Covid, Razzante: “Agenzia per la cybersicurezza è migliore risposta contro attacco Regione Lazio”


“Il decreto per l’istituzione dell’agenzia per la sicurezza nazionale appena approvato al Senato è la migliore risposta all’attacco hacker alla Regione Lazio e costituisce il punto di riferimento di un percorso che si è trascinato per troppi anni e che finalmente giunge a conclusione con questo governo. Viene istituito un blocco nazionale ad argine della cybersecurity che in seno alla presidenza del consiglio e sotto il suo coordinamento tenterà di arginare le minacce alla sicurezza nazionale e anche a quella privata”. Lo ha detto all’Adnkronos Ranieri Razzante, consigliere per la Cybersecurity del Sottosegretario alla Difesa Giorgio Mulè.  

“L’agenzia è autorità nazionale per la cybersicurezza – continua Razzante – e avrà funzioni ampie, soprattutto coordinerà le migliori forze per prevenire attacchi ‘cyber’. Le strutture coordinate che hanno già maturato una competenza sono quelle della difesa, delle forze di polizia e dei servizi di sicurezza che meritano una condivisione delle loro strategie con la creazione di un’authority che andrà a valorizzare i migliori profili, mentre altri ne verranno creati attraverso la formazione continua. L’agenzia sarà ente di certificazione di competenze. Abbiamo una struttura quindi che anche attraverso il partenariato pubblico-privato renderà effettive le capacità di resilienza contro questi attacchi che non sono nuove forme di terrorismo, ma costituiscono una nuova forma di criminalità che va assolutamente arginata”.  

“Come ha detto il sottosegretario Mulè, l’agenzia e le nostre migliori strutture operative dovranno anche prevedere dei contrattacchi: quindi non c’è solo prevenzione ma, una volta individuati gli hacker, dovranno essere adottate anche tecniche di distruzione contro le strutture individuate per poi assicurare i responsabili alla giustizia. Per questo -conclude Razzante- sarà auspicabile non solo la più rapida implementazione dell’agenzia ma anche di nuove norme penali maggiormente invasive della libertà personale contro chi scorrazza sul web”.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Coronavirus Politica Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *