Ius Scholae, Forza Italia: “Temi divisivi, rischio compromissione governo”


“In Conferenza dei capigruppo, a Montecitorio, ho chiesto che su argomenti divisivi, come la cannabis e lo Ius Scholae, non si facciano delle forzature d’Aula. La possibilità di coltivare la cannabis anche sul balcone di casa è un qualcosa che noi riteniamo inaccettabile, così come crediamo nel valore dell’integrazione e siamo sensibili alle problematiche che riguardano i minori stranieri presenti in Italia, tant’è che abbiamo formulato una precisa proposta per l’ottenimento della cittadinanza dopo la frequenza, con merito, di almeno un ciclo scolastico, che come previsto dalla legge italiana è di 8 anni. Idea non condivisa dalle altre forze della maggioranza. La connotazione etico-culturale di questi temi specifici è talmente elevata da rischiare di compromettere la tenuta di una maggioranza così eterogenea”. Lo afferma Paolo Barelli, capogruppo di Forza Italia alla Camera. 

“Per Forza Italia -aggiunge- le priorità sono altre e dettate dalle emergenze che stiamo vivendo. Tra queste, il taglio del cuneo e la riduzione delle tasse; il sostegno alle imprese e alle famiglie; misure più incisive e strutturali contro il caro-bollette. Insomma, il governo di salvezza nazionale, nato per affrontare emergenze quali la lotta al Covid, il costo delle materie prime e dell’energia, e la guerra in Ucraina, non può essere compromesso da un calendario parlamentare che predilige la divisione”.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Coronavirus Ultima ora