Attacco hacker russi Killnet contro siti istituzionali italiani


Attacco degli hacker russi di Killnet a siti istituzionali italiani, compresi quelli di alcuni ministeri. In particolare, dalle 22 di ieri è in corso un attacco hacker ad alcuni siti tra cui quello del ministero dell’Istruzione e quello Beni culturali, del Csm e ministero degli Esteri. L’azione è attribuibile ad hacker russi riconducibili a collettivo Killnet. La polizia è al lavoro per mitigare gli effetti dell’azione. In particolare stanno operando gli specialisti della Polizia Postale.  

“Il sito istituzionale dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli – fa sapere l’Adm in una nota – non è stato oggetto di offensiva informatica e mantiene attive le sue funzionalità”.  

“Un tentativo c’è stato, con qualche rallentamento, ma sembra che grandi danni non ci siano stati”, ha fatto sapere il vicepresidente del Csm, David Ermini, commentando l’attacco hacker al sistema internet del Consiglio superiore sella magistratura a margine dell’inaugurazione della nuova stazione dei carabinieri Santa Maria Novella. 

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine in relazione al nuovo attacco hacker e il fascicolo dei pm dell’Antiterrorismo della Capitale, coordinati dal procuratore aggiunto Michele Prestipino, confluirà in quello già aperto, per accesso abusivo a sistema informatico, la settimana scorsa dopo l’attacco informatico rivendicato dal collettivo filorusso che ha colpito altri siti istituzionali, tra cui quello del Senato e dell’Istituto Superiore di Sanità. 

In entrambi i casi si tratta di attacchi di tipo DDos (Denial of Service) da parte di più computer ‘zombie’ controllati a distanza dagli hacker. Gli accertamenti sono affidati agli specialisti della Polizia Postale, che sono al lavoro anche per mitigare gli effetti dell’azione. 

“Per quanto riguarda gli attacchi hacker è stato approvato un piano dal governo per la sicurezza nazionale che ritengo sia molto importante. Abbiamo un’apposita agenzia che lavora su questo e anche la nostra polizia postale e delle telecomunicazioni che opera al ministero dell’Interno. Tanto abbiamo sentito l’importanza di questo ambito, che quell’ufficio è stato elevato a livello di direzione centrale, con più uomini e più risorse, proprio per monitorare questo tipo di episodi”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, parlando a Firenze con i giornalisti a margine dell’inaugurazione della nuova caserma dei carabinieri ‘Santa Maria Novella’.
 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Cronaca Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.