Eitan Biran, prima udienza in Israele anticipata a giovedì


La prima udienza del processo per la tutela di Eitan Biran, unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone, è stata anticipata a giovedì 23 settembre dal tribunale della famiglia di Tel Aviv. Lo conferma ad Adnkronos l’avvocato Sara Carsaniga che rappresenta la famiglia materna di Eitan e quindi il nonno Shmuel Peleg che ha portato il piccolo in Israele una settimana fa. L’anticipo dell’udienza, ha detto l’avvocato Carsaniga, è stato deciso ”probabilmente perché si tratta di una istruttoria non breve e complessa”. Per questo, prosegue, i giudici di Tel Aviv ”avranno preferito anticipare la prima udienza”. 

Aya Biran, arrivata in Israele con l’obiettivo di riportare Eitan in Italia, non potrà presenziare. E questo per via della normativa decisa dal ministero della Salute israeliana per contenere la diffusione del coronavirus. Chiunque entra in Israele, infatti, dovrà rispettare una quarantena di 14 giorni.
 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Coronavirus Cronaca Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *