Guerra Ucraina, Visa e Mastercard al lavoro per stop transazioni in Russia



Visa è al lavoro con i suoi clienti e partner per interrompere tutte le transizioni in Russia nei prossimi giorni. Una volta completate tutte le operazioni, tutte le transazioni avviate con carte Visa emesse in Russia non funzioneranno più al di fuori del Paese e tutte le carte Visa emesse da istituti finanziari al di fuori della Russia non funzioneranno più all’interno della Federazione Russa. 

“Siamo obbligati ad agire in seguito all’invasione russa dell’Ucraina e agli eventi inaccettabili a cui abbiamo assistito”, sottolinea Al Kelly, presidente e Ceo di Visa. “Ci rammarichiamo per l’impatto che ciò avrà sui nostri stimati colleghi e sui clienti, partner, commercianti e titolari di carte che serviamo in Russia. Questa guerra e la continua minaccia alla pace e alla stabilità richiedono che rispondiamo in linea con i nostri valori”. 

Dopo la Visa anche Mastercard ha annunciato la sospensione dei suoi servizi in Russia. “Questa misura – sottolinea la società – implica che le carte emesse dalle banche russe non saranno più supportate dal sistema Mastercard”. Inoltre, ha sottolineato la società, “le carte Mastercard emesse al di fuori del Paese non funzioneranno in Russia”. 

Le decisioni di Visa e Mastercard di bloccare le transazioni in Russia non avranno un impatto sulle carte di pagamento Sberbank. Lo sostiene la stessa banca secondo quanto riferisce l’agenzia russa ‘Tass’. “Tutte le carte dei clienti Sberbank funzioneranno, sarà possibile effettuare transazioni sul territorio della Russia – prelevare contanti, effettuare trasferimenti per numero di carta, pagare sia nei negozi offline che nei negozi online russi “, ha sottolinea la banca. 

 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.