Green pass Italia obbligatorio, multe e sanzioni: ristoranti e palestre, regole dal 6 agosto


Green Pass obbligatorio in Italia da domani, venerdì 6 agosto, per ristoranti al chiuso (e al tavolo), palestre, spettacoli. Ma cosa rischia chi non rispetta le regole? Ci sono sanzioni? E a quanto ammontano? “I titolari o i gestori dei servizi e delle attività autorizzati previa esibizione del Green Pass sono tenuti a verificare che l’accesso a questi servizi e attività avvenga nel rispetto delle prescrizioni. In caso di violazione può essere elevata una sanzione pecuniaria da 400 a 1000 euro sia a carico dell’esercente sia dell’utente. Qualora la violazione fosse ripetuta per tre volte in tre giorni diversi, l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni”, precisa Palazzo Chigi dopo il varo del decreto covid. 

Sono diverse le attività per le quali è richiesto il Green Pass:  

– Servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso; 

– Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;  

– Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;  

– Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;  

– Sagre e fiere, convegni e congressi;  

– Centri termali, parchi tematici e di divertimento;  

– Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione;  

– Attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò; Concorsi pubblici”.
 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Coronavirus Cronaca Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *