Coronavirus Turismo

Coronavirus: Test ai viaggiatori provenienti dalla Francia


L’Italia imporrà a tutti i viaggiatori provenienti da diverse regioni francesi, tra cui Ile-de-France e Provence-Côte-d’Azur, un test negativo per Covid-19 prima di entrare nel nostro territorio, lo ha annunciato ieri, lunedì 21 settembre 2020, il ministro della salute Roberto Speranza.

La misura dovrebbe entrare in vigore nei prossimi giorni nel nostro Paese. I viaggiatori provenienti da diverse regioni francesi dovranno presentare un test che dimostri che sono negativi al coronavirus.

Preoccupati i viaggiatori provenienti da Ile-de-France, Hauts-de-France, Auvergne-Rhône-Alpes, Provence-Côte-d’Azur, Corsica, New Aquitania e Occitanie.


Ho firmato una nuova ordinanza che estende l’obbligo dei test molecolari o antigenici ai cittadini provenienti da Parigi o da altre regioni della Francia“, ha detto sul suo account Twitter il ministro della salute Roberto Speranza.

Un test effettuato 72 ore prima della partenza

I dati europei sono fondamentali. L’Italia, oggi, si trova in una situazione più favorevole rispetto ad altri Paesi, ma bisogna stare attenti a non fare invano i sacrifici fin qui fatti“, ha aggiunto.

I viaggiatori quindi provenienti da queste regioni francesi, zona rossa, dovranno presentare un test molecolare o antigenico effettuato 72 ore prima di entrare nel nostro territorio e il cui risultato sia categoricamente negativo. In caso contrario, dovranno eseguire il test all’arrivo in aeroporto, porto o posto di frontiera.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *