Cybersicurezza, Iezzi: “Nel 2022 +144% vulnerabilità cyber del settore energetico italiano”


(Adnkronos) – “Rispetto al 2021, nel 2022 il rischio cyber per le aziende del settore energetico italiano è in netto aumento, con una crescita del 144% del totale delle vulnerabilità potenziali e del 27% delle email compromesse”. Così il Ceo di Swascan (Gruppo Tinexta), Pierguido Iezzi, nel corso dell’intervento di apertura della tavola rotonda “Infrastrutture Energetiche per la ‘libertà’: rinnovabili, reti e stoccaggi” che ha inaugurato questa mattina la terza edizione della Intelligence Week “Cercando l’invisibile nel visibile: nuove sfide nella transizione energetica” organizzato da iWeek, joint venture di Vento & Associati e Dune al Palazzo delle Stelline di Milano. 

Lo studio presentato ha messo in evidenza come in un campione di venti società tra le prime cento in Italia nel settore dell’energia, nel 2022 sono state rilevate 4.021 potenziali vulnerabilità, di cui il 15% a rischio alto, 78% a rischio medio e 6% a rischio basso. In particolare, sono 1570 gli indirizzi IP e 17.711 gli account email compromessi. 

 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Cronaca Ultima ora