Bagnoli, dall’ex Italsider, nasce un polo di attività


Bagnoli, quartiere della periferia occidentale di Napoli, unitamente a Fuorigrotta costituisce la decima municipalità del capoluogo campano. Tra lo spumeggiante mare e le verdi colline, l’antica acciaieria “Italsider” di Bagnoli, è stata una delle più importanti d’Europa fino alla sua gravosa chiusura negli anni ’90.

Il primo passo la decontaminazione del suolo

Per la regione Campania, il suo smantellamento, dopo 80 anni di attività, era sinonimo di disoccupazione e inquinamento. Oggi il sito sta cercando di ritrovare il suo antico splendore attraverso la riabilitazione che inizierà con la decontaminazione del suolo.

«Uno dei temi strategici fondamentali, dal punto di vista tecnico, è la suddivisione delle zone in lotti. Infatti è come se mi fossi preso un duro lavoro, quasi impossibile da fare, e che l’avevo scomposto in molte attività semplici e facili. Abbiamo creato una ruota delle attività. È di buon auspicio per gli anni a venire.” Spiega Francesco Floro Flores, Commissario di Governo incaricato della decontaminazione.

Il simbolo di una rinascita dopo la pandemia

Da simbolo della fine dell’era industriale, a simbolo di rigenerazione dopo la crisi economica causata dalla pandemia, questo deserto industriale può essere il segno di una rinascita in questa parte d’Europa.

Il progetto di riabilitazione di Bagnoli mira a riportare il sito alla sua funzione originaria: un luogo dove natura, biodiversità, agricoltura e servizi insieme contribuiscono allo sviluppo economico della città.

“Tutta una serie di luoghi, all’interno di questa vegetazione e di questo paesaggio, daranno vita alla città, non solo a questa zona di Bagnoli, ma a tutta la città, perché il sito diventa un polo di attrazione per una serie importante. attività”, sottolinea Enrico Auletta, architetto per lo studio “Bargone Associati”.

Tutta una serie di luoghi, all’interno di questa vegetazione e di questo paesaggio, riporteranno in vita la città.
“Si tratta di un progetto di grande bellezza con tanto verde.” Aggiunge Francesco Floro Flores. “Stiamo ripristinando il litorale com’era in origine. Ci auguriamo che possa essere realizzato il più rapidamente possibile”.
La speranza ora è di rendere presto il sito accessibile ai cittadini. Un nuovo inizio che risuona ancora più forte dopo la pandemia da Covid-19.

Il segreto per andare avanti è iniziare.
(Mark Twain)

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Attualità Coronavirus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *