Al G20 di Trieste la prima comunicazione quantistica anti hacker


Il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti e il ministro per l’Innovazione tecnologica e la Transizione digitale Vittorio Colao, insieme alla Sottosegretaria al Ministero dello Sviluppo Economico Anna Ascani, hanno accolto i delegati alle politiche digitali dei Paesi membri. I lavori della giornata, suddivisa in due parti- Economia Digitale e Governo Digitale sono presieduti dal Ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale Vittorio Colao. Al centro delle sessioni di lavoro la trasformazione digitale delle attività produttive, la crescita economica sostenibile, la digitalizzazione delle micro, piccole e medie imprese, la sicurezza del flusso dei dati, l’inclusione sociale, la ricerca, la regolamentazione agile per favorire l’innovazione, lo sviluppo e l’applicazione di tecnologie innovative. 

 

Il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, parlando con i giornalisti a margine del G20 di Trieste: “L’impegno del G20 sotto la presidenza italiana è cogliere le opportunità per favorire una economia resiliente, dinamica, sostenibile, inclusiva e che non lasci indietro nessuno. La pandemia ha evidenziato i benefici della digitalizzazione per la società e per l’economia, con l’obiettivo di sostenere l’occupazione, la salute e l’educazione. Inoltre, il rapido aumento nell’uso delle tecnologie pone delle sfide per le imprese e per i lavoratori”. Riguardo alla sfida della sicurezza digitale “è necessario rafforzare la risposta dei governi. Le minacce alla sicurezza e al flusso dei dati possono compromettere il processo di innovazione e rallentare l’adozione di nuove tecnologie. «Queste azioni rischiano di minare la fiducia dei cittadini nelle organizzazioni e nella tecnologia”. 

 

Oggi pomeriggio, sotto il marchio made in Italy, la prima dimostrazione internazionale di comunicazione quantistica anti hacker. Spiega il professor Angelo Bassi del dipartimento di Fisica dell’Università di Trieste: “È una tecnologia tutta italiana nata dalla ricerca di base condotta nel nostro Paese. L’Italia mette il suo marchio in questa dimostrazione in due cose: prima di tutto sulla tecnologia che è italiana ed è stata sviluppata da Alessandro Zavatta che guida il gruppo di Comunicazioni Quantistiche dell’Istituto Nazionale di Ottica del Cnr e lo faremo vedere oggi a Trieste. L’Italia è all’avanguardia nello sviluppo tecnologico anche nel campo della comunicazione quantistica. Ed è responsabile anche dello sviluppo organizzativo. È l’inizio dello sviluppo di una rete europea di comunicazione sicura e lo facciamo noi in Italia come promotori”. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Economia Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *