Gas, stoccaggi italiani al 45%. Sopra media Ue


I flussi di gas oggi in Italia sono regolari. Al momento, il livello di riempimento degli stoccaggi italiani è di circa il 45% (44,72%) contro una media europea del 40,9%. Per quanto riguarda i principali paesi europei, in Germania, che ha la maggior capacità di stoccaggio in Europa davanti all’Italia, il livello di riempimento degli stoccaggi è attualmente del 42,32%. In Francia si attesta al 43,55%. Nei paesi in cui la capacità di stoccaggio è minore, come in Portogallo che 0,3 miliardi di metri cubi di capacità, il livello di riempimento degli stoccaggi è all’89,85%. In Spagna è al 64,85%. In Polonia, che ha una capacità di stoccaggio 1/5 rispetto a quella italiana, il livello di riempimento degli stoccaggi è all’89,09%. 

Per quanto riguarda i flussi di gas, dai dati di oggi di Snam, aggiornati alle 17, il sistema risulta bilanciato come lo è sempre stato finora, con domanda soddisfatta e alimentazione regolare degli stoccaggi. Il gas in entrata nel sistema italiano nella giornata di oggi è previsto a 230 milioni di metri cubi a fronte di una domanda di 138 milioni, con circa 95 milioni destinati a iniezione negli stoccaggi.  

Come già accaduto in buona parte dell’inverno, Mazara del Vallo, entry point del gas algerino, è la prima fonte di importazione con 55 milioni di metri cubi, seguita da Passo Gries (Nord Europa) con 52 mln e da Tarvisio (Russia) a 40. Melendugno, con i flussi dall’Azerbaigian via Tap, si attesta a 27,5 milioni. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Economia Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.