Borsa, Piazza Affari positiva nonostante i dividendi


Nonostante il freno innescato dalla distribuzione dei dividendi, stimato ad un -1,45%, Piazza Affari ha terminato la prima seduta della settimana sopra la parità. Segno più anche per le altre borse europee, nonostante da Francoforte continuino ad arrivare segnali di un rialzo dei tassi nel meeting in calendario a luglio (e per i “falchi” la stretta dovrebbe attestarsi allo 0,5%).  

Il Ftse Mib ha terminato sopra quota 24 mila (+0,17% a 24.136,56 punti) a dispetto dei tanti titoli (tra cui Intesa Sanpaolo, -0,39%, Generali, -3,14%, Pirelli, -0,07%, Moncler, +0,05%, ed Eni, -1,27%) che hanno pagato il provento. 

Il Cane a sei zampe è stato sotto i riflettori anche a causa delle indiscrezioni riportate dal Financial Times: secondo l’autorevole testata, la società italiana potrebbe essere costretta ad investire almeno 2,5 miliardi nel Regno Unito per evitare la tassazione degli extra profitti legati al forte rialzo dei prezzi di petrolio e gas.  

Giornata positiva anche per Saipem (+5,29%) che ha raggruppato le azioni ordinarie nel rapporto di 21 nuove ogni 100 (il prezzo di chiusura di venerdì, pari a 1,079 euro, è stato rettificato a 5,138 euro). 

Nel comparto bancario spicca il rally di Banco Bpm (+4,3%) dopo che l’Ad del Credit Agricole Italia, Giampiero Maioli, ha confermato l’interesse per il business bancassicurativo dell’istituto. Giornata decisamente positiva anche per UniCredit (+4,23%).  

Alla probabile vigilia del collocamento sindacato del nuovo benchmark a 15 anni Btp, lo spread Btp-Bund è sceso dell’1,3% a 201 punti base. (in collaborazione con Money.it) 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Finanza Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.