Covid, da Ema parere favorevole per monoclonale Lilly


Parere favorevole dell’Ema per l’anticorpo monoclonale anti-Covid di Lilly, bamlanivimab, da solo e in combinazione a etesevimab. “Il comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha emesso un parere scientifico positivo per bamlanivimab da solo e bamlanivimab somministrato insieme a etesevimab. Il parere suggerisce che bamlanivimab da solo e bamlanivimab somministrato insieme a etesevimab possono essere utilizzati per il trattamento del Covid-19 in pazienti di età pari o superiore a 12 anni che non richiedono ossigeno supplementare e che sono ad alto rischio di progredire verso forme gravi di Covid-19”, si legge in un comunicato dell’azienda americana. 

Il parere scientifico del Chmp sull’efficacia, la qualità e la sicurezza degli anticorpi può ora essere preso in considerazione dagli Stati membri dell’Ue nel prendere decisioni sull’uso delle terapie a livello nazionale prima che venga rilasciata un’autorizzazione formale all’immissione in commercio.  

Nella formulazione del parere, l’Ema ha esaminato i risultati di fase 2 e fase 3 dello studio Blaze-1 di Lilly. I dati hanno dimostrato “che bamlanivimab da solo riduce la carica virale, i sintomi e anche i ricoveri per Covid-19 di circa il 70%, e che bamlanivimab ed etesevimab insieme hanno ridotto il rischio di ricoveri per Covid-19 e morte del 70% nei pazienti non ospedalizzati ad alto rischio con Covid-19 da lieve a moderato”, ricorda la multinazionale.  

“La raccomandazione odierna del Chmp è un’altra importante pietra miliare nell’estendere l’accesso alle terapie a base di anticorpi per i pazienti con Covid-19 in tutto il mondo, fornendo un percorso che consenta a più paesi dell’Ue l’uso di trattamenti potenzialmente salvavita per Covid-19. Inoltre, altri paesi fanno riferimento alle decisioni del Chmp per le proprie revisioni. Ci auguriamo che questo parere acceleri tali revisioni e autorizzazioni, in particolare nei paesi a reddito medio e basso, dove Lilly è pronta a fornire dosi a costi notevolmente ridotti o gratuitamente “, ha affermato David A. Ricks, presidente Ceo di Lilly.  

“Lilly è orgogliosa che centinaia di migliaia di pazienti in tutto il mondo abbiano già ricevuto un trattamento con la nostra terapia con anticorpi e continueremo a mantenere il nostro impegno – prosegue Ricks – per aiutare i pazienti ad alto rischio che potrebbero trarne beneficio mentre il mondo lavora per combattere questa pandemia”. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Coronavirus Cronaca Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *