Coronavirus

Coronavirus nel mondo: aggiornamento ad oggi domenica 10 Gennaio 2021


Nuove misure, nuovi rapporti e punti salienti: un aggiornamento sugli ultimi sviluppi della pandemia Covid-19 nel mondo.

La maggior parte dei pazienti con Covid-19 ha ancora almeno un sintomo sei mesi dopo. Più di tre quarti delle persone ricoverate per Covid-19 soffrono ancora di almeno un sintomo sei mesi dopo essersi ammalate. Stanchezza o debolezza muscolare sono i sintomi più comuni. Sono stati osservati anche disturbi del sonno, ansia o depressione, secondo uno studio, pubblicato sulla rivista The Lancet, che include più di mille pazienti della città cinese di Wuhan.

Proseguimento del coordinamento europeo

Emmanuel Macron, Angela Merkel e Ursula Von Der Leyen sono “determinati a portare avanti” la strategia collettiva per l’acquisto di vaccini da parte dell’Unione Europea, recentemente attaccata in particolare in Germania, ha riferito la Presidenza francese.

La distribuzione del vaccino era una “farsa”, dice Joe Biden

La distribuzione dei vaccini Covid-19 da parte dell’amministrazione Trump è stata “una mascherata”, ha accusato il Presidente Eletto Joe Biden.


Vaccini: l’UE raddoppia gli ordini

L’Unione Europea ha annunciato di aver raggiunto un accordo per acquisire 300 milioni di dosi aggiuntive del vaccino Pfizer-BioNTech contro Covid-19, raddoppiando la quantità già ordinata.

Re Salman dell’Arabia Saudita vaccinato

Il Re Salman dell’Arabia Saudita, 85 anni, ha ricevuto la prima dose di un vaccino contro il nuovo coronavirus venerdì, più di tre settimane dopo l’inizio di una campagna di vaccinazione a livello nazionale, ha riferito l’Agenzia di Stampa SPA ufficiale.

La Danimarca richiede un test negativo per tutti gli arrivi aerei

La Danimarca ha annunciato venerdì che solo gli aerei i cui passeggeri siano precedentemente risultati negativi al coronavirus sarebbero stati autorizzati ad atterrare sul suolo danese.


Lockdown

Città del Messico sta affrontando il “livello più alto di occupazione di letti d’ospedale dall’inizio della pandemia”, ha specificato il Sindaco Claudia Sheinbaum, prorogando lo stato di emergenza stabilito fino a domenica10 gennaio. Le autorità Cipriote hanno deciso di imporre un blocco da domenica 10 gennaio, il secondo dalla primavera 2020.

In Israele, il lockdown è stata prolungata fino a giovedì 21 gennaio e in Grecia fino a lunedì 18 gennaio. L’Ungheria ha inoltre prorogato le misure di contenimento parziale fino a lunedì 1 ° febbraio.

La Svezia, da parte sua, ha votato a larga maggioranza una legge che conferisce temporaneamente al Governo nuovi poteri contro la pandemia, consentendo in particolare la chiusura di ristoranti e negozi per la prima volta.


Educazione virtuale in Bolivia

Il Governo boliviano ha deciso di riprendere l’anno scolastico 2021, lunedì 1° febbraio, con lezioni esclusivamente virtuali e prevede di fornire lezioni alla radio e alla televisione.

Non autorizzeremo attività faccia a faccia fintanto che esiste il rischio di contagio. Svilupperemo l’istruzione a distanza o virtuale”, ha affermato il Ministro dell’Istruzione Adrian Quelca.

Più di 1,88 milioni di morti

La pandemia ha causati almeno 1.919.357 decessi in tutto il mondo da quando l’ufficio dell’OMS in Cina ha segnalato l’insorgenza della malattia alla fine di dicembre 2019. Gli Stati Uniti hanno registrato un nuovo record di contaminazione con quasi 300.594 casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati della Johns Hopkins University, che si riferiscono ad esso. Gli Stati Uniti sono il Paese più colpito, con 369.390 morti. Seguono Brasile 201.460, India 150.570, Messico 132.069 e Regno Unito 79.833.


Per una statistica completa sul Coronavirus vi invitiamo a consultare il nostro report semplificato che contiene una panoramica dettagliata di tutti i Paesi del mondo colpiti da Covid-19. Il bilancio globale delle vittime è complessivamente sottostimato. Si basa sui rapporti giornalieri delle Autorità Sanitarie Nazionali, senza includere rivalutazioni basate su basi statistiche.

Il 2020 è stato un anno difficilissimo che non dimenticheremo. Il 2021 sia l’anno del riscatto.” (Giuseppe Conte)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *