Brunetta ai sindaci: “siete in trincea, voglio abolire il reato di abuso d’ufficio”


“I comuni sono come le trincee e i sindaci spesso non sono nelle condizioni di lavorare bene”. E’ l’opinione di Renato Brunetta, ministro per la Pubblica amministrazione che, intervenendo in video collegamento all’assemblea dell’Anci a Parma, ha spiegato di aver cercato di “rispondere al grido di dolore dei sindaci” con una serie di provvedimenti che ha elencato punto per punto, alcuni già in essere, altri in divenire nella legge di bilancio. Ma tra le varie misure ce n’è una in particolare che vorrebbe portare a compimento: “l’abolizione del reato di abuso d’ufficio, vediamo se ce la faccio” ha ammesso. 

Alle parole del ministro è seguita la reazione di Matteo Ricci, presidente nazionale Ali e sindaco Pd di Pesaro. “Accogliamo con favore le parole del ministro Brunetta sull’abuso d’ufficio. Brunetta è molto in sintonia con i sindaci in questo momento storico per il Paese. Ora però il governo e il parlamento passino ai fatti”. “Chiediamo una riforma radicale del reato dell’abuso d’ufficio” di cui si parlerà al Consiglio nazionale aperto di Ali il prossimo 24 novembre a Roma.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Economia Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.