Flash News del 26 Novembre 2020


  1. Il mondo piange la scomparsa di Diego Armando Maradona, morto di edema polmonare e insufficienza cardiaca, ieri, nella sua casa in Argentina, dov’era in convalescenza dopo un delicato intervento al cervello. La salma è stata portata questa mattina nella Casa Rosada, il palazzo Presidenziale di Buenos Aires, dove è allestita la camera ardente. In migliaia in fila fin dall’alba per rendere omaggio al grande campione. L’Argentina ha proclamato tre giorni di lutto nazionale. Lutto cittadino anche a Napoli, dove già ieri sera in centinaia sono scesi in piazza per ricordare il mito del calcio;
  2. Rallenta la curva dei contagi in Italia: ieri quasi 26.000 i nuovi casi e si allenta la pressione sugli ospedali, ma resta alto il numero dei decessi, 722. La Lombardia duramente colpita presenta un quadro di contagi in concreto miglioramento e domani chiederà ufficialmente di passare da zona rossa ad arancione. Il Governo, intanto, è al lavoro sul nuovo DPCM con altre misure di contenimento del virus, le ipotesi sul tavolo: probabile quarantena per chi andrà all’estero, raccomandazione per i pranzi natalizi – a tavola non più di 8, prolungamento per le aperture dei negozi;
  3. Unanimità alla Camera sullo scostamento di bilancio: sulla spinta di Berlusconi, anche tutto il Centro Destra ha votato SI. Soddisfatto Conte, che ha commentato “ottimo segnale, ora il dialogo prosegue”. Il Segretario del partito Democratico, Zingaretti, ha detto “l’Italia si unisce sulle cose da fare”;
  4. Ancora un femminicidio: il terzo in poco più di 24 ore. E’ successo Pordenone, dove una donna di 32 anni è stata uccisa dal compagno. L’uomo si è presentato in questura con le mani insanguinate denunciando una rapina, ma gli agenti hanno trovato il corpo della compagna accoltellata;

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Flash News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *