Camogli: crollo cimitero, Codacons avvia class action cittadini danneggiati


Il Codacons lancia oggi una azione risarcitoria collettiva in favore delle famiglie che, a causa della frana che ha investito il cimitero di Camogli, hanno visto le tombe dei propri cari andare distrutte. “Moltissime famiglie hanno visto sgretolarsi sotto i loro occhi il luogo di sepoltura dei propri parenti defunti le cui salme, ora, rischiano di non essere più ritrovate -spiega il Codacons- Molte le ombre che tutt’oggi rimangono sulla vicenda e sulle eventuali responsabilità di chi avrebbe dovuto tutelare il territorio e la zona, al punto che la Procura della Repubblica di Genova ha aperto un fascicolo a carico di ignoti”. 

“Abbiamo deciso di scendere in campo al fianco di tutte le famiglie coinvolte nella vicenda con due distinte iniziative -prosegue l’Associazione- Un esposto/denuncia alla Procura di Genova, con cui si chiede agli inquirenti di indagare ed accertare le eventuali omissioni e responsabilità da parte dei soggetti preposti a tutelare il territorio e la zona interessata dalla frana, e mettendo gratuitamente a disposizione di tutti i familiari dei defunti coinvolti nel crollo del Cimitero di Camogli la nomina di persona offesa”. 

“Si può scaricare alla pagina https://codacons.it/frana-al-cimitero-di-camogli/ e inviare direttamente alla Procura della Repubblica di Genova -aggiunge il Codacons- Si tratta del primo atto che permette di segnalare la propria posizione come soggetto danneggiato; successivamente, in caso di rinvio a giudizio, si potrà effettuare la costituzione di parte civile allo scopo di ottenere il risarcimento di tutti i danni subiti”. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Cronaca Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *