Intervista esclusiva ad Agnese Lorenzini: «Basta poco per rendermi la persona più felice del mondo»


Agnese Lorenzini è un’attrice italiana che nasce a Genzano di Roma nel 1990. Dopo aver conseguito la laurea in Filosofia, si diploma all’accademia Cassiopea, coltivando anche la sua passione per il canto. Debutta per la prima volta nel lungometraggio The Tape (2013), affacciandosi nel mondo del teatro nel 2014 con lo spettacolo “Le figlie di Magdalene“. In seguito, Agnese è diventata nota al grande pubblico nella soap “Un posto al sole“, dove interpreta dal 2016 il ruolo di Susanna Picardi, una giovane avvocatessa con la passione per la magistratura. Per quanto riguarda la vita privata, Agnese è molto riservata e condivide ben poco dei suoi momenti personali sui social ma ha una grande passione per il nuoto, la danza e l’atletica. Per conoscerla un po’ meglio noi l’abbiamo incontrata, ecco la nostra intervista!

Ciao Agnese e benvenuta su Sbircia la Notizia Magazine. Cominciamo con la domanda di rito che facciamo un po’ a tutti i nostri ospiti: chi è Agnese nella vita di tutti i giorni?
Nella vita di tutti i giorni mi servono poche semplici cose per rendermi la persona più felice del mondo: il calore dei miei amici e del mio ragazzo, una cosa a scelta tra un bel film o uno spettacolo teatrale o un libro e l’aria aperta. Amo passare il tempo nella natura, che sia per una passeggiata, un’escursione o una nuotata al mare (e per questo mi batto per difenderla quotidianamente dal consumismo e l’egoismo in cui viviamo). E le apparenze ingannano: sono decisamente più “folle” di quanto non sembri, anche perché sennò avrei sbagliato mestiere!

Per diventare attrice ti sei diplomata all’accademia Cassiopea di Roma, come e quando hai scoperto la tua passione per la recitazione?
Non c’è un momento preciso. Se devo fidarmi di quello che mi dice l’istinto, mi sembra che da sempre fosse chiaro dentro di me questo desiderio e questa passione. Sicuramente già alle elementari come attività extrascolastica preferivo il corso di teatro allo sport e non vedevo l’ora di salire sul palcoscenico. Mi divertivo un mondo.

Fai parte di Un posto al sole ormai dal 2016 ma lavori molto spesso anche a teatro. Preferisci la tv o il teatro?
Sono due mondi diversi ma complementari. Per quanto mi riguarda sono due strade altrettanto belle e entusiasmanti ma che partono dallo stesso punto. Se proprio devo esprimere una preferenza, dico il teatro ma semplicemente perché il primo amore non si scorda mai!

Oltre la recitazione, quali sono le tue più grandi passioni?
Come ho già detto, la cosa che mi entusiasma di più oltre alla recitazione, è stare nella natura e tenermi in movimento. Mi intristisco tantissimo se passo troppo tempo ferma o al chiuso! E poi adoro leggere, perlopiù quando posso prendermi giornate intere per farlo, perché assaporo meglio le storie. E ho una passione per la fantascienza!

Parliamo un po’ del tuo personaggio che interpreti in Upas: cosa c’è di te in Susanna e viceversa?
Condividiamo la determinazione nel seguire un obiettivo che è anche una passione: per lei la magistratura, per me la recitazione. Non sono cose a cui ti dedichi per soldi, per calcolo o per tornaconto. Lo fai perché non hai alternative, ti piace troppo e non puoi rinunciarci e credi nel valore di quello che fai. Per il resto siamo parecchio diverse. Susanna, anche per il suo passato, è abbastanza fredda negli affetti, come se avesse sempre paura di buttarsi in qualcosa di troppo intenso, io invece se provo affetto per qualcuno ho bisogno di dimostrarlo. E poi una cosa che dico sempre… Susanna è sempre in ordine, precisa anche nel curare il suo aspetto: ecco, il mio opposto direi!!! Se non ne ho esigenza, non mi trucco e mi metto addosso la prima cosa che capita!

In un posto al sole, Susanna ha avuto una sbandata per un altro uomo proprio nel momento in cui stava pianificando il proprio matrimonio. Cosa ne pensi di questa storia e soprattutto, come si sarebbe comportata Agnese nella vita reale?
Ho imparato a non esprimere giudizi su questioni del genere. Può capitare una sbandata, può capitare tutto nella vita e poi siamo tutti così diversi, è impossibile che quello che secondo me è giusto lo sia per tutti. Io, personalmente, se mi fossi resa conto a pochi passi dall’altare di avere dei dubbi e addirittura il sospetto di amare qualcun altro, ne avrei parlato col mio compagno. Io credo e ho imparato nel tempo che l’unica chiave per un rapporto autentico è comunicare, dire cosa ci fa stare male, dire ad alta voce anche i dubbi che abbiamo e aspettarsi lo stesso dall’altro. Finora, per me, ha sempre funzionato e anche quando le cose sembravano davvero nere, parlarne ha rimesso in moto l’ingranaggio e ha sempre costituito un salto di qualità del rapporto. Per crescere insieme bisogna stare insieme e quindi rendersi partecipi di tutto, anche delle cose brutte.

Vivi a Roma ma sei spesso a Napoli per lavoro. Come descriveresti Napoli e i napoletani?
In una parola? CALDI. Se penso a Napoli penso al calore di una città che ti abbraccia e ti coinvolge, sempre in fermento!

Con quale collega hai legato particolarmente?
Il mio amore per Marina Crialesi non è un segreto per nessuno ormai (ride, ndr). Siamo entrate insieme, eravamo insieme il nostro primo giorno in redazione e poi sul set. È nata una bellissima amicizia: in Marina ho trovato una compagna di camminate folli, una folle compagna di scherzi e un punto fermo nel momento del bisogno. Siamo molto diverse per alcune cose, ma quelle che ci accomunano sono tanto più forti.

Parlaci un po’ della tua esperienza sul set di un posto al sole…
Questi passati sul set di Upas sono stati anni molto belli: è un set che sicuramente in alcuni momenti può essere faticoso, perché hai tanto materiale da girare e ci sono stati dei mesi di andirivieni da Roma, in cui mi dividevo tra il set e il teatro che mi hanno messo a dura prova. Ma la fatica fisica è sempre ripagata dal calore dei fan e anche dal gioco di squadra con i colleghi, i registi e i tecnici. È bello andare a lavoro se trovi un ambiente accogliente e positivo.

Un posto al sole ma non solo: ti va di raccontarci qualcosa di più sul tuo percorso artistico?
Beh diciamo che a parte qualche esperienza lavorativa che mi è capitata già durante l’accademia, la mia carriera è iniziata dopo gli studi, soprattutto col teatro e poi con Un Posto al Sole. In teatro ho trovato la mia dimensione con la compagnia Nogu Teatro, ma ho collaborato anche con altre realtà, perché pensavo fosse importante sperimentare il più possibile.

C’è un desiderio in particolare che vorresti si realizzasse?
Sì, due in realtà. Mi piacerebbe nel prossimo futuro cambiare casa e trovare un posticino più adatto a me e a Francesco. E poi ovviamente il grande schermo: quando arriverà sarà sicuramente il coronamento del mio lavoro e mi piacerebbe che fosse un progetto di qualità!

Che impatto ha avuto il Coronavirus sulle tue abitudini?
La quarantena, nonostante tutto, l’ho vissuta abbastanza bene, perché ho la fortuna di convivere serenamente col mio compagno e soprattutto la letalità del virus non ha toccato amici o parenti (questo ha fatto tanto la differenza). E lì per lì ha migliorato le mie abitudini: mangiavo bene, mi allenavo e ho letto una caterva di libri. A uno sguardo più generale, però, è stato devastante: un periodo così pieno di progetti da accantonare, di frustrazione, di confusione. Mi sono sentita inutile per la società, superflua, il mio lavoro improvvisamente rischiava di perdere ogni senso. Questo nei momenti più bui, ma quando riuscivo ad essere positiva, vedevo che il Coronavirus non ha fatto altro che rafforzare in me il desiderio di perseguire la mia strada e ha dato ancora più senso al nostro lavoro.

Le foto pubblicate sono di Giuseppe D’Anna / FremantleMedia / Rai

Per seguire Agnese Lorenzini su Instagram, vi rimandiamo al suo profilo ufficiale.

© Sbircia la Notizia Magazine, è vietata qualsiasi ridistribuzione o riproduzione del contenuto di questa pagina, anche parziale, in qualunque forma.

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Coronavirus Interviste Spettacolo Tv & Gossip

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *