La storia del Tiramisù fra leggenda e realtà


Il famoso dolce Tiramisù, è conosciuto e consumato oggi in tutto il mondo.
Tuorlo d’ uovo, mascarpone, savoiardi inzuppati nel caffè zuccherato e spolverata di cacao amaro, la ricetta di questo dolce simbolo della pasticceria italiana è di una semplicità unica, ma probabilmente non conosciamo la sua esatta origine.

Per svelare il segreto del Tiramisù e delle sue origini, bisogna tornare indietro nel tempo fino al XIX secolo, esattamente nella meravigliosa città dei Dogi, Venezia, nel nord Italia. Oggi la città lacustre è visitata principalmente per i suoi incantevoli canali e gli innumerevoli strabilianti palazzi storici. Ma si narra che all’epoca, era una importante stazione marittima, una delle più note del Mediterraneo, rinomata anche per i sue le sue “Lupanare”. “Venezia era un notevole centro di commercio, quindi c’erano molti marinai“, afferma Giorgio Bughetto, Presidente dell’Associazione Doge di Treviso, città distante una trentina di chilometri da Venezia.

Sul Ponte Delle Tette, le prostitute mostravano il seno per attirare gli uomini nei bordelli. All’interno dei postriboli, ai clienti veniva poi servito un dolce, l’antenato del tiramisù, che letteralmente si traduce in “risollevami il morale“. In Italia questi luoghi di piacere sono stati chiusi per sempre dal 1958, ma il tiramisù fortunatamente è lungi dall’essere scomparso.

Un’altra delle ipotesi sulle origini di questo dessert lo colloca nella regione Toscana, più precisamente nella città del Palio, Siena. Qui, in occasione di una visita del Granduca Cosimo III de’ Medici, venne inventato un gustoso dessert, denominato “Zuppa del duca” con ingredienti molto simili all’attuale tiramisù. Tuttavia vi sono alcune discrepanze in questa leggenda poiché, sia i savoiardi che il mascarpone, erano poco utilizzati nella pasticceria senese fra il XVII e il XVIII secolo, in più il mascarpone, difficilmente poteva essere conservato e trasportato rapidamente dalla Lombardia, sua regione di produzione, sino alla Toscana.

Un’altra leggenda, molto più semplice narra che il Tiramisù era in realtà un trucco per non sprecare caffè freddo e torte avanzate. A questi 2 ingredienti fu aggiunto poi del liquore per ammorbidire la torta, ricoprendi poi il tutto con panna o mascarpone.

Nel tempo, il Tiramisù si è evoluto considerevolmente e sono emerse molte varianti: biscotti diversi, pan di Spagna, pane in cassetta, uso della frutta, o altri stravaganti ingredienti gourmet “Stellati”…

E voi, carissimi lettori, siete più per un Tiramisù Classico o un Tiramisù Insolito, come quello che vi abbiamo mostrato in foto?

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Gastronomia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *