AstraZeneca, Locatelli: “No evidenze rischi su 20 milioni vaccinati”


“E’ stato valutato che, su 20 milioni di persone vaccinate in Ue e in Gran Bretagna, non ci sono evidenze che il vaccino AstraZeneca, che copre al 100% per forme gravi, incrementi il rischio di complicanze tromboemboliche. In tutto ci sono 25 casi trombotici” di tipo raro “su 20 milioni di vaccinati. Non è allo stato attuale delle conoscenze dimostrabile un nesso di causalità e ricordiamo che l’infezione Covid è assai più pericolosa anche per questo tipo di infezioni”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio superiore di sanità (Css), Franco Locatelli, nel suo intervento in conferenza stampa al ministero della Salute in seguito al pronunciamento dell’Agenzia europea del farmaco Ema sul vaccino anti-Covid di AstraZeneca.  

“La farmacovigilanza e la farmacosorveglianza sono un valore aggiunto che deve essere letto come ulteriore forma di tutela per quella che è la sicurezza delle persone sottoposte a trattamenti farmacologici e alla somministrazione dei vaccini”, ha detto ancora, aggiungendo: “Ora possiamo ripartire con la campagna di vaccinazione” contro Covid-19 “traendo beneficio anche dal contributo del vaccino AstraZeneca con l’obiettivo di coprire il più velocemente possibile le persone che vivono in questo Paese”.
 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Coronavirus Cronaca Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *