Covid Gb, 223 morti oggi: mai così tanti da marzo


La Gran Bretagna registra 223 morti per covid nelle ultime 24 ore: il dato del bollettino di oggi è il record dal 9 marzo. I nuovi contagi sono invece 43.738, un numero inferiore al bollettino di ieri che riportava 49.156 nuovi casi positivi. I decessi riportati oggi portano ad un totale di 911 morti in sette giorni, con una crescita del 15% rispetto ai sette giorni precedenti, nota il Guardian.  

Il numero dei nuovi casi rimane abbondantemente superiore alle 40mila unità. Questo trende rischia di appesantire il sistema sanitario: diventa concreta la prospettiva di aspettare ore per un’ambulanza anche per un infarto. Queste inverno attese fino a sei ore saranno “la normalità “, ha avvertito Richard Webber, portavoce del Collegio dei paramedici, intervistato dall’agenzia stampa britannica Press Association. 

Già adesso può succedere di aspettare un’ambulanza per quattro o sei ore, mentre davanti a pronto soccorso ci sono file anche di “15 ambulanze” in attesa di scaricare i pazienti e il numero di emergenza 999 è intasato. In questo modo tutto si rallenta, lo staff delle ambulanze tratta “tre o quattro incidenti per turno, mentre normalmente se facevano otto”, racconta Webber, aggiungendo che molti sono costretti a lavorare anche tre ore in più. La regione dei West Midlands è la più colpita, con attese per le ambulanze anche di otto ore. 

Webber ha sottolineato come la situazione dei pronto soccorso migliori in genere d’estate. “Ma questa volta – avverte – non è stato così e per questo temo sarà un lungo inverno.. attualmente la situazione è paragonabile a quello che si vive a gennaio, quando capita che l’esercito venga a darci una mano, così mi chiedo cosa succederà quando raggiungeremo il picco in inverno”. 

 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Coronavirus Esteri Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *