Attualità Coronavirus Politica

In vigore il nuovo Dpcm: i dettagli sugli spostamenti, scarica l’autocertificazione


Da domani sarà in vigore il nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dpcm) con le restrizioni anti contagio da Covid-19 fino al 5 Marzo.

L’Italia è stata divisa, ancora una volta, nelle tre fasce di rischio. Da domani, domenica 17 gennaio, nella maggior parte delle Regioni sarà nuovamente necessario utilizzare l’autocertificazione per gli spostamenti, ma vediamo nel dettaglio prima quali sono i colori assegnati alle varie Regioni e poi chiariamo come e quando bisogna utilizzare l’autocertificazione, che potrete anche scaricare direttamente dal nostro articolo.

ZONA ROSSA

Lombardia, Provincia autonoma di Bolzano, Sicilia

ZONA ARANCIONE

Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria, Val d’Aosta, Veneto

ZONA GIALLA

Basilicata, Campania, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Toscana, Molise.

Ecco quando serve il modello di autocertificazione

SCARICA IL MODELLO CLICCANDO QUI

L’autocertificazione va sempre utilizzata in zona rossa. Si tratta di un vero lockdown in quanto sono vietati tutti gli spostamenti anche all’interno del proprio Comune se non per motivi importanti legati al lavoro o alla salute, che dovranno naturalmente essere comprovati mediante l’esibizione dell’autocertificazione. I negozi chiuderanno le proprie saracinesche, come sempre fanno eccezione quelli che vendono prodotti di prima necessità.

Per quanto riguarda la possibilità di spostarsi verso le abitazioni di amici e parenti, in zona rossa sarà consentito farlo solo una volta al giorno, al massimo in due persone. Fanno eccezione i disabili a carico e i minori di 14 anni. Resta ovviamente il coprifuoco tra le 22 e le 5 ma è inutile specificarlo considerando che la zona rossa già include i divieti imposti durante le ore notturne.

L’autocertificazione servirà invece nelle zone arancioni per potersi spostare in un altro Comune (e quindi anche tra Regioni) e durante il coprifuoco notturno, dalle 22 alle 5 (in questo lasso di tempo saranno in vigore le stesse limitazioni della zona rossa, per intenderci). Sono consentiti gli spostamenti all’interno del proprio Comune senza l’obbligo dell’autocertificazione.

La zona gialla è invece quella con meno restrizioni, sarà infatti possibile muoversi tra Comuni e Province, l’unica limitazione consiste nello spostamento tra Regioni, per cui bisognerà compilare l’autocertificazione sempre per comprovati motivi di necessità. Resta anche in zona gialla il coprifuoco dalle 22 alle 5, in cui valgono le regole della zona rossa.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *