Fondi coronavirus, Fedez non ha diffamato il Codacons: archiviate accuse


Il gip di Milano Roberto Crepaldi ha disposto l’archiviazione dell’indagine per diffamazione contro Federico Lucia, in arte Fedez, partita da una denuncia del Codacons del 17 aprile 2020. A far nascere la disputa una storia pubblicata dal cantante su Instagram in cui accusava l’associazione di consumatori – promotrice di una raccolti fondi per combattere il coronavirus ma senza particolari dettagli sulla destinazione dei soldi – di voler ottenere visibilità da una tragedia. Per il giudice le affermazioni dell’artista rientrano nella libera manifestazione di opinioni. Si tratta solo di una delle diverse querele che il Codacons ha depositato contro il cantante. 

Per il gip Crepaldi, che non ha ritenuto sufficienti i motivi avanzati dall’associazione che si era opposta alla richiesta di archiviazione, quelle del cantante sono opinioni basate su fatti veri che rientrano nel diritto di critica. Fedez festeggia su Instagram con una piccola danza “della vittoria” la decisione del giudice e canticchia “e poi me ne restano mille…”, frase del suo ultimo successo su cui il Codacons ha presentato un altro esposto per pubblicità occulta rispetto al video.
 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Coronavirus Cronaca Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.