Bollettino Coronavirus di Sabato 29 Maggio 2021, rapporto positivi/tamponi all’1,35%


In data 29 maggio l’incremento nazionale dei casi è +0,07% (ieri +0,08%) con 4.213.055 contagiati totali, 3.845.087 dimissioni/guarigioni (+7.569) e 126.002 deceduti (+83); 241.966 infezioni in corso (-4.304). Ricoverati con sintomi -392 (6.800); terapie intensive -47 (1.095) con 29 nuovi ingressi del giorno. Elaborati 247.330 tamponi totali (ieri 249.911) di cui 121.163 molecolari (ieri 123.987) e 126.167 test rapidi (ieri 125.924) con 69.175 casi testati (ieri 72.389); 3.351 positivi (target 4.311); rapporto positivi/tamponi totali 1,35% (ieri 1,49% – target 2%); rapporto positivi/casi testati 4,84% (ieri 5,16% – target 3%).

Nuovi casi soprattutto in: Lombardia 620; Campania 331; Sicilia 385; Toscana 200; Lazio 307; Emilia Romagna 224; Puglia 269; Veneto 198; Piemonte 149. In Lombardia curva +0,07% (ieri +0,07%) con 44.888 tamponi totali (ieri 45.540) di cui 26.529 molecolari (ieri 27.065) e 18.359 test rapidi (ieri 18.475) con 14.807 casi testati (ieri 14.588); 620 positivi (target 1.000); rapporto positivi/tamponi totali 1,38% (ieri 1,45% – target 2%); rapporto positivi/casi testati 4,18% (ieri 4,53% – target 3%); 834.527 contagiati totali; ricoverati -102 (1.131); terapie intensive -5 (243) con 3 nuovi ingressi del giorno; 33.593 decessi (+13). Si confermano i segnali positivi di una netta riduzione dei nuovi casi: il virus non è morto, non siamo al liberi tutti, ma la strada è finalmente quella giusta.

Ora dobbiamo proseguire rapidamente con le vaccinazioni su tutta la popolazione, e al tempo stesso mantenere le misure di protezione personale: per non farci sorprendere da una nuova fase espansiva in autunno (il Sars-CoV-2 sembra avere caratteristiche stagionali) e per non aumentare il rischio di nuove varianti (che si generano con frequenza maggiore quando la circolazione del virus è elevata). La settimana epidemiologica appena conclusa (22-28 maggio) ha fatto registrare 26.231 nuovi casi, con una riduzione del 28,6% sul periodo precedente.

La media dei positivi giornalieri scende da 5.250 a 3.747: un dato importantissimo perché finalmente si riporta al disotto della soglia (4.311) che permette una piena ripresa delle attività di tracciamento: le uniche che ci permettono di controllare l’epidemia invece di inseguirla. Non accadeva dall’inizio di ottobre 2020, quando però eravamo nel pieno di una fase espansiva e i casi stavano salendo rapidamente a comporre la seconda ondata: in termini più semplici, a inizio ottobre stavano per perdere il controllo, mentre adesso lo abbiamo ripreso.

Sempre a livello nazionale ottime notizie anche dai nuovi ingressi in terapia intensiva: 324 nel periodo considerato, con un calo del 30,7% sulla settimana precedente. Indicazioni analoghe arrivano dalle principali Regioni, che avevamo monitorato come “motore” delle ultime fasi espansive: in Lombardia i nuovi casi sono scesi del 27,4% a quota 4.359 (622 al giorno, anche in questo caso sotto al livello che permette il tracciamento); in Campania i positivi rilevati sono stati 3.497, con un’incidenza sulla popolazione molto elevata (61 per 100.000 abitanti) rispetto alla Lombardia (43) e al totale nazionale (43), ma in forte contrazione del 30,0% sul periodo precedente; in Emilia Romagna 1.860 nuovi casi (-46,8%, incidenza 42); in Veneto 1.362 (-31,8%, incidenza 28). Come nota negativa, in chiusura, dobbiamo purtroppo segnalare una ulteriore riduzione dei test effettuati (1.580.961 nell’ultima settimana epidemiologica). La riduzione è del 6,2% sul periodo precedente, ma soprattutto del 22,9% rispetto al massimo raggiunto nella settimana 10-16 aprile. Fare pochi test non solo impedisce da tracciare correttamente il contagio sul territorio, ma rende anche più difficile il sequenziamento del materiale virale: operazione possibile solo con i test molecolari e che permette l’individuazione delle varianti (vecchie e nuove) in circolazione 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Coronavirus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *