Il parroco di Corzano: ”contagio sotto controllo, non siamo untori variante inglese”


“La stampa sta montando un caso, non si fa altro che terrorizzare la gente. Ma il contagio sta scemando ed è sotto controllo. Non è il caso di additarci come untori. Sono inorridito dalla stampa, è come se la variante inglese fosse nata qui”. Don Felice Olmi è adirato. Corzano, dove si trova la sua parrocchia, nel Bresciano, in una manciata di giorni si è trasformata in un focolaio, con un centinaio di persone colpite dalla variante inglese del coronavirus. Giovedì scorso un bambino è risultato positivo alla variante inglese, dopo essere entrato in contatto con un’insegnante, anch’essa positiva al virus. Il 10 per cento della popolazione di Corzano (1.400 anime) risulta positivo al Covid. 

“Le persone devono essere tranquillizzate – spiega don Felice – il contagio è scaturito dalla scarsissima avvedutezza dell’insegnante che è andata a scuola con qualche linea di febbre ma che doveva stare a casa. La gente è in casa in quarantena, sta scemando il contagio, è in diminuzione, non occorre montare un caso”. 

Quindi rimarca il parroco: “Ora Corzano è un paese fantasma, ieri sono venute poche persone a messa per San Biagio. Non facciamo diventare il caso come ‘la variante inglese di Corzano’, altrimenti poi veniamo additati come degli appestati da isolare o peggio ancora”. Per Don Olmi “il virus sta scemando, sta facendo il suo naturale decorso. Anche il sindaco l’ha comunicato poco fa e non vedo perché la stampa stia montando un caso”. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Coronavirus Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.