Bollettino Coronavirus del 7 Febbraio 2021


In data 7 febbraio l’incremento nazionale dei casi è +0,44% (ieri +0,51%) con 2.636.738 contagiati totali, 2.118.441 dimissioni/guarigioni (+11.380) e 91.273 deceduti (+270); 427.024 infezioni in corso (-10). Ricoverati con sintomi -142 (19.266); terapie intensive -3 (2.107) con 105 nuovi ingressi del giorno. Elaborati 206.789 tamponi totali (ieri 282.407) di cui 123.115 molecolari (ieri 149.342) e 83.674 test rapidi (ieri 133.065) con 75.611 casi testati (valore di ieri non calcolabile per un errore nella comunicazione del dato della Campania); 11.641 positivi (target 4.311); rapporto positivi/tamponi totali 5,62% (ieri 4,75% – target 2%); rapporto positivi/casi testati 15,39% (valore di ieri non calcolabile per un errore nella comunicazione del dato della Campania, target 3%).

Nuovi casi soprattutto in: Campania 1.741; Lombardia 1.515; Emilia Romagna 1.382; Lazio 920; Puglia 765; Toscana 668; Piemonte 624. In Lombardia curva +0,27% (ieri +0,35%) con 27.624 tamponi totali (ieri 36.092) di cui 22.606 molecolari (ieri 24.823) e 5.018 test rapidi (ieri 11.269) con 8.599 casi testati (ieri 8.767); 1.515 positivi (target 1.000); rapporto positivi/tamponi totali 5,48% (ieri 5,32% – target 2%); rapporto positivi/casi testati 17,61% (ieri 21,93% – target 3%); 549.485 contagiati totali; ricoverati -73 (3.467); terapie intensive +4 (358) con 14 nuovi ingressi del giorno; 27.453 decessi (+58). I valori di Rt istantaneo, che calcoliamo come sempre utilizzando il metodo rapido Kohlberg-Neyman modificato, confermano una stabilizzazione dell’epidemia dopo una fase di riduzione del contagio, esprimendo valori mediamente più elevati rispetto a quelli del periodo 21-30 gennaio. A livello nazionale, sulla base dei dati ufficiali alla sera del 6 febbraio, l’Rt è 0.97 (fascia di oscillazione del periodo 30 gennaio – 6 febbraio compresa tra 0.89 e 0.97).

Nella Regione più colpita, la Lombardia, l’Rt è 0.97 (fascia di oscillazione del periodo 30 gennaio – 6 febbraio compresa tra 0.97 e 1.02). Per la sola città di Milano il valore è 0.94, con una fascia di oscillazione tra 0.93 e 1.03. Tutti i valori sono molto vicini alla soglia di 1.0, che divide la fase di espansione dell’epidemia da quella di riduzione: con Rt vicini a 1.0 l’infezione continua a circolare in modo efficiente, in particolare quando il numero dei casi giornalieri resta elevato (come sta accadendo in Italia). In calo nell’ultima settimana epidemiologica completa (30 gennaio – 6 febbraio) il numero dei decessi, ancora su livelli molto alti: 2.762 (media giornaliera 394) contro i 3.184, media 454, del periodo precedente (23-29 gennaio). Si alza leggermente il tasso di letalità nel periodo mobile di 30 giorni, rilevato quotidianamente dall’Iss sulla base dei dati trasmessi dalle Regioni e Province autonome: ora 2,9%, contro il 2,7% del periodo mobile chiuso a metà gennaio. Considerando il tasso di letalità espresso dall’epidemia nell’ultimo mese, le 427.024 positività in corso alla sera del 6 febbraio generano una proiezione di 12.383 decessi nelle prossime settimane: portando quindi il totale da inizio epidemia oltre quota 100.000.

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Coronavirus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.