easyJet, da Antitrust multa di 2,8 milioni per pratiche commerciali scorrette


L’Antitrust ha comminato a easyJet una multa da 2,8 milioni per pratiche commerciali scorrette. Nel mirino la condotta della compagnia nella vendita dei biglietti aerei per voli operanti dal 3 giugno 2020. Tra le accuse mosse dall’Antitrust quella di aver proceduto alla cancellazione dei voli con informazioni “lacunose e ambigue” giustificando erroneamente la decisione con motivi legati alle restrizioni alla circolazione inerenti all’emergenza epidemica; aver fornito informazioni ingannevoli sui diritti spettanti ai passeggeri in caso di cancellazione, omettendo di prospettare in modo prioritario l’alternativa tra un nuovo volo e il rimborso in denaro e prospettando prioritariamente l’emissione di un voucher; l’aver creato difficoltà di contatto attraverso i servizi di assistenza alla clientela non solo per chi chiedeva i rimborsi ma anche successivamente a chi volesse utilizzare il credito rappresentato dal voucher. Una pratica, quella di easyJet, dice il Garante, “non solo ingannevole ed omissiva ma anche connotata da specifici profili di aggressività” che ha sfruttato “indebitamente la giustificazione relativa all’emergenza epidemiologica”. 

Le condotte sopra esaminate, ribadisce il Garante per la concorrenza ed il mercato, “appaiono configurare una pratica scorretta e il professionista ha sfruttato indebitamente la giustificazione relativa all’emergenza epidemiologica, per limitare i diritti dei consumatori, i quali avrebbero dovuto essere adeguatamente informati ed assistiti e prontamente rimborsati in caso di cancellazione del volo”. 

“easyJet è fermamente convinta di aver sempre operato in maniera corretta – replica la compagnia – e nel pieno rispetto delle leggi di volta in volta vigenti, pur con le difficoltà di un quadro normativo in continua evoluzione. La compagnia è in netto disaccordo con le conclusioni raggiunte dall’Autorità, ritenendo il provvedimento dell’Agcm del tutto infondato: per tali ragioni, easyJet presenterà ricorso contro questo provvedimento”.  

“Durante la pandemia, easyJet – afferma il vettore – ha continuato ad apportare miglioramenti alle sue politiche per i clienti, velocizzando le procedure di rimborso dei biglietti e migliorando i servizi alla clientela, oltre ad offrire ai passeggeri la maggiore flessibilità di sempre tramite la ‘Garanzia Flex’. Come parte del piano ‘Garanzia Flex’, infatti, tutti i passeggeri hanno la possibilità di cambiare i loro voli senza una penale per il cambio, in qualsiasi momento fino a due ore prima della partenza, nonché di ricevere un rimborso qualora il volo sia interessato da restrizioni governative. easyJet, nel pieno rispetto della legge, evade i rimborsi dei clienti entro 7 giorni”.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Economia Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *