Flash News

Flash News del 14 Gennaio 2021


  1. Dopo il ritiro dal Governo dei Ministri di Italia Viva la crisi è aperta, anche se non ancora formalizzata. Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, non sale al Quirinale e dice “è un grave danno al Paese, ho fatto di tutto per evitare lo strappo in piena pandemia” e c’è attesa per il Consiglio dei Ministri sullo scostamento di bilancio;
  2. E’ stato Matteo Renzi a rompere e pure lascia un canale aperto, dicendo “non ho preclusioni su Conte”. Per il Segretario del Partito Democratico, Zingaretti, no ad accordi con la Destra Sovranista. Dai 5 Stelle, Di Maio fa appello alla responsabilità;
  3. Il Centro Destra chiede a Conte di chiarire in Parlamento e dice “niente stampelle al Governo, senza una maggioranza si vada al voto”, smentita la nascita di un gruppo di responsabili;
  4. Il Consiglio dei Ministri ha prorogato lo Stato di Emergenza legato al Coronavirus fino alla fine di Aprile. Domani si conoscerà la nuova classificazione e quindi il colore delle varie Regioni. Una novità è che il divieto di spostamento anche tra quelle gialle rimarrà in vigore fino al 15 Febbraio;
  5. E’ ancora altissimo il numero dei contagi da Covid 19, ieri 15.774 nuovi casi. Anche se conforta il dato del rapporto positivi/tamponi, che scende al 9%. I positivi calano di 5.000 unità e c’è un leggero calo anche dei pazienti ricoverati in terapia intensiva. Sono sempre tanti però i decessi, più di 500 nella sola giornata di ieri;
  6. Negli Stati Uniti la Camera dei rappresentanti ha votato a favore dell’impeachment per Donald Trump per istigazione all’insurrezione, dopo i drammatici di Capiton Hill. Adesso la parola passa al Senato e nel timore di nuovi disordini, Washington si blinda. La guardia nazionale onnipresente in città;
  7. Silvio Berlusconi è ricoverato in ospedale vicino Nizza, al centro cardio toracico del Principato di Monaco. Secondo quanto scrive l’ANSA si tratterebbe di esami di routine e il leader di Forza Italia dovrebbe far rientro a casa tra pochi giorni (ne abbiamo parlato qui).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *