Alex Zanardi, famiglia “amareggiata” per decisione gip


“Una decisione quasi scontata, ma pur sempre amara. Del resto la Procura aveva chiesto l’archiviazione, e il giudice l’ha accolta”. Così la famiglia di Alex Zanardi, secondo quanto risulta all’Adnkronos, ha appreso la decisione del gip del Tribunale di Siena che ha disposto l’archiviazione per il camionista Marco Ciacci, alla guida del tir con cui il 19 giugno 2020 si scontrò l’ex pilota di Formula 1.  

Contro il decreto del gip Ilaria Cornetti potrebbe essere possibile, in linea teorica, fare ricorso in Cassazione adducendo violazioni di norme procedurali. Ma non sembrerebbe questa la strada che vorrebbe intraprendere la difesa della famiglia dell’atleta paralimpico, rappresentata dall’avvocato padovano Carlo Covi.  

“Ci sono altri rimedi previsti dal codice di procedura penale”, si limita ad osservare l’avvocato Covi interpellato dall’Adnkronos. La famiglia potrebbe, ad esempio, presentare un’istanza alla Procura di Siena chiedendo la riapertura delle indagini, con l’illustrazione di nuovi elementi su cui investigare. “Al momento non c’è tuttavia nessuna decisione, bisogna leggere e studiare attentamente il decreto del giudice”, fa sapere l’avvocato Covi.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Cronaca Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.