Entra in contatto con noi

Ultima ora

Elezioni comunali Verona, Forza Italia pronta a sostenere Sboarina

Pubblicato

il

Bruciata la carta Tosi al primo turno, Forza Italia è ‘costretta’ a sostenere Federico Sboarina al ballottaggio di Verona, nell’ambito delle elezioni comunali 2022. Sia per spirito di coalizione sia per scongiurare così una vittoria del candidato del centrosinistra, l’ex giocatore della Roma dello scudetto, Damiano Tommasi, vera sorpresa di questa tornata delle amministrative.  

”Non possiamo certo far vincere il centrosinistra, Fi non può dare il suo appoggio a Tommasi, su questo non c’è ombra di dubbio”, assicura all’Adnkronos Michele Zuin, coordinatore regionale azzurro in Veneto. L’input a sostenere l’ex azzurro ora tesserato di Fdi, Sboarina, è arrivato da Silvio Berlusconi, che all’ultimo vertice dei leader di centrodestra, il 17 maggio scorso ad Arcore, aveva dato un’indicazione di principio in proposito.  

”Al termine dell’ultimo vertice con Salvini e Meloni -racconta l’assessore al Bilancio per le partecipate del Comune di Venezia- il presidente Berlusconi aveva dato precise indicazioni: tenere una sorta di primarie al primo turno in quelle città dove non si era trovata un’intesa nel centrodestra, ma poi negli eventuali ballottaggi bisognava ricomporre la coalizione e ritrovare l’unità. Per cui l’intenzione di Forza Italia è quella di appoggiare al ballottaggio Sboarina”.  

Ecco le parole del Cav pronunciate allora: ”Abbiamo trovato l’accordo per 21 città, mentre su 5 non è stato raggiunto per pure contrapposizioni locali, della serie persona contro persona, ma siamo sicuri che in caso di ballottaggio il centrodestra troverà l’intesa. Questo è l’impegno di tutti i leader presenti al tavolo”.  

Per il secondo round i voti di Tosi saranno decisivi per la scelta del nuovo sindaco della città di Romeo e Giulietta, qual è il messaggio che rivolge all’ex sindaco leghista? ”Con Tosi ci ritroveremo e ne parleremo”, assicura Zuin, lasciando intendere che un compromesso si troverà per evitare di fare il gioco della sinistra e regalare un Comune strategico al Nord.  

Sbircia la Notizia Magazine unisce le forze con la Adnkronos, l'agenzia di stampa numero uno in Italia, per fornire ai propri lettori un'informazione sempre aggiornata e di alta affidabilità.

Coronavirus

Covid Francia, non escluso il ritorno alla mascherina obbligatoria

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Con i contagi da covid ancora in aumento, in Francia non si esclude il ritorno alla mascherina obbligatoria per frenare la diffusione del Coronavirus. A metterlo in chiaro è stato il ministro della Salute, François Braun intervenendo su Bfmtv, dove ha fatto appello alla responsabilità individuale dei suoi connazionali, e dicendosi comunque contrario alla coercizione.  

“Se i contagi continueranno ad aumentare non esiterò se sarà necessario imporre l’obbligo della mascherina, anche se fosse in ogni situazione”, ha affermato. Ma, ha aggiunto, spiegando di non essere “favorevole alla coercizione” “ho fiducia nei francesi”. Il ministro ha poi esortato i suoi concittadini a farsi vaccinare, mentre la campagna per la quarta dose non avanza: “Lancio un appello solenne alla vaccinazione”, ha dichiarato, facendo eco all'”appello solenne” della premier Elisabeth Borne a utilizzare la mascherina nei trasporti pubblici.  

Continua a leggere

Ultima ora

Manovra, Salvini: “Se opposizioni si attaccano a pos vuol dire che è ottima”

Pubblicato

il

(Adnkronos) – “Mi stupisco dello stupore, se in una manovra economica da decine di miliardi le opposizioni si attaccano al pos vuol dire che è un’ottima manovra. Sono per le libertà di tutti e ovunque, ognuno deve essere libero di pagare quello che vuole come vuole e dove vuole, se vuole pagare con il pos paga con il pos, se vuole pagare in contanti paga in contanti. Le multe vanno previste peraltro non per come uno utilizza il suo denaro lecitamente guadagnato”. Così il ministro delle infrastrutture, Matteo Salvini.  

Continua a leggere

Ultima ora

Sanremo 2023, la prima volta degli Articolo 31 al Festival

Pubblicato

il

(Adnkronos) – “Zero operazione nostalgia”. “Non siamo un monumento, siamo il piccione che ci caga sopra”. J-Ax festeggia con un freestyle a tema, pubblicato sui social, l’esordio degli Articolo 31 in gara al festival di Sanremo 2023 che coincide anche con la sua prima volta a Sanremo, dove non aveva mai accettato di andare né in gara né come ospite. Il duo composto da J-Ax e da Dj Jad (nato nel 1990, in pausa dal 2006 al 2018 e poi tornato sulle scene) è stato infatti annunciato da Amadeus nel cast dei cantanti in gara che il direttore artistico ha definito dei suoi “superospiti in gara”.  

“Siamo tornati, ancora più incistati, coi muri imballati, dai dischi certificati”, canta J-Ax nel video del rap freestyle pubblicato sui social, scherzando sul fatto che ha cambiato opinione sul festival. “Quindi – prosegue – zero operazione nostalgia, è un’operazione tipo chirurgia facciale che vi cambia i connotati. Avevo detto mai più con Jad o con Fedez. Avevo detto mai un talent alla tele. La vita poi m’ha detto: coglione perché ti blocchi? Lo sai chi non non cambia mai opinione? Gli ottusi e i morti. Ho detto mai Sanremo e ci vedremo al’Ariston e se ti manda in acido succhiami il gaviscon. Non voglio mai più prendere un amico per il collo e sciogliere una band perché maniaco del controllo. Non sono un dittatore come Kim in Nord Corea. Quindi quando Jad ha detto: andiamo. Ho detto: bella idea. Partiamo da Milano. Mecca degli zanza, Beppe si fa i selfie in Sala, ma in cantina scracka senza soldi in tasca. L’inclusività è una farsa, puoi chiamarla nolo ma rimane un nolo-gramma. Quindi l’Articolo ritorna. Non siamo un monumento, siamo il piccione che ci caga sopra”, conclude il brano dedicato all’annuncio sanremese.  

Continua a leggere

Articoli recenti

Post popolari