Bollettino Coronavirus del 25 Gennaio 2021


In data 25 gennaio l’incremento nazionale dei casi, con il solito forte calo del fine settimana dei test effettuati, è +0,34% (ieri +0,47%) con 2.475.372 contagiati totali, 1.897.861 dimissioni/guarigioni (+15.787) e 85.881 deceduti (+420); 491.630 infezioni in corso (-7.648). Ricoverati con sintomi +115 (21.424); terapie intensive +21 (2.421) con 150 nuovi ingressi del giorno. Elaborati 143.116 tamponi totali (ieri 216.211) di cui 86.189 molecolari (ieri 133.646) e 56.947 test rapidi (ieri 82.565) con 60.925 casi testati (ieri 66.297); 8.562 positivi (target 4.311); rapporto positivi/tamponi totali 5,98% (ieri 5,37% – target 2%); rapporto positivi/casi testati 14,05% (ieri 17,54%, target 3%).

Nuovi casi soprattutto in: Lombardia 1.484; Emilia Romagna 1.164; Sicilia 885; Lazio 874; Campania 754; Piemonte 600; Veneto 533. In Lombardia curva +0,28% (ieri +0,26%) con 18.777 tamponi totali (ieri 23.182) di cui 16.527 molecolari (ieri 18.503) e 2.250 test rapidi (ieri 4.679) con 6.287 casi testati (ieri 6.530); 1.484 positivi (target 1.000); rapporto positivi/tamponi totali 7,90% (ieri 5,93% – target 2%); rapporto positivi/casi testati 23,60% (ieri 21,05% – target 3%); 526.758 contagiati totali; ricoverati -16 (3.412); terapie intensive +2 (407) con 19 nuovi ingressi del giorno; 26.712 decessi (+46). Nel periodo 4-17 gennaio 2021, rilevato dall’Iss nell’ultimo Report esteso, la distribuzione per età dei casi di Covid-19 diagnosticati in Italia vede una prevalenza dei soggetti sopra i 50 anni (il 44,3% del totale) mentre resta bassa (il 12,9%) la quota delle infezioni rilevate al di sotto dei 19 anni.

L’età mediana (range 0-107 anni) si è assestata da inizio 2021 a 47 anni, appena sotto quella (48 anni) calcolata da inizio epidemia: il picco, con una mediana di 66 anni, è stato registrato a metà del mese di aprile 2020; il valore più basso (29 anni) a metà luglio 2020. Entrando più in dettaglio sulle fasce di età rilevate dall’Iss, le due settimane dal 4 al 17 gennaio hanno visto un maggiore coinvolgimento dei soggetti tra i 19 e i 50 anni (42,8%) seguiti da quelli tra 51 e 70 (27,6%) e dagli over 70 (16,7%). La ripartizione per sesso vede una prevalenza dei soggetti di sesso femminile (il 52,3% del totale). Nel periodo 5-20 gennaio il tempo mediano intercorso tra la data di inizio sintomi e il prelievo/diagnosi di Covid-19 risale a 3 giorni, contro i 2 giorni del periodo 6 dicembre 2020 – 4 gennaio 2021. Oscillazioni all’interno di questo range si registrano dal mese di agosto 2020, mentre nella prima fase dell’epidemia lo stesso tempo mediano variava tra i 4 e i 5 giorni.

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Coronavirus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *