Alverà (Snam): “Entro il 2030 la prima rete a idrogeno in Italia”


Entro il 2030 l’Italia avrà una rete infrastrutturale per il trasporto dell’idrogeno come fonte di energia. Oltre 2.700 chilometri che da Mazara del Vallo arriveranno a Passo Gries e Tarvisio, per trasportare il gas verso le aree del Nord Europa a maggiore domanda, in particolare la Germania. E’ uno degli obiettivi del piano strategico di Snam, presentato oggi al mercato. La rete sarà ottenuta attraverso la riconversione di quella attuale del gruppo gas. Gli investimenti partiranno nel 2025 e la rete sarà finita entro il 2030. “E’ un investimento che rende l’Italia un hub dell’idrogeno”, ha spiegato Marco Alverà, amministratore delegato di Snam. Funzionale alla creazione di questa dorsale è anche l’accordo siglato con Eni pochi giorni fa per rilevare il 49,9% della loro quota nei gasdotti da Tunisia e Algeria. 

Ma Snam è già pronta a utilizzare l’idrogeno come fonte di energia per la transizione energetica. Il 99% dei gasdotti del gruppo è certificato per trasportare idrogeno fino al 100% e i giacimenti di gas possono stoccare idrogeno. Intanto Snam prevede di aumentare gli investimenti a quota 8,1 miliardi di euro al 2025, con la manutenzione, l’ammodernamento e lo sviluppo della propria infrastruttura, investimenti per le emissioni zero e l’accelerazione della transizione energetica.  

Sul fronte finanziario la società prevede nel periodo 2022-2025 una crescita media annua del 3% dell’utile netto, del 4,5% dell’Ebitda e di oltre il 2,5% della Rab 2021-2025, superiore al 3,5% tra il 2025 e il 2030 con ulteriori opportunità di incremento derivanti dallo sviluppo di una infrastruttura a idrogeno. Inoltre il gruppo conferma la crescita del dividendo per azione del 5% al 2022 ed estende al 2025 la crescita minima del 2,5% prevista nel periodo 2022-2024.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Finanza Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.