La Cnn licenzia l’anchorman Chris Cuomo: ‘Aiutò il fratello governatore’


Dopo la sospensione decisa martedì, la Cnn ha infine licenziato Chris Cuomo, accusato di avere aiutato il fratello Andrew nella vicenda dello
scandalo sessuale
che ha visto coinvolto l’ex governatore dello Stato di New York. Chris, uno dei volti più noti dell’emittente all news, aveva fatto parte dell”unità di crisi’ allestita dal fratello per fronteggiare le accuse che gli erano state rivolte.  

“Questo non è il modo con il quale vorrei mettere fine al mio tempo alla Cnn, ma ho già raccontato perché e in che modo ho aiutato mio fratello”, ha dichiarato Chris Cuomo in un comunicato, dicendosi “contrariato” dall’essere costretto a lasciare l’emittente, nella quale lavorava dal 2013.  

Chris, 51 anni, si era già scusato per avere “consigliato” il fratello Andrew. Nuovi documenti resi noti dalla procuratrice generale di New York, Letitia James, hanno però rivelato che l’anchorman della Cnn avrebbe in realtà minimizzato il proprio ruolo nella vicenda, al punto da abusare del proprio ruolo di giornalista, per scoprire quali informazioni avessero in mano altri sui colleghi e “fonti” riguardo all’indagine sull’ex governatore.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Esteri Ultima ora