Banca Mediolanum chiude 2021 con utile netto di 713 mln di euro, +64%


Banca Mediolanum chiude il 2021 con un utile netto di 713,1 milioni di euro , superiore del 64% rispetto al 2020. Il Consiglio d’Amministrazione proporrà all’assemblea degli azionisti del 7 aprile un saldo dividendo di 0,35 per azione, pari a circa 258 milioni di euro, composto da 0,23 euro di saldo dividendo base e 0,12 di dividendo speciale. Considerando l’acconto di 0,23 euro distribuito a novembre, il dividendo complessivo proposto per l’esercizio 2021 ammonta a 0,58 per azione, per un totale di circa 427 milioni di euro. 

La robusta crescita dell’utile -si sottolinea in una nota- è dovuta alla crescita strutturale del business ricorrente e al contributo di tutte le linee di business, con il margine operativo che ha raggiunto 502,6 milioni di euro, in aumento del 29%. Ciò sottolinea l’assoluto valore del modello di business del Gruppo incentrato su una forte efficienza operativa. Molto positivo è stato altresì il contributo degli effetti mercato.  

La raccolta netta record in prodotti gestiti ha contribuito a portare le commissioni ricorrenti a 1,46 miliardi di euro, in crescita del 19% rispetto al già ottimo dato del 2020. Il margine da interessi è pari a 270,2 milioni di euro, in crescita del 9% anno su anno, fortemente sostenuto dalle erogazioni alla clientela e dal minore costo della raccolta retail rispetto all’anno precedente. Il totale delle Masse Gestite e Amministrate ha raggiunto 108,36 miliardi di euro, con un incremento del 16% rispetto al 31 dicembre 2020, grazie al contributo decisivo della raccolta netta totale e alla performance positiva dei mercati nel corso dell’anno.  

Gli Impieghi alla clientela retail del Gruppo si attestano a 14,38 miliardi di euro, in crescita del 18% rispetto al 31 dicembre 2020. L’incidenza dei Crediti deteriorati netti sul totale crediti del Gruppo è pari allo 0,74%. Il Common Equity Tier 1 Ratio al 31 dicembre 2021 risulta pari al 20,9%, livello di assoluta eccellenza che tiene peraltro conto della distribuzione di dividendi per 427 milioni di euro. 

“Non potevamo celebrare in altro modo il 40esimo compleanno del Gruppo Mediolanum, se non con il miglior anno della nostra storia. Sono quindi estremamente soddisfatto dei risultati conseguiti, a cominciare dal patrimonio amministrato che ormai si è avvicinato ai 110 miliardi e all’utile di esercizio pari a 713 milioni di euro, in crescita del 64% rispetto all’anno precedente. Questo risultato economico ci permette di proporre la distribuzione di un saldo dividendo di 35 centesimi, portando così il totale del 2021 a 58 centesimi per azione”, commenta Massimo Doris, amministratore delegato di Banca Mediolanum. 

”Questo risultato economico ci consente altresì di riconoscere un bonus straordinario di 2.000 euro a ciascun nostro collaboratore di tutte le società del Gruppo, italiane ed estere”, sottolinea. Il bonus verrà riconosciuto nel mese di marzo 2022 agli oltre 3.300 dipendenti e ai 5.762 family banker in Italia e all’estero.  

”Mio padre Ennio Doris sarebbe stato infinitamente fiero dell’anno record appena archiviato e io, insieme a tutte le persone di Banca Mediolanum, desidero dedicarlo a lui”, conclude Doris.
 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Finanza Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.