La Russia punta a attirare la cripto-community


La Duma – il parlamento russo – ha approvato un disegno di legge che dovrebbe esentare dal pagamento dell’imposta sul valore aggiunto chi opera con le cripto. La proposta dovrebbe comprendere anche un’aliquota fiscale di favore sul reddito proveniente dai guadagni provenienti dalla vendita di criptovalute: per le società russe la tassazione passerebbe dal 20% al 13%, e al 15% per le società straniere che operano in territorio russo. Questa tassazione risulterebbe una delle più favorevoli al mondo: se riuscisse a convincere la comunità cripto rappresenterebbe per Mosca – finora abbastanza ostile alle valute digitali – un modo per aggirare gli effetti delle sanzioni economiche. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Economia Ultima ora