Coronavirus Cronaca Ultima ora

Codogno un anno dopo, una lunga scia di dolore: in 12 mesi 608 morti


E’ stato un 2020 di sofferenza e dolore a Codogno, che nell’anno della pandemia ha registrato un numero di decessi superiore allo stesso periodo del 2019. Nella cittadina lodigiana, la prima colpita dallo tsunami del Coronavirus, (con la scoperta, il 21 febbraio 2020, del paziente uno), i numeri delle persone decedute hanno registrato un incremento, come riportato dall’ufficio anagrafe.  

I residenti al 31 dicembre 2020 sono 15.780 contro i 16.018 del 2019. Dal 1 gennaio 2020 al 31 dicembre 2020 le persone decedute sono state 608, mentre nello stesso periodo del 2019 se ne contavano 451. Nella prima parte dell’anno, da gennaio a marzo 2020 si sono registrati invece 231 morti contro i 121 del 2019. Per quanto riguarda invece i numeri della fine dell’anno, a ottobre 2020 i morti sono stati 28 a novembre 48 e a dicembre 48. Negli stessi mesi del 2019, invece, i decessi ammontavano rispettivamente a 34, 41 e 54.  


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *