Intervista esclusiva a Marchino: «Lo sport è qualcosa a cui io non so rinunciare»


E’ stato il volto di tantissime pubblicità, mondo di cui è sicuramente il re, ma attualmente si sta facendo conoscere, con il suo carattere, anche come componente del muro di All Together Now, lo show di successo condotto, ogni domenica sera, da Michelle Hunziker su Canale 5. Una vera e propria novità nella vita dell’attore Marchino che, dopo tantissimi anni passati sui set di tanti promo di successo, vorrebbe dare una svolta alla sua carriera dal punto di vista televisivo. Un sogno che spera si realizzi, proprio come ci ha raccontato su Sbircia La Notizia Magazine.

Con la collaborazione di Roberto Mallò per Massmedia Comunicazione

Marchino, come è incominciata la sua strada nel mondo della pubblicità?

“La mia non è una di quelle storie tipo mi hanno fermato per caso per strada chiedendomi se e poi è successo tutto io avevo proprio pianificato tutto quando ero molto piccolo guardavo la televisione ed ero molto colpito da questi piccoli film che erano poi le pubblicità è lì ho subito realizzato che mi sarebbe piaciuto tantissimo poter far parte di una pubblicità arrivato a Milano a 18 anni al mio primo casting venne preso e Dalì non mi sono più fermato non mi sarei mai immaginato di diventare il re delle pubblicità in Italia.”

Quali sono i promo che, dal suo punto di vista, hanno influenzato maggiormente la sua carriera?

“Le pubblicità hanno la capacità di entrare nelle case degli italiani o comunque degli utenti di tutto il mondo tutto il giorno in Moltissimi momenti della giornata quindi non so dirti quale abbia avuto più efficacia o meno efficacia, è vero che lo spot delle caramelle Haribo mi ha dato la possibilità di rendere tutto quello che faccio più pop.”

E’ difficile farsi strada nel mondo della pubblicità?

“Il mondo della pubblicità è un mondo davvero molto complicato fatto di richieste davvero molto precise di velocità, di puntualità e anche se non sembrerebbe di professionalità e preparazione, la preparazione attoriale è fondamentale in questo campo perché le richieste del cliente non sono mai approssimative: hanno esigenze di precisione e rapidità, spesso quando si devono dare delle battute succede che bisogna essere più veloci possibili rischiando quasi di sembrare naturale ma la capacità dell’attore è quella di far sembrare tutto normale e semplice.”

Che consiglio darebbe ad un giovane che vuole provare ad intraprendere la sua stessa strada?

“Il consiglio di intraprendere questa strada non è facile da dare perché la pubblicità ce la devi avere nel dna, bada bene che non ha niente a che fare con quello che fanno gli influencer sui social, spesso si confonde il genere ma spesso ritengo che chi fa l’influencer non può fare pubblicità commerciale alla televisione perché non è in grado, infatti gli influencer nascono soprattutto perché non riescono a fare quello che faccio io cioè fare un provino per una pubblicità essere selezionato, essere scelto come attore protagonista firmare un contratto, presentarsi sul set essere truccato, studiare le battute farsi dare il ciak e poi a fine giornata con l’autista ritornare a casa. Tutto questo è quello che vorrebbe un’influencer… Quindi il mio primo consiglio è quello di non fare gli influencer pensando che i due settori si assomiglino ma in realtà sono davvero molto differenti.”

In queste settimane la stiamo vedendo tra i componenti del muro del programma All Together Now. Come è nata la sua partecipazione lì?

“Il programma va in onda tutte le domeniche su Canale cinque per me è stato davvero un onore partecipare, mi sono impegnato e sin dalla prima puntata tutta la produzione già conosceva il mio nome me ne sono accorto perché appena finito di registrare la prima puntata, ho sentito citare il mio nome chiamandomi decine e decine di volte quello era il segnale che stavo facendo bene il mio lavoro, programma hai fatto apposta per le famiglie e spensierato e pieno zeppo di musica e io sono davvero grato di aver fatto parte di un programma gigantesco con un direttore artistico come Roberto cenci che è stato fenomenale mi sono sentito uno studente universitario seduto al mio banco che poi sarebbe il muro che con quadernino prendevo appunti… Per non parlare poi degli autori come Francesca cenci che mi ha scelto ed è stata la mia autrice di riferimento alla quale devo tantissimo per l’interventi che ho fatto durante il programma e poi del fantastico Marco Salvati uno degli autori più importanti che abbiamo nel panorama italiano.”

Che tipo di giurato credere di essere stato?

“Io non sono stato un giurato dal cuore d’oro, anzi credo di essere stato un pochino cattivello questo perché a me nella vita non mi ha mai regalato niente nessuno nessuno mi ha mai fatto la carità nel mio lavoro ho sempre ottenuto tutto sulla base del mio talento delle mie capacità della mia professionalità quindi spesso mi trovo a giudicare con severa attitudine il lavoro degli altri detesto chi dal divano di casa sua pensa direttamente di arrivare in televisione e poter diventare famoso.”

E di Michelle Hunziker invece che mi dice?

“Michelle è stata fenomenale, ero davvero stupito che riuscisse a ricordarsi la maggior parte dei nomi di tutti i 100 del muro e ancor più mi sono stupito come avesse imparato velocemente il mio di nome è Marchino, che è il mio nome d’arte ma che arriva da quando ero uno studente alla scuola elementare.”

Le piacerebbe prendere parte ad altri show televisivi?

“La televisione è un qualcosa che mi ha sempre affascinato dal punto di vista dei programmi televisivi io in questo momento sono molto grato di aver fatto parte di All Together Now E così vorrei continuare a sguazzare nel top della televisione, ad esempio Pino Strabioli con il suo caffè di Raiuno è un contenitore culturale stupendo e spero in un miracolo che mi possano prendere magari come inviato, conosco Pino Strabioli da moltissimi anni perché mi prese a condurre uno show sul teatro quando io ero appena uscito dalla scuola d’arte drammatica Paolo grassi ricordo che al casting rimase sorpreso nel mio modo di sapere e interpretare il canto quinto della Divina Commedia.”

Sicuramente per fare pubblicità bisogna anche saper recitare. Lei ha studiato in tal senso?

“Come ti dicevo prima lo studio è fondamentale non solo in pubblicità ma in generale nel mestiere dello spettacolo la formazione deve essere una formazione seria non certo di un corso di teatro da due ore settimanali io quando avevo 23 anni ho fatto la scuola d’arte drammatica Paolo grassi che è uno delle scuole più importanti che abbiamo in Italia, lo studio è fondamentale per far riconoscere a chi ci provino se abbiamo talento e soprattutto se siamo in grado di non far gettare milioni di euro al cliente perché non siamo in grado di recitare il giorno in cui si gira la pubblicità. Mi sento di dire che la pubblicità è il settore del mondo dello spettacolo dove le raccomandazioni non hanno forza in quanto non è un giudizio artistico che viene dato ma un giudizio di gusto che è solo ed esclusivamente quello del cliente questo significa che se per il regista puoi essere la persona giusta, magari per il cliente assolutamente no e naturalmente anche il contrario.”

Cosa fa Marchino nel tempo libero? Quali sono i suoi hobby e le sue passioni?

“Il mio tempo libero e le mie passioni sono il mio grande tesoro che tengo gelosamente privato, tuttavia io sono esattamente come i personaggi che interpreto nelle mie pubblicità. Io sono il ragazzo acqua e sapone, il ragazzo della porta accanto e quindi ho degli hobby e degli interessi affini all’italiano medio ma se mi posso sbilanciare, lo sport, l’attività fisica è davvero qualcosa a cui io non so rinunciare.”

Parteciperebbe ad un reality per farsi conoscere maggiormente?

“Per quanto mi riguarda i reality show sono stupendi, da guardare in televisione. Oggi sono grande avessi ancora 25 anni probabilmente vorrei fare il grande fratello o tanti altri reality show, ma ad oggi che sono molto più grande perché mi avvicino ai quarant’anni mi sono reso conto che la mia intimità la mia vita privata alla quale fanno parte naturalmente la mia famiglia i miei amici oggi come oggi non sono disposto a portarla dentro uno show televisivo.sono fan del grande fratello perché posso guardarmelo a casa con un barattolino di gelato così come per l’isola dei famosi. Ma io oggi come oggi non parteciperei a nessun reality a nessun programma dove venga dato più interessa come mi sveglio la mattina piuttosto di come faccio il mio lavoro.”

E sul versante sentimentale… come va?

“Chi si fa i cavoli suoi campa cent’anni baci baci baci baci a tutti grazie.”

© Sbircia la Notizia Magazine, è vietata qualsiasi ridistribuzione o riproduzione del contenuto di questa pagina, anche parziale, in qualunque forma.

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Interviste Spettacolo Tv & Gossip

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *