione di 1.750 campi da calcio e 20.000 tonnellate di cibo sprecate in meno. 

Questi i risultati stimati ottenibili se tutti gli utenti che oggi hanno a disposizione elettrodomestici connessi Haier Europe utilizzassero le funzioni e i suggerimenti dell’app hOn 

Milano, 8 febbraio 2023.Haier Europe, azienda n. 1 a livello globale nel settore degli elettrodomestici connessi, ha come obiettivo primario quello di soddisfare i bisogni di ogni consumatore attraverso una continua innovazione tecnologica e all’utilizzo attento dell’intelligenza artificiale. Questi concetti rappresentano il perfetto stile “zero distance to consumer” del Gruppo che, oggi, vede in attenzione verso il Pianeta e risparmio in bolletta due priorità evidenti.  

In quest’ottica un ruolo da protagonista è giocato dall’app hOn, la piattaforma digitale che permette di governare i prodotti dei brand Candy, Hoover e Haier, che consente un facile accesso a una moltitudine di servizi e suggerimenti grazie a una selezione di partner in continua espansione. I numeri stimati su risparmio e abitudini più sostenibili sono straordinari. Haier Europe ha stimato l’effetto positivo che le soluzioni connesse possono avere sul pianeta, qualora tutti gli utenti che hanno elettrodomestici associati alle app del gruppo utilizzassero i consigli e le funzionalità messe a disposizione dalla connettività. Ecco alcuni esempi: 

– un risparmio di acqua pari a 320 piscine olimpioniche (1); 

– una riduzione di emissioni di anidride carbonica pari a quella assorbita in un anno da un bosco dell’estensione pari a 1.750 campi da calcio (12 km2)
(2); 

– 20.000 tonnellate di cibo sprecate in meno in un anno
(3). 

“Si tratta di numeri importanti che possono davvero fare la differenza”. Dichiara Piergiorgio Bonfiglioli – Marketing Director, Haier Europe – “Per noi è prioritario poter offrire soluzioni che si adattino in tempo reale alle esigenze dei consumatori, fortemente modulate anche da fattori non direttamente correlati ai loro desideri e preferenze. Risparmio e attenzione all’ambiente che ci circonda sono argomenti sensibili per i nostri utenti, per questo sono ai vertici delle funzioni offerte dai prodotti e dalle piattaforme del gruppo”.  

Grazie ai dati condivisi sull’App hOn, secondo le preferenze di ogni utente, impariamo a conoscere i consumatori, le loro abitudini e le loro preferenze. Informazioni chiave per offrire proattivamente funzioni, programmi e servizi coerenti con una quotidianità che cambia velocemente e con il desiderio di risparmio e di abitudini più sostenibili. L’app mette a disposizione per esempio numerosi Eco- Tips & statistiche di utilizzo: un valido supporto per ottimizzare il riempimento dei vari elettrodomestici in modo da ridurre il numero di cicli effettuati, suggerire l’utilizzo della giusta tipologia e quantità di detergente e impostare le temperature più appropriate. Per le lavatrici questo permette un risparmio annuale per utente di 30 kWh di energia, pari a circa 30 lavatrici gratis
(4)
e al risparmio di 450 litri di acqua*.
 

Anche per le asciugatrici sono a disposizione funzioni Eco Smart che consentono di registrare un notevole risparmio. La funzione SYNCRO, per esempio, utilizza le informazioni prese dalla lavatrice per impostare il giusto ciclo di asciugatura, regolando proattivamente la sua durata in base al tipo e alla quantità di biancheria inserita e al suo livello di umidità iniziale. Questo permette risparmiare circa 100 kwh di energia, pari a 3,5 mesi di utilizzo gratis dell’elettrodomestico*
(5)
 

Passiamo in cucina. Ogni anno si stima che una famiglia spechi 90 kg di cibo** di cui il 74% cibo fresco (

6), questo solo perché ci si dimentica di averlo o lo si conserva malamente. Ecco perché la connettività mette a disposizione delle funzioni pensate proprio per far fronte a queste necessità, come AI PROACTIVE TEMPERATURE che regola le impostazioni di temperatura in base alle abitudini dell’utente, al meteo e alla geolocalizzazione, per preservare più a lungo la freschezza degli alimenti, oppure FOOD LOCATOR che suggerisce il giusto scomparto per conservare più a lungo la freschezza degli alimenti o infine Smart INVENTORY che invia un avviso quando gli alimenti si avvicinano alla data di scadenza.  

In questo modo la connettività di hOn consente di evitare di dover buttare più di 65 kg di cibo a famiglia, corrispondenti a circa 22 pasti giornalieri (7
). 

Quante volte pensiamo che la corretta manutenzione dei nostri elettrodomestici possa tradursi in un risparmio energetico visibile in bolletta? App hOn controlla l’utilizzo degli elettrodomestici e avvisa l’utente quando è giunto il momento di fare attività di auto-manutenzione preventiva, come liberare la resistenza dal calcare, mantenere puliti i filtri e il frigorifero scongelato per esempio, evitando un inutile consumo energetico e garantendo un ciclo di vita più lungo per l’elettrodomestico. Questo permette un risparmio totale stimato di circa 60kWh*, pari all’anidride carbonica assorbita da N°2 alberi per un anno intero! (8)
 

Dall’inizio del 2023, Haier Europe ha messo a disposizione tramite l’app hOn la nuova funzione ECO-SCHEDULE, che consente di programmare automaticamente l’avvio degli elettrodomestici direttamente nelle fasce orarie più convenienti rispetto ai contratti del proprio fornitore di energia elettrica, risparmiando sulla bolletta in modo semplice e smart! 

Tra i buoni propositi per il 2023 Haier Europe continua ad assumersi la responsabilità di fare la reale differenza per il pianeta e per le bollette dei consumatori. Ora è il momento di stilare la propria seguendo tutti i consigli smart del gruppo!  

*Stime effettuate utilizzando le funzioni IOT, rispetto al ciclo IEC a pieno carico (utilizzo 150 volte all’anno). Lavatrice 10 kg classe A. Asciugatrice 10 Kg classe A++, Lavastoviglie 14 coperti classe C. Le conclusioni sono state redatte sulla base dei calcoli e delle conversioni che hanno avuto ad oggetto i dati di consumo forniti dal laboratorio Haier Europe e le fonti citate qui di seguito. 

Fonti:  

1 Ennapres 

2, 8 Ministero dell’Ambiente, Reteclima, Simbiosi Magazine  

3, 6, 7 Waste Watcher Report, Good Seed Ventures, Coldiretti 

4,5 Electricity and water consumption for laundry washing – Christiane Pakula & Rainer Stamminger 

Maggiori informazioni qui: haier-europe.com
 

Continua a leggere

Immediapress

Italspirits: ITALICUS raggiunge un milione di bottiglie vendute e sbarca ai Caraibi, mentre SAVOIA Americano performa negli Stati Uniti

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Milano, 8 febbraio 2023. Numeri da record per ITALICUS Rosolio di Bergamotto: nel 2022 ha toccato il traguardo di
1 milione di bottiglie vendute dal lancio del marchio nel 2016, quando Giuseppe Gallo, fondatore e CEO di Italspirits, ha avviato la produzione di un rosolio a base di bergamotto calabrese, con cui in pochi anni ha raggiunto oltre 40 paesi, ricevendo numerosi premi e riconoscimenti a livello internazionale. 

Nonostante il difficile contesto mondiale e l’impossibilità di raggiungere interi mercati, il 2021-2022 è terminato con una crescita a tre cifre: una performance complessiva del 121% rispetto al periodo precedente.  

L’anno fiscale per ITALICUS, che dal 2020 è entrato a far parte del portafoglio di Pernod Ricard, termina a luglio e quello che si può anticipare, a sei mesi dalla chiusura del bilancio la prossima estate, è che le previsioni di crescita risultano essere del 70% circa anno su anno. 

In termini di distribuzione, gli Stati Uniti rappresentano la principale area di riferimento grazie alle dimensioni e alle opportunità di un mercato così vasto. In Europa, invece, è la Francia a mostrare una performance particolarmente positiva, diventando rapidamente il primo mercato europeo, seguito da Italia, Germania e Regno Unito, che complessivamente rappresentano quasi il 70% delle vendite totali in tutto il mondo. 

“ITALICUS è un liquore moderno, che usa il bergamotto fresco di Calabria e il cedro di Sicilia infusi a freddo e mescolati a uno spirito neutro di grano italiano – commenta l’ideatore e CEO Giuseppe Gallo – La sua ascesa non si è fermata nonostante le incertezze globali e, anzi, ha raggiunto anche nuovi mercati. Nel 2022 ha aperto le sue porte alla regione dei Caraibi per coinvolgere il settore dei resort e delle crociere di lusso, mentre nei prossimi mesi sarà lanciato ufficialmente in Messico e Canada”. 

A Est del globo, invece, lo scorso anno ITALICUS è arrivato in Giappone, ma tra le nazioni asiatiche e oceaniane, l’Australia resta la punta di diamante. Nei prossimi mesi, inoltre, il brand si concentrerà anche su città come Hong Kong, Taiwan e Singapore con una strategia più basata sullo sviluppo del brand nelle aree urbane internazionali caratterizzate da una cultura della miscelazione in continua crescita e sviluppo.  

Italspirits più di un anno fa ha lanciato anche SAVOIA Americano, l’aperitivo su una base di vino che riunisce in un’unica bottiglia il Vermouth dolce e il Bitter amaro. È il primo del suo genere a utilizzare il vino DOC Marsala Fine Siciliano. 

SAVOIA è già distribuito in 11 paesi e da novembre 2022 è entrato ufficialmente negli Stati Uniti grazie alla partnership nata con EATALY a New York. Il vino aperitivo è stato sovraperformante con quasi 30.000 bottiglie vendute nel primo anno e conta di distribuire anche in mercati come quelli di Messico, Canada e altri paesi APAC. 

“Il nostro Italspirits team e la struttura operativa del gruppo sono stati un punto fondamentale negli ultimi mesi per lo sviluppo dei prodotti,” dice Giuseppe Gallo “L’headquarter di Londra è stato affiancato da team commerciali specializzati in marketing e basati in aree strategiche quali New York, Miami e Amsterdam. Inoltre, si è aggiunta Roberta Mariani (precedentemente con Martini & Rossi) come nuovo Advocacy Director per il supporto alla gestione di programmi advocacy e di progetti di sviluppo nazionale e internazionale di ITALICUS e SAVOIA”. 

Sito internet: 

https://italspirits.com/
 

 

A proposito di ITALICUS® – Il Rosolio di bergamotto ITALICUS® è stato creato da Giuseppe Gallo, che ha saputo riportare in auge l’antica categoria del Rosolio, ormai quasi dimenticata. Arricchito da note di bergamotto calabrese, ITALICUS® è realizzato utilizzando i migliori ingredienti italiani per ricreare un vero e proprio “sorso d’Italia”. Il design sorprendente della bottiglia, capolavoro di Stranger & Stranger, incarna la storia e il patrimonio italiani e racconta come il Rosolio in passato fosse il simbolo del tradizionale momento dell’aperitivo. 

Lanciato il 1° settembre 2016, ITALICUS® è uno degli aperitivi più premiati a livello globale.  

Grazie alla sua unicità, ITALICUS® è già stato protagonista indiscusso di numerosi cocktails: dalla creatività e dall’esperienza dei migliori bartender del mondo sono nati alcuni abbinamenti caratteristici di ITALICUS®, che hanno portato nei locali più di tendenza l’ITALICUS
SPRITZ, realizzato con ITALICUS® e Prosecco o Champagne; l’IPALICUS, che nasce dall’abbinamento del rosolio con la birra IPA; e il NEGRONI BIANCO, dove London Dry Gin e Dry Vermouth si amalgamano perfettamente alle note aromatiche del bergamotto. Una versione nuova di gustare lo Spritz ITALICUS CUP un cocktail facile e veloce da preparare anche a casa, da servire come aperitivo. Con il suo gusto fresco e con le delicate note agrumate del pompelmo rosa, ITALICUS e soda al pompelmo, crea il connubio perfetto che richiama la leggerezza e la spensieratezza estiva. 

ITALICUS® Rosolio di Bergamotto ha ricevuto il premio come Best New Spirit 2017 al prestigioso Tales of the Cocktail Spirited Awards e, negli anni dal 2023 al 2019, è stato eletto tra i primi marchi di liquori di tendenza da Drinks International. 

Ulteriori riconoscimenti includono: Medaglia d’oro nel 2018, 2019 – Women’s Wine and spirits awards; Miglior nuovo spirit europeo – Mixology Awards 2017 a Berlino; miglior prodotto – FIBAR 2017; Medaglia d’oro – Packaging awards 2017; Contemporary Awards TROPHY – International Wine & Spirits Competition; Packaging Trophy – Harpers Design 2017; Medaglia d’oro – San Francisco World Spirits Competition 2017; Platinum Best of Luxury – Pentawards 2017; Medaglia d’oro per l’Aperitivo italiano dell’anno – New York International Spirits Competition 2016; Miglior nuovo prodotto – Bar Awards 2016; Certificato di qualità ECCEZIONALE – Difford’s Guide 2016. L’Ampolla d’Oro assegnata dalla Guida Spirito Autoctono 2022. 

A PROPOSITO DI SAVOIA AMERICANO – È un vino aperitivo creato dall’innovatore dell’industria delle bevande Giuseppe Gallo. Realizzato con una miscela di oltre 20 botaniche in una storica distilleria di Torino, mostra un profilo aromatico audace, tipicamente “americano”, fornisce un perfetto punto di contatto tra amari rossi e vermouth dolci per una gamma di classici cocktail italiani. SAVOIA Americano è l’unico bitter rosso vegan friendly perché anche il suo colore non è originato dalla cocciniglia ma da ingredienti di origine vegetale (patata rossa e betacarotene). Ha una bassa gradazione alcolica ed è povero di zuccheri per rispondere ai consumatori più attenti. 18.6% come l’anno dell’unificazione d’Italia nel 1861.  

A proposito di Giuseppe Gallo – L’idea di creare e lanciare ITALICUS® è di Giuseppe Gallo, una delle figure più autorevoli e dell’industria del bere miscelato. Rinomato a livello internazionale e riconosciuto per le sue capacità di mixologist, ora Gallo dedica il suo tempo all’educazione e allo sviluppo del marchio all’interno del commercio attraverso ITALSPIRITS. La passione per il patrimonio della cultura del bere italiano lo ha portato a realizzare un sogno: riscoprire la categoria del Rosolio come aperitivo lanciando ITALICUS®. Oggi Giuseppe Gallo è CEO e fondatore di ITALICUS (dopo la partnership annunciata ad aprile con il gruppo Pernod Ricard). 

Pernod Ricard Italia – Pernod Ricard Italia è il risultato dell’evoluzione e trasformazione delle Distillerie Fratelli Ramazzotti, azienda fondata nel 1815 ed entrata nel Gruppo francese nel 1985. Il gruppo opera in oltre 85 filiali e 100 siti di produzione. La strategia di decentralizzazione crea una rete – o meglio un vero e proprio asset competitivo – che permette di prendere decisioni quanto più possibile vicine a consumatori e marchi e permette ai suoi 19.000 dipendenti di essere veri ambasciatori dello slogan “Créateurs de Convivialité”. 

Continua a leggere

Immediapress

Kaspersky mette in guardia sulla truffa legata al gioco fantasy “Hogwarts Legacy”

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Milano, 08 febbraio 2023. “Hogwarts Legacy”, l’attesissimo gioco di Harry Potter, uscirà il 10 febbraio. Ambientato nel leggendario mondo dei maghi, ha milioni di fan in tutto il mondo ed è persino diventato il best-seller di Steam e PlayStation 5, ancora prima del lancio ufficiale. Purtroppo, però, Harry e la sua legione di Potterheads in tutto il mondo sono stati attivamente presi di mira da criminali informatici che hanno offerto il download di giochi per PC “Hogwarts Legacy” compromessi prima della sua uscita.
 

Nonostante non sia ancora uscito, i ricercatori di Kaspersky hanno già trovato numerosi esempi di siti che offrono il download di “Hogwarts Legacy” su PC. Tuttavia, nel tentativo di ottenere un gioco violato, i gamer hanno in realtà scaricato malware o software indesiderati sul proprio dispositivo. I programmi utilizzati possono variare dall’adware, che diffonde pubblicità sullo schermo, ai trojan, che raccolgono silenziosamente informazioni sull’utente.  

“Il gioco sul mondo di Harry Potter non è ancora uscito, ma è già diventato un vero e proprio fenomeno, di cui parlano molti gamer in tutto il mondo. È particolarmente popolare tra coloro che, come me, sono cresciuti con i libri del maghetto, così come tra i più giovani. Con una base di fan così ampia, il gioco è diventato un bersaglio per i criminali informatici che cercano di trarre profitto dalla popolarità di questo celebre titolo famoso in tutto il mondo. Il nostro consiglio, come sempre, è di stare attenti e di scaricare i giochi solo dagli app store ufficiali, senza dimenticare di utilizzare una soluzione di sicurezza affidabile”, ha commentato Olga Svistunova, Security Expert di Kaspersky.
 

Per proteggersi da questo tipo di minacce e truffe Kaspersky consiglia di:  

•Acquistare e scaricare giochi solo da siti ufficiali. Non fidarsi delle offerte che regalano giochi nuovi e costosi: nella maggior parte dei casi si tratta di una truffa.  

•Quando possibile è importante proteggere i propri account con l’autenticazione a due fattori. In caso contrario, controllare le impostazioni dell’account.  

•Utilizzare password forti e uniche per ogni attacco. In questo modo, anche se uno degli account fosse rubato, tutti gli altri sarebbero al sicuro. Per i giochi online è meglio non utilizzare la stessa password che si usa per altri servizi.  

•Una soluzione di sicurezza efficace e affidabile come Kaspersky Total Security, rappresenta un grande aiuto, soprattutto se non rallenta il computer durante il gioco. Allo stesso tempo, protegge da tutte le possibili minacce informatiche.  

Informazioni su Kaspersky 

Kaspersky è un’azienda di sicurezza informatica e digital privacy che opera a livello globale fondata nel 1997. La profonda competenza di Kaspersky in materia di threat intelligence e sicurezza si trasforma costantemente in soluzioni e servizi innovativi per proteggere le aziende, le infrastrutture critiche, i governi e gli utenti di tutto il mondo. L’ampio portfolio di soluzioni di sicurezza dell’azienda include la protezione degli Endpoint leader di settore e una serie di soluzioni e servizi specializzati per combattere le minacce digitali sofisticate e in continua evoluzione. Più di 400 milioni di utenti sono protetti dalle tecnologie di Kaspersky e aiutiamo 240.000 clienti aziendali a proteggere ciò che è per loro più importante. Per ulteriori informazioni: https://www.kaspersky.it/
 

Seguici su: 

https://twitter.com/KasperskyLabIT
 

http://www.facebook.com/kasperskylabitalia
 

https://www.linkedin.com/company/kaspersky-lab-italia
 

https://www.instagram.com/kasperskylabitalia/
 

https://t.me/KasperskyItalia
 

Contatto di redazione: 

Noesis Kaspersky Italia 

kaspersky@noesis.net
 

Continua a leggere

Immediapress

Utero in affitto. Coghe (Pro Vita Famiglia): Bene Ddl per reato universale. Ora iter rapido e politica unita

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Roma, 8 febbraio 2023 

«E’ una misura di civiltà rendere la barbara pratica dell’utero in affitto reato universale quindi punibile anche se commesso all’estero. Accogliamo con favore la presentazione del disegno di legge a prima firma Malan e Rauti, che va nel solco della tutela delle donne e dei bambini. La maternità surrogata, come motivato da una sentenza della Cassazione dello scorso dicembre, è una “pratica che offende in modo intollerabile la dignità della donna e mina nel profondo le relazioni umane”. Viola i loro diritti perché le sfrutta e le usa per sfornare bambini, trattati poi come oggetti del desiderio da acquistare come prodotti al supermercato. Per questo ci aspettiamo che il Ddl sia accolto favorevolmente da tutto il Parlamento e abbia un iter più rapido possibile per diventare presto legge». Così Jacopo Coghe, portavoce di Pro Vita & Famiglia Onlus. 

-Ufficio Stampa Pro Vita e Famiglia Onlus 

t.: 0694325503 

m.: 3929042395 

stampa@provitaefamiglia.it
 

 

Continua a leggere

Immediapress

AXA Italia e WeWorld: un nuovo passo per il reinserimento lavorativo di donne in difficoltà grazie alla collaborazione con Randstad Italia

Pubblicato

il

(Adnkronos) – – A quasi un anno dall’apertura nel quartiere Corvetto di Milano del nuovo “Spazio Donna WeWorld”, realizzato da WeWorld Onlus grazie al sostegno di AXA Italia per contribuire fattivamente a un miglioramento delle condizioni sociali femminili nell’ambito del benessere personale, famigliare e professionale, ha preso il via una nuova iniziativa concreta per le donne ospiti. 

– Con il supporto di Randstad Italia, sono stati avviati ieri i primi colloqui individuali finalizzati al reinserimento lavorativo di 40 donne, in prevalenza quarantenni, con profili eterogenei anche a livello professionale. 

– Al cuore del progetto, un percorso concreto che, a partire da un’occasione di confronto individuale per approfondire esigenze professionali e formative, orienterà le candidate alla costruzione del cv e al mercato del lavoro, con la possibilità di mettersi in gioco attraverso colloqui di gruppo, assessment e “speed date” per incontrare le aziende. 

 

Milano, 8 febbraio 2023 

Si apre il sipario su una nuova iniziativa concreta e di valore a favore di donne vittime di violenza ed esclusione sociale ospiti di Spazio Donna WeWorld di Milano, realizzato da WeWorld – organizzazione che da 50 anni difende i diritti di donne bambini e bambine in Italia e nel Mondo – grazie al Gruppo assicurativo AXA Italia, che ha scelto di sostenere il progetto dal 2018 nella consapevolezza del proprio ruolo sociale, incentrato anche su iniziative fattuali di inclusione sociale.
 

Sono stati infatti avviati ieri i primi colloqui individuali finalizzati al reinserimento lavorativo, con la collaborazione di Randstad Italia, leader mondiale nel settore HR specializzata in ricerca, selezione e formazione di risorse umane. 

Protagoniste della prima fase progetto, 40 donne ospiti di Spazio Donna WeWorld dei quartieri Corvetto e Giambellino di Milano, con un’età media di 40 anni e profili eterogenei a livello professionale, in settori come addetta mense, pulizie e vendite. 

Dopo una prima fase di confronto individuale con consulenti specializzati Randstad, fondamentale per approfondire le esigenze professionali e formative e delle candidate, sarà già possibile accedere a proposte lavorative da parte delle aziende e iniziare parallelamente un percorso completo di orientamento professionale alla costruzione del cv e dell’approccio al mercato del lavoro, sia attraverso incontri individuali che mediante corsi di formazione, totalmente gratuiti.
 

Al cuore del percorso di orientamento, incentrato su meccanismi di flessibilità per andare incontro alle esigenze delle singole candidate:  

– Contenuti per sviluppare le competenze trasversali per la gestione del cambiamento: favorire consapevolezza sui propri obiettivi; saper fronteggiare situazioni di cambiamento in maniera resiliente e proattiva; lavorare sulla propria agilità emotiva.  

– Un confronto e una condivisione di idee e soluzioni per la gestione del worklife balance.
 

– Strumenti e tecniche per presentarsi in maniera efficace, valorizzando la presentazione di sé nelle candidature  

– Un focus sul mercato del lavoro nel contesto post-pandemico. 

A disposizione delle candidate, inoltre, anche eventi dedicati per favorire incontro tra domanda e offerta come “speed date” per incontrare direttamente le aziende.
 

L’iniziativa si aggiunge a quanto messo in campo dal lancio nel 2018 di Spazio Donna WeWorld, grazie a WeWorld e AXA Italia, come uno sportello di ascolto per la condivisione di vissuti emotivi, iniziative per lo sviluppo di competenze socio-relazionali e genitoriali, uno sportello di consulenza legale, corsi di lingua italiana, informatica e digitalizzazione e laboratori di autobiografia per la conoscenza e la cura di sé.
 

“Siamo orgogliosi di questa nuova iniziativa di grande valore sociale, assolutamente coerente con lo spirito con cui abbiamo scelto di sostenere la nascita di Spazio Donna WeWorld nel 2018 – ha dichiarato Giorgia Freddi, Direttore Communication, Corporate Responsibility & Public Affairs del Gruppo assicurativo AXA Italia. Ancora una volta diamo contributo concreto per sostenere donne che vivono in condizioni di fragilità, in termini di supporto, inserimento lavorativo ed empowerment, dando ulteriore impulso al nostro impegno per generare un impatto positivo nella vita delle persone, promuovendo una società più inclusiva, in linea con la nostra missione di protezione”. 

“La ricerca del lavoro è una parte cruciale nei nostri percorsi di emancipazione femminile che affrontiamo all’interno di Spazio Donna WeWorld in tutta Italia, è uno dei bisogni su cui più spesso riceviamo richieste di aiuto – ha dichiarato Sabrina Vincenti, Responsabile programma Spazi Donna WeWorld – Per le donne che vivono realtà problematiche, infatti, riuscire a ottenere l’indipendenza economica è fondamentale perché rappresenta anche un passaggio cruciale in termini di risoluzione di problemi familiari. Le donne hanno bisogno di essere supportate non solo per l’acquisizione di consapevolezza delle competenze, ma molto spesso – proprio per il vissuto che le ha portate a chiederci aiuto – la mancanza di autostima, sicurezza e fiducia è un grande ostacolo alla conquista dell’emancipazione. Collaborazioni come quella con AXA Italia e Randstad sono particolarmente importanti perché rendono più accessibili alle donne le risorse per intraprendere percorsi lavorativi, che a loro spesso sembrano poco raggiungibili”. 

“Il nostro impegno è trovare lavoro alle persone e svilupparne il talento” – ha dichiarato Laura Carletti, HR & CSR Manager di Randstad – “Poterlo fare insieme ad AXA e WeWorld in questo progetto, rende ancora più significativo il contributo che possiamo dare. Siamo molto attenti al tema della violenza di genere e crediamo che ognuno di noi possa fare la propria parte per sostenere le donne vittime di violenza, e aiutarle a ritrovare la propria forza, la propria unicità e il proprio valore anche attraverso un lavoro che possa garantire loro dignità e indipendenza”. 

Per maggiori informazioni: axa.it
 

 

Continua a leggere

Immediapress

Facciate prefabbricate in legno, la soluzione per contribuire alla decarbonizzazione degli edifici

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Milano, 08/02/2023- In Italia così come in Europa, il Green Deal spinge per raggiungere obiettivi di riduzione delle emissioni nette di gas a effetto serra del 55% entro il 2030. Una delle misure di risparmio energetico e di riduzione delle emissioni più efficaci per gli edifici, riguarda la progettazione degli involucri. Come in molti progetti la scelta dei materiali ha un’importanza cruciale. In particolare, utilizzare componenti in legno per realizzare le facciate può ridurre significativamente le perdite di calore degli edifici e la relativa domanda di energia per la climatizzazione e garantire alti livelli di comfort abitativo sia d’estate che d’inverno. 

“Il legno, in quanto materiale rinnovabile, ecologico e rispettoso dell’ambiente è uno dei migliori alleati nella lotta alla crisi climatica – sottolinea Peter Rosatti, Ceo di Rubner Holzbau – un metro cubo di legno infatti può immagazzinare circa una tonnellata di CO2 dall’atmosfera. Inoltre, in termini di trasmittanza, un elemento in legno dello spessore di 6 cm raggiunge la stessa efficienza di isolamento di una parete in muratura tradizionale da 30 cm. Dal punto di vista architettonico, inoltre, gli edifici in legno hanno il potenziale per generare un ambiente più piacevole, caldo e naturale”. 

 

Le facciate in legno 

Tra i principali driver che rendono la facciata in legno Rubner Holzbau una scelta vincente e moderna rispetto alle soluzioni tradizionali, vi è l’elevato grado di prefabbricazione, così come suggerito dall’analisi realizzata da EURAC Research; i moduli di facciata vengono infatti costruiti interamente in stabilimento, comprensivi di tutti gli elementi di completamento dell’involucro esterno (serramenti, sistemi di oscuramento, rivestimento esterno), e vengono poi montati in cantiere, il più delle volte senza necessità di ponteggi, in tempi brevi e certi, non soggetti al variare delle condizioni metereologiche che invece possono rallentare un cantiere tradizionale. 

I principali vantaggi della prefabbricazione in azienda sono costituiti dalla possibilità di una progettazione integrata comprensiva di analisi strutturale, analisi termica, modellazione BIM e realtà aumentata che facilita il lavoro di architetti e ingegneri, oltre che da un’elevatissima precisione nelle lavorazioni che garantisce la massima qualità di un prodotto finito capace di adattarsi a qualsiasi tipo di edificio, sia esso in calcestruzzo, acciaio o ibrido. 

“Una certa regolarità nella geometria dell’edificio, soprattutto se si tratta di una struttura in elevazione, come nel caso di un multipiano – continua Rosatti – agevola la produzione scalabile e rende l’utilizzo del legno particolarmente competitivo: il modulo è sempre lo stesso e, al contrario dell’edilizia tradizionale, può essere applicato man mano che si procede nell’elevazione di ciascun piano, senza dover aspettare di arrivare in cima perché le altre maestranze, quali a titolo esemplificativo impiantisti e pavimentisti siano in grado di effettuare i loro interventi. In tal modo i tempi si riducono sensibilmente”. 

Essendo il legno un materiale leggero, ogni modulo, dopo essere stato prefabbricato con precisione millimetrica, è facilmente trasportabile e maneggiabile in cantiere; inoltre, il montaggio effettuato interamente a secco mediante l’utilizzo di collegamenti meccanici, è estremamente veloce e consente di rispondere alle sempre più stringenti esigenze dei cantieri moderni. L’assenza di getti e in generale di acqua e materiali inerti consente di mantenere più pulito e ordinato l’ambiente di lavoro e di organizzare al meglio le diverse fasi di lavorazione. 

“Le facciate prefabbricate in legno di Rubner Holzbau impiegano meno acqua e rilasciano meno CO2 rispetto alle facciate con cappotto e le facciate ventilate, come emerge dalla quantificazione dell’impatto ambientale nel ciclo di vita – conclude Miren Juaristi Gutiérrez, PhD Eurac Research che aggiunge: “L’installazione a secco delle facciate di Rubner Holzbau permette anche la separazione effettiva dei materiali e il riutilizzo degli elementi”. 

La continua innovazione tecnologica di Rubner Holzbau nel settore delle facciate è sostenuta da più di 90 anni di esperienza nelle costruzioni in legno; il poter contare su un grande Gruppo alle spalle che copre con le consociate tutta la filiera del legno, dalla progettazione al procurement del materiale (i tronchi d’albero, provenienti da foreste gestite in modo sostenibile, vengono utilizzati e valorizzati al 100%), all’assemblaggio fino all’installazione in cantiere, garantisce enormi benefici in termini di controllo del processo e maggiore affidabilità sui tempi.  

Email: holzbau.brixen@rubner.com
 

sito internet: https://www.rubner.com/it/holzbau/
 

 

Continua a leggere

Immediapress

Locauto Takes Sanremo 2023

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Nasce la collaborazione tra Locauto Group e la società di Management, Digital Engagement e consulenza creativa Doom Entertainment 

Milano, 7 febbraio 2023 – A poche ore dall’inizio del Festival di Sanremo 2023, Locauto Group, azienda leader nel noleggio di auto e veicoli commerciali, inaugura un progetto di comunicazione e digital engagement con Doom Entertainment, nota agenzia creativa e di management, specializzata nella produzione e distribuzione di contenuti digitali, durante la settimana più chiacchierata e attesa dell’anno. 

I content creator Simone Paciello, in arte Awed, e Nicky Passerella, saranno infatti i protagonisti di un’esperienza di viaggio a bordo di un veicolo Locauto da Milano a Sanremo proprio in concomitanza con la settimana del festival della canzone italiana, e attraverseranno alcuni tra i luoghi più nascosti e scenografici della Regione Liguria. 

 

Ad accompagnare i due talent in questo road trip alla scoperta del territorio, le canzoni iconiche del Festival, spunto per le diverse attività di social engagement organizzate tra le strade di Sanremo, dove passanti e appassionati della kermesse sanremese saranno coinvolti in prima persona. 

“Siamo un’azienda che si nutre di passioni: dallo sport alla musica, siamo sempre alla ricerca di opportunità in grado di rafforzare questi valori e promuoverli su ampia scala. “Locauto Takes Sanremo” – commenta Raffaella Tavazza, CEO Locauto Group – è stato sviluppato insieme a Doom Entertainment proprio in quest’ottica e siamo felici di annunciare che sarà il primo di tanti progetti di social engagement che svilupperemo insieme”. 

Annamaria Berrinzaghi, CEO Doom Entertainment, dichiara “Siamo felici ed entusiasti di abbracciare il gruppo LOCAUTO per tutta la comunicazione social del 2023, creando anche progetti speciali per rendere unico e riconoscibile il brand. Locauto Takes Sanremo è il primo di questi, che speriamo possa far vedere la forte sinergia e passione che stiamo sviluppando in questo lavoro di squadra”. 

Sarà possibile seguire la road experience e tutti i contenuti prodotti sui canali social Locauto attraverso l’hashtag #LocautoTakesSanremo 

 

LOCAUTO 

Ufficio Stampa – Sergio Cerini
 

Cell

. [+39] 335 6951224 ufficiostampa@locautorent.it
 

 

 

 

 

 

 

Continua a leggere

Articoli recenti

Post popolari

Il contenuto di questa pagina è protetto.