Covid e origine virus, per la Cina “arroganza” dell’Oms


La Cina si dice “scioccata” dai piani dell’Organizzazione mondiale della Sanità per la seconda fase di studio sulle origini del Covid-19 in Cina. Lo fa tramite il vice direttore della Commissione sanitaria nazionale, Zeng Yixin, che – si legge sul Global Times – ha parlato di “mancanza di rispetto per il buonsenso e arroganza nella proposta”.  

La Cina, ha detto Zeng durante una conferenza stampa secondo quanto riporta l’agenzia Xinhua, spera che l’Oms tratti il tracciamento delle origini del Covid-19 come una “questione scientifica”, senza “interferenze politiche” e promuova un lavoro da portare avanti “in più Paesi e regioni del mondo”. Per Zeng, quello che ha riguardato la prima fase delle indagini “non va ripetuto”.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Coronavirus Esteri Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *