Covid Campania, niente feste a Carnevale: l’ordinanza


Stop a feste, cortei e manifestazioni “di qualsiasi forma” connesse al Carnevale per contratare la diffusione del coronavirus in Campania, da Napoli al resto della regione. E’ quanto contenuto in un’ordinanza firmata questa mattina dal governatore Vincenzo De Luca, in corso di pubblicazione. L’ordinanza è valida con decorrenza immediata e fino a tutto martedì 16 febbraio. L’ordinanza vieta lo svolgimento di “feste e ogni altra forma di aggregazione, in luoghi pubblici e privati, all’aperto e al chiuso, nonché di cortei ed altre manifestazioni di qualsiasi forma, connesse al Carnevale”. 

Nel testo viene rivolto un invito ai sindaci “ad inibire l’accesso alle piazze e ai luoghi tradizionalmente destinati ad iniziative connesse al Carnevale, fatto salvo il transito per l’ingresso agli esercizi e servizi ivi insistenti”. Ai sindaci e alle forze dell’ordine viene inoltre raccomandata “la predisposizione di controlli idonei ad assicurare l’osservanza del provvedimento”. 

La Regione Campania ribadisce “che, anche alla luce della conferma della circolazione di alcune varianti virali a maggiore trasmissibilità, è fondamentale che la popolazione eviti tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo che non siano strettamente necessarie e che rimanga a casa il più possibile”. 

Viene inoltre ricordato che “è obbligatorio adottare comportamenti individuali rigorosi e rispettare le misure igienico-sanitarie predisposte, relative a distanziamento e uso corretto delle mascherine” e viene ribadita “la necessità di rispettare le misure raccomandate dalle autorità sanitarie, compresi i provvedimenti quarantenari dei contatti stretti dei casi accertati e di isolamento dei casi stessi”. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Attualità Coronavirus Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *