BMT 2022 si chiude con numeri importanti: A Napoli 12 Regioni, 400 espositori e oltre 10.000 visitatori professionali


Si è chiusa con numeri importanti la 25esima edizione della Borsa Mediterranea del Turismo che si è tenuta da venerdì a domenica alla Mostra d’Oltremare di Napoli: i 400 espositori dei 4 padiglioni dedicati hanno accolto circa 10.500 visitatori professionali. Presenti 100 buyer italiani e 70 internazionali, tutte le associazioni di categoria, 4 i workshop tematici e 16 i convegni che si sono svolti nel polo fieristico di Fuorigrotta. “Siamo soddisfatti da tutti i punti di vista – ha ammesso Angioletto de Negri, ideatore della BMT – e da qui, sicuramente, riparte il turismo”. Imponente la presenza delle Regioni, 12 in tutto, con le strutture del Turismo di Marche, Toscana, Liguria, Valle d’Aosta, Trentino ed Emilia-Romagna. Tra venerdì e sabato alla BMT hanno fatto visita il governatore della Basilicata Vito Bardi e il direttore di Apt Antonio Nicoletti; l’assessore della Regione Calabria Fausto Orsomarso; l’assessora della Regione Lazio Valentina Corrado; l’assessore della Regione Abruzzo Daniele D’Amario; il direttore marketing di Promoturismo Friuli-Venezia Giulia Bruno Bertero. A fare gli onori di casa l’assessore della Regione Campania, Felice Casucci, che ha definito quella della BMT “un’intuizione feconda”.

“La situazione del comparto, in generale, è molto critica. Abbiamo dei numeri – ha evidenziato Andrea Mele, vicepresidente vicario di Astoi – che sono inequivocabili, oltre 20 miliardi di perdita di fatturato nel 2020 e nel 2021, stimiamo una perdita ulteriore di 6-7 miliardi nel 2022, una possibile perdita del 30-35% delle aziende del turismo organizzato e più o meno la stessa percentuale di addetti ai lavori. La situazione è grave, peccato perché al contempo si percepisce una voglia di viaggiare, una voglia di partire, eravamo contenti con l’apertura dei corridoi turistici perché abbiamo subito visto una reazione importante. Continuiamo a chiedere con insistenza al governo ulteriori ristori ma soprattutto una protezione per i nostri dipendenti con ammortizzatori sociali straordinari almeno fino a giugno se non fino a settembre 2022″.

Il presidente di Fto Franco Gattinoni ha aggiunto che “il turismo fortunatamente da qualche settimana è ripartito, ma è ripartito con già dei mesi in cui non abbiamo lavorato. È chiaro che anche quest’anno è un anno difficile però dobbiamo crederci, finalmente abbiamo le destinazioni aperte sia in entrata che in uscita, dobbiamo migliorare un po’ tutti questi vincoli rimasti ancora in essere. Con ottimismo ma anche con un sano realismo, siamo in un momento ancora molto difficile”. Sul fronte delle destinazioni “sarà ancora un anno di tanta Italia, ma – avverte – si comincerà a viaggiare fuori. Poi ci auguriamo che chi è in giro per il mondo voglia viaggiare in Italia, non solo per le vacanze: c’è un interscambio, noi siamo 50 milioni, ma fuori ce ne sono 7 miliardi. Dobbiamo guardare al mondo nella sua globalizzazione”.

E sull’incoming punta Fiavet che con la sua presidente Ivana Jelinic ha sottolineato: “Crediamo nei nostri territori, nelle bellezze e nelle opportunità che sanno creare e per il volano che possono essere per le nostre imprese. Chiaramente il nostro impegno è ora più che mai per permettere e dare più strumenti possibili alle nostre aziende per potersi specializzare sempre di più su questo segmento di mercato che riteniamo indispensabile”.

Alla 25esima edizione di BMT ha partecipato anche Enit con la direttrice generale Roberta Garibaldi che si è detta contenta di essere a Napoli e di “vedere tutti questi operatori presenti con la voglia di ripartire. Abbiamo portato – ha spiegato – oltre 60 buyer internazionali che hanno voglia di riproporre il nostro Paese su diversi asset: sicuramente uno di questi è l’enogastronomia. Il turismo enogastronomico ripropone la sua forza anche quest’anno, che sarà caratterizzato ancora da un turismo domestico, ed è una delle esperienze più apprezzate dagli italiani stessi”.

La Borsa Mediterranea del Turismo, evento leader della ripartenza, dimostra quanto le fiere siano strategiche ed indispensabili. In attesa del prossimo appuntamento di ottobre a Rimini con TTG a chiusura della stagione, BMT – che si conclude con un bilancio positivo per il numero di presenze e per aver intercettato la volontà e la voglia di un intero settore di guardare oltre per permettere che il desiderio di viaggiare sia realizzabile – è già al lavoro per la prossima edizione in programma a Napoli da giovedì 16 a sabato 18 marzo 2023.

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Attualità Cultura Curiosità Turismo