Coronavirus

Bollettino Coronavirus del 2 Settembre 2020


L’incremento nazionale dei casi in data 2 settembre è +0,49% (ieri +0,36%) con 271.515 contagiati totali, 208.201 dimissioni/guarigioni (+257) e 35.497 deceduti (+6); 27.817 infezioni in corso (+1.063). Elaborati 102.959 tamponi (ieri 81.050) con 1.326 positivi; rapporto positivi/tamponi 1,28% (ieri 1,20%); attualmente ricoverati con sintomi 1.437 (+57); terapie intensive: +2 (109).

Nuovi casi soprattutto in: Lombardia 237; Veneto 163; Lazio 130; Campania 117; Emilia Romagna 107; Sicilia 83; Sardegna 73; Toscana 69; Puglia 68; Piemonte 66; Liguria 47. In Lombardia curva +0,23% (ieri +0,24%) con 17.082 tamponi (ieri 16.200) e 237 positivi; rapporto positivi /tamponi 1,38% (ieri 1,49%); 100.554 contagiati totali; ricoverati +8 (220); terapie intensive +1 (22); 2 decessi.




Un’annotazione tecnica sui ricoverati: l’aumento dovrebbe essere calcolato (e comunicato) tenendo conto del numero dei pazienti dimessi, che invece non viene ufficializzato. Ogni giorno, infatti, viene comunicata solo la somma dei dimessi e guariti: di fatto include i pazienti dimessi ancora positivi (e mandati in isolamento domestico); i dimessi negativizzati; i guariti non ricoverati (che erano in isolamento domestico).

Conoscendo il numero dei soli dimessi (da sottrarre al totale dei ricoverati del giorno precedente) si avrebbe il numero reale dei nuovi ricoverati nella singola giornata, sicuramente maggiore rispetto alla variazione sul giorno precedente comunicata con le regole attuali. Si conferma comunque, al momento, la classica curva epidemica del nuovo Coronavirus che vede in una prima fase l’aumento dei nuovi casi, seguito da un incremento dei ricoveri e delle terapie intensive.

I decessi sono l’ultimo anello della catena: l’auspicio è che questo numero resti a zero, ma per capire meglio quale dinamica esprimerà la fase attuale dell’epidemia saranno necessari ancora 10-15 giorni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *