Flash News

Flash News dell’11 Gennaio 2021


  1. Siamo pronti ad approvare il Recovery Plan, domani in Consiglio dei Ministri“, lo ha detto il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, assicurando “lavoriamo per costruire“, mentre esprime preoccupazione peer l’andamento dei contagi;
  2. Oggi sarebbe dovuto essere il giorno del ritorno in classe per gli alunni delle scuole superiori con presenze alternate al 50%. E’ stato così, invece, solo per tre Regioni (Toscana, Abruzzo e Valle d’Aosta). In tutto il resto del Paese si va avanti con la didattica a distanza, contro la quale gli studenti protestano in molte città, da Nord a Sud. La Ministra Azzolina avverte “la DAD non funziona più“;
  3. Da oggi, fino a venerdì prossimo, l’Italia è in zona gialla ma 5 Regioni restano in arancione. Si attende il nuovo Decreto anti covid che dovrebbe entrare in vigore sabato prossimo, con una nuova stretta sulla movida;
  4. E’ stato individuato a Milano un nuovo paziente uno da Coronavirus, sarebbe una 25enne affetta da dermatosi atipica. Risultata positiva già il 10 Novembre 2019;
  5. Nel nostro Paese i dati della pandemia continuano a preoccupare, anche ieri sono stati registrati oltre 18.000 nuovi contagi, a fronte di quasi 140.000 tamponi. Il rapporto tra nuove infezioni e test effettuati torna sopra il 13%. I decessi ieri sono stati 361 ed è salito il numero di pazienti ricoverati: 167 in più, 22 in terapia intensiva. L’attenzione deve quindi rimanere alta, con tutte le misure di precauzione necessarie;
  6. Sei milioni di persone vaccinate entro fine Maro in Italia, è la promessa del Commissario Arcuri. Questa mattina nuova consegna da Pfizer, in leggero ritardo sulle forniture. Mentre si attende l’arrivo delle fiale di Moderna e l’approvazione del terzo vaccino: quello di AstraZeneca;
  7. Negli Stati Uniti, dopo l’assalto a Capitol Hill, a Washington i democratici insistono “Trump va allontanato, è una minaccia per la democrazie“. Oggi anche Melania, la moglie del Presidente uscente, prende le distanze e condanna i disordini.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *