Assalto Cgil, Lamorgese: “Nessun disegno, accuse ingiuste”


Sull’ipotesi che quanto accaduto il 9 ottobre a Roma, durante la manifestazione dei no Green pass, con l’assalto alla sede della Cgil, facesse parte di un ”disegno quasi assecondato, devo respingere fermamente questa lettura, perché essa oltre a non tener conto del susseguirsi dei fatti, insinua il dubbio che le forze di polizia si prestino a essere strumento di oscure finalità politiche. E’ un’ingiusta accusa”. Lo ha detto la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, nel corso dell’informativa urgente alla Camera sui fatti accaduti a Roma il 9 ottobre scorso in occasione della manifestazione contro il Green pass. 

In aula alla Camera, durante l’informativa, il presidente Roberto Fico ha dovuto più volte invitare i deputati a lasciar parlare la titolare del Viminale, interrotta da brusii e proteste. Il presidente ha anche richiamato all’ordine Federico Mollicone e Andrea Delmastro (Fdi). 

ROMA – ”Alle 16.45 senza alcuna autorizzazione circa 3mila manifestanti hanno iniziato a muoversi in corteo da piazzale Flaminio” in maniera ”impetuosa e disordinata e per un breve momento le forze di polizia hanno accusato una grave difficoltà di reazione” ha detto Lamorgese, nel corso dell’informativa. 

”Le interlocuzioni della polizia con Castellino avevano lo scopo di guadagnare tempo per riorganizzare” gli assetti delle forze di polizia, ha spiegato la ministra dell’Interno. 

 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Politica Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *