Intervista esclusiva a Benedetta Valanzano: «Ho imparato a vivere giorno dopo giorno»


Nata a Napoli nel 1985, Benedetta Valanzano cresce nella città partenopea insieme ai genitori e alla sorella maggiore Maria Elena. Qui nasce e cresce la passione per la recitazione e per la musica, passione che la porterà a studiare nel tempo e sempre con l’appoggio incondizionato della famiglia sia arte, sia teatro e sia canto.

Gli studi affrontati con impegno danno d’altronde i loro frutti: la carriera di Benedetta, infatti, può vantare un curriculum artistico non solo estremamente ricco ma altrettanto eterogeneo nelle tipologie di esperienza.

Per quanto la notorietà al grande pubblico, è conosciuta per la sua partecipazione a molte fiction televisive di grande successo: “Carabinieri 3”, “Elisa di Rivombrosa 2”, “R.I.S. Delitti imperfetti”, “Un posto al sole”, “La nuova squadra”, “Don Matteo”, “Capri 2”, “I Cesaroni” e “Rex”. Le esperienze della Valanzano hanno spaziato in questi anni dal cinema ai videoclip, dalla radio alle serie web, dalla musica fino al cinema e al teatro.

Il suo eclettismo non la ferma neppure davanti al talent-show Ballando con le Stelle, a cui partecipa come concorrente nel 2010, lo stesso anno fortunato in cui va in scena insieme a Massimo Ranieri e Mariangela Melato, in “Filumena Marturano”.

Oggi Benedetta Valenzano si muove attraversando, come in tutta la sua vita professionale, tutte le discipline che l’hanno formata e resa celebre al grande pubblico, senza disdegnare semplici interventi come ospite in diversi programmi televisivi.

Nella vita privata Benedetta Valenzano è sposata da fine 2017 con Vittorio Ciancio, un avvocato civilista, con il quale dal 2019 ha una bimba, Anita. E per i lettori di Sbircia la Notizia Magazine, ecco un’intervista esclusiva!

Una napoletana non può non essere legata alla sua città vita natural durante: qual è il suo rapporto con Napoli?

“Io ho un rapporto indissolubile non solo con Napoli, ma con tutta la Campania. Sono nata a Castellammare di Stabia, ho vissuto a Caserta e vivo a Napoli… Ho sempre portato nel mio lavoro un pezzo della Campania e nella mia vita i ricordi d’infanzia sono legati a questa mia terra..”

Chi cucina in casa?

“Io, mia mamma e mia suocera… Anita usa il dido’.”

Con una community di oltre 10mila followers su Instagram e oltre 3500 sulla sua pagine Facebook personale, lei è certamente una persona che non si sottrae alle dinamiche social degli ultimi anni. Qual è il suo rapporto con questi strumenti di condivisione?

“Li uso con parsimonia, nonostante la mia voglia di condivisione. Seleziono sempre i contenuti, peso molto le parole e gli argomenti da trattare: chi si espone ha sempre una responsabilità. Però leggo tutto di tutti, sono più una finestra sul mondo per me.”

La sua è stata una carriera lunga e disseminata di soddisfazione, probabilmente anche di sacrifici, però: ora che ha una figlia, se la sentirebbe di assecondarla se -un domani- volesse seguire la sua strada?

“Le consiglierei di studiare, studiare e studiare… ed avere sempre altri interessi collaterali.”

Qual è stata la sua più grande soddisfazione professionale?

“Tutte mi hanno dato tante soddisfazioni: partendo da Upas, alla Nuova Squadra, Ballando, il teatro con Salemme, Ranieri, il Sistina, Lillo & Greg… devo continuare? (ride, ndr)”

E nella vista privata?

“La mia famiglia, mia Figlia…”

Il grande pubblico l’ha conosciuta in televisione grazie alle tante fiction: ce n’è una, o più di una, a cui è particolarmente affezionata?

“Come dicevo tutte, ma in particolare modo Upas: è stato il personaggio, Valeria, più lungo e complesso che abbia interpretato in tv.”

E un personaggio del cuore che ha interpretato e che ricorda con particolare tenerezza?

“Tenerezza? Proprio Valeria… Un gattino randagio la definirei.”

Lei ha avuto l’opportunità di lavorare in teatro con mostri sacri della recitazione: il teatro resta sempre il primo amore, non è così?

“Si, è così. Poi ho scoperto la commedia Musicale, ma è lo stesso amore.”

Si ricorda di aver ricevuto durante la sua carriera una critica faticosa da accettare?

“Mi chiamavano ‘Castorina’ per via del mio sorriso un po’ pronunciato… avevano anche ragione, non piaceva neanche a me, infatti ho provveduto. (ride, ndr)”

Dove si vede tra 10 anni?

“Non corriamo, mi mette l’ansia questa domanda! Ho imparato a vivere giorno dopo giorno.”

Immagini di scrivere oggi a sua figlia un biglietto, che lei troverà per caso tra 20 anni: cose le scrive?

“Quello che le dico sempre: ridi amore mio, sii fiera di te, della tua libertà di emozionarti ed emozionare, di stupirti. Prenditi cura della la tua intelligenza emotiva e ricorda sempre, anche se mamma non la vedi, mamma c’è.”

Ci lascia qualche anticipazione su quelli che sono i suoi progetti presenti e futuri?

“Ci stiamo lavorando: spero in una ripresa a teatro, intanto in Radio con Lillo e Greg 610 su Radio 2. Inoltre mi vedrete prossimamente in una fiction ma per ragioni contrattuali, al momento, non posso rivelare ancora alcun dettaglio.”

© Sbircia la Notizia Magazine, è vietata qualsiasi ridistribuzione o riproduzione del contenuto di questa pagina, anche parziale, in qualunque forma.

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Interviste Spettacolo Tv & Gossip

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *