La M5s Taverna querela l’azzurro Ruggeri ma la Camera lo ‘assolve’


La Camera ha ‘assolto’ il deputato di Fi, Andrea Ruggieri, dalla denuncia presentata dalla senatrice M5s, Paola Taverna. L’aula (approvando la relazione della Giunta per le autorizzazioni, relatice Eva Lorenzoni) si è espressa a favore dell’insindacabilità delle affermazioni del deputato azzurro, con 270 sì, 103 no e 29 astensioni. La Camera, in sostanza, ha decretato un ‘non luogo a procedere’ in merito alla causa civile intentata dalla senatrice Taverna, generata dalle dichiarazioni fatte nel 2020 da Ruggieri nel corso della trasmissione televisiva “Quarta Repubblica”, inerenti a una spesa telefonica mensile di 350 euro fatta dalla parlamentare del M5s.  

Una cifra davanti alla quale, secondo la ricostruzione fornita nell’atto di citazione da Taverna, Ruggieri avrebbe affermato “o te li rubi o sei scema… ” e ancora “o te li fotti o sei scema”. La Taverna che non era presente nello studio televisivo querelò il deputato di Fi. Prima del voto odierno le parti avevano fatto un tentativo di mediazione, che non è andato a buon fine e che due anni dopo è sfociato nell”assoluzione’ della Camera.  

Su 402 presenti e 373 votanti, 29 si sono astenuti, tra questi Pier Luigi Bersani, Federico Fornaro, Stefano Fassina e Federico Conte di Leu, la cinque stelle Valentina Corneli e 11 piddini. Ruggieri si è ‘salvato’ grazie a un centrodestra stavolta compatto e al contributo determinante del Pd (41 si sono espressi a favore, solo 8 contrari). Tutti i parlamentari 5S presenti, tranne la Corneli, si sono schierati per il ‘no’, chiedendo che il ‘processo civile’ andasse avanti. ”Ringrazio l’Aula – ha commentato laconicamente Ruggeri – e mi scuso per averla impegnata su una sciocchezza simile. Peraltro io, per questione di stile, non ho nemmeno votato…”.  

 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Politica Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.