Coronavirus Cronaca Turismo

Coronavirus nel mondo: 875.703 morti


Nuove misure, nuovi report: un aggiornamento ad oggi, sugli ultimi sviluppi della pandemia Covid-19 nel MONDO.
Una catastrofe: 875.703 morti

La pandemia ha ucciso almeno 875.703 persone in tutto il mondo dalla fine di dicembre 2019, secondo un rapporto stabilito da AFP e da fonti ufficiali sabato 5 settembre 2020 alle 11:00 GMT.


Gli Stati Uniti sono il Paese più colpito in termini di morti, con 188.501 morti, segue il Brasile con 126.203 morti, l’India con 69.561 morti, il Messico con 66.851, e il Regno Unito (41.537). Questi sono alcuni dei Paesi che hanno registrato più vittime.

Al terzo posto tra i Paesi più in lutto, l’India è diventata anche il terzo Paese al mondo ad aver superato i quattro milioni di casi, con un record di 86.432 nuovi contagi, ieri, sabato 5 settembre nel Paese in cui la pandemia non sembra assolutamente diminuire.


Vaccino meno di 10 euro

Il costo del futuro vaccino sviluppato dai laboratori Sanofi e GSK contro il Covid-19 non è ancora del tutto definito“, ma sarà a “meno di dieci euro” a dose, secondo Olivier Bogillot, presidente di Sanofi.
Il concorrente anglo-svedese AstraZeneca ha intanto annunciato il prezzo di 2,50 euro a dose per il suo vaccino.

Proteste in Australia

La polizia australiana ha dichiarato di aver arrestato ieri, sabato 5 settembre a Melbourne dozzine di manifestanti in marcia nella seconda città del Paese contro le restrizioni ufficiali del Coronavirus.
Il raduno illegale era stato promosso sui social media tra i gruppi a seguito di teorie del complotto relative al Coronavirus e chiedendo la fine delle misure di contenimento.


…in Italia

Circa un migliaio di persone hanno manifestato ieri sabato, nel centro di Roma per protestare contro l’obbligo di vaccinare i bambini in età scolare e indossare le mascherine.
No all’obbligo di vaccinare, sì alla libertà di scelta“, “Nessuna mascherina a scuola, nessun allontanamento“, “La libertà personale è inviolabile” e “Viva la libertà” “Viva la democrazia” proclamati segni branditi da i manifestanti, la maggioranza dei quali non indossava naturalmente la mascherina.

…in Croazia

Il Covid è una bugia, non siamo tutti covidioti“, o addirittura
Togliti la maschera, spegni la tv, vivi la tua vita al massimo“, hanno proclamato diverse migliaia di croati riuniti sabato a Zagabria.
Il numero di contaminazioni è aumentato in Croazia dalla riapertura delle frontiere ai visitatori estivi, superando i 200 al giorno ad agosto e raggiungendo il record di 369 nuovi casi giovedì.


Nuovi tagli alla compagnia aerea Virgin Atlantic

Afflitta dalla pandemia, la compagnia aerea britannica Virgin Atlantic ha annunciato che stava tagliando 1.150 posti di lavoro oltre ai 3.550 già annunciati, per “garantire la sopravvivenza” della compagnia che è al 51% di proprietà del miliardario Richard Branson, Delta Airlines con 49%.

Berlusconi, condizioni stabili

Stabile” lo stato di salute dell’ex capo del governo italiano Silvio Berlusconi ricoverato giovedì a causa di un’infezione polmonare dovuta a Covid. Il suo medico ha spiegato sabato che “Il quadro respiratorio e clinico conferma un’evoluzione regolare e attesa e porta quindi a un cauto ma ragionevole ottimismo” .
Venerdì 4 settembre, lo stesso medico aveva indicato che il Cavaliere, nato il 29 settembre del 1936, quindi 84 anni fra tre settimane, “si può definire un paziente a rischio a causa dell’età e delle patologie precedenti“, compreso un intervento a cuore aperto. (In bocca al lupo Cavaliere)


Fabio Bucciarelli, Bergamo e pandemia

Il noto fotografo Fabio Bucciarelli ha vinto il Visa d’or News, il premio più prestigioso al festival di fotogiornalismo Visa pour l’Image, per un reportage a Bergamo, città italiana nell’epicentro della pandemia in Europa.
In questa bellissima città del nord Italia, ha fotografato la sofferenza dei malati nei loro letti, circondato da assistenti in tuta bianca, funerali affollati e ospedali durante le prime settimane dell’epidemia.

US Open: esclusa la francese Kristina Mladenovic positiva al Covid-19

La francese Kristina Mladenovic e la sua compagna campionessa di tennis doppio, l’ungherese Timea Babos, sono state squalificate dal sorteggio del doppio femminile degli US Open per decisione delle autorità sanitarie locali, annunciata ieri, sabato 5 settembre, dalla Federazione americana (USTA). Questa decisione si basa sul fatto che Mladenovic è uno dei giocatori che si sono confrontati con il francese Benoît Paire, risultato positivo al Coronavirus ed escluso dal torneo una settimana fa. In quanto tale, deve “rimanere in quarantena, nella sua stanza“, ha detto l’autorità in una dichiarazione


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *