Calcio: dal 29 al via 24ma edizione Mundialido, torneo per gli stranieri in Italia


Presentata questa mattina, al salone d’Onore del Coni, la 24ma edizione del Mundialido, torneo di calcio riservate alle comunità di origine straniera che vivono nel nostro Paese. Ben 24 le realtà che scenderanno in campo, il continente più numeroso è ancora quello africano con 10 squadre, 7 dal Sudamerica, 5 dall’Europa, 1 dall’Asia, 1 Resto del Mondo. Il Marocco vuole andare alla caccia del terzo successo consecutivo che in 23 anni di Mundialido è successo solo alla Romania. Le parole del capitano Yassin Chaoui: “Abbiamo dimostrato di esser un grande gruppo, ogni squadra vorrà batterci, ma ci faremo trovare pronti”. Presente anche la selezione ucraina.  

Si giocherà senza sosta. Si partirà domenica 29 maggio con la gara inaugurale alle ore 18.00. Dal mattino esibizione della banda musicale, sfilata degli atleti, incontro di calcio ANCI contro movimento forense e villaggio multietnico. Il primo turno terminerà giovedì 2 giugno, il secondo martedì 7 giugno, il terzo, che darà i primi verdetti, domenica 12 giugno. Al termine dei gironi eliminatori accederanno agli ottavi di finale (in programma dal 16 al 19 giugno) le formazioni giunte al 1 e 2 posto, oltre le 4 migliori terze assolute. I quarti andranno in scena il 22 e 23 giugno. Le semifinali saranno in programma domenica 26 giugno, mentre la finalissima il 29 giugno. In totale si giocheranno 51 partite. 

La manifestazione calcistica continua a trovare ospitalità allo stadio Fiorentini di via Galatea, zona La Rustica, dove le squadre, o meglio le “nazionali” composte da stranieri che vivono in Italia, saranno ancora una volta accolte a braccia aperte. L’impianto è stato scelto perché in un quadrante di Roma strategico per la presenza di numerose comunità.  

 

Partner istituzionale della manifestazione sarà Asi; Associazioni Sportive e Sociali Italiane rappresentato oggi, nel corso dei sorteggi, dal suo Presidente, Sen. Claudio Barbaro, dal Vicepresidente Emilio Minunzio, dal Direttore Generale Fabio Salerno. Presente anche il rappresentante degli arbitri, anche questi provenienti da Asi, Americo Scatena. “Asi non è solo sport ma anche cultura, sociale, impegno civile. Crediamo che un’iniziativa come il Mundialido rappresenti, attraverso proprio lo sport, un’occasione di integrazione tra diverse culture”, ha detto il Senatore Claudio Barbaro. 

Le finaliste del Mundialido parteciperanno il 30 giugno alla seconda edizione del torneo “un calcio per la libertà” allo Stadio IPM Casal del Marmo. Parteciperanno l’Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria, Associazione Nazionale Magistrati, Vecchie glorie Roma e Lazio e una rappresentativa giovani di Casal del Marmo. Un evento per sensibilizzare i temi sociali e di inclusione. Ovviamente molta attenzione per i temi della pace e della guerra in Ucraina con una rappresentativa presente. Il pensiero del patron Eugenio Marchina con il suo Club Italia: “Siamo arrivati a 24, una bella faticaccia, ma abbiamo resistito al Covid e alle tante problematiche degli ultimi anni. Siamo contenti di questa edizione che sarà per la pace e per sensibilizzare questo tema molto importante. La presentazione è stata unica, cornice bellissima. Sarà una bella edizione con in campo le migliori squadre”. 

Tante le attività collaterali di questo 2022 si premierà Miss Mundialido, ci sarà anche un premio per la miglior sfilata. Poi un concorso fotografico a cura di Pino Rampolla. Ma non solo, anche un concorso per radiocronista a cura di Luis Flores di Sentir Latino. Per quanto riguarda la letteratura il concorso “Il mondo in un libro” dell’editore Giorgio Coralli, riservato agli alunni scuole medie del V Municipio. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Coronavirus Sport Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.