Connect with us

Economia

Morte Satnam Singh, a Latina manifestazione fiume contro il...

Published

on

Morte Satnam Singh, a Latina manifestazione fiume contro il caporalato

Schlein: "Abolire la Bossi-Fini". Il sindaco: “Guerra di civiltà da combattere tutti assieme”. Flai Cgil: "Scioperiamo in difesa dignità umana". Soumahoro: "Caporalato sempre esistito, speculare su fatti non è soluzione

Manifestazione a Latina contro il caporalato - (Adknkronos)

Manifestazione contro il caporalato oggi a Latina dopo la tragedia di Satnam Singh, il bracciante di 31 anni di origini indiane morto dopo essere stato abbandonato con il braccio amputato nelle campagne. Alla protesta della Flai Cgil, partita alle 17, si è unita anche la segretaria del Pd Schlein oltre che le delegazioni di Alleanza Verdi e Sinistra, con Nicola Fratoianni, M5S Lazio, il commissario di Azione Lazio Alessio D'Amato e la deputata Federica Onori.

Mattarella: "Eliminare sfruttamento illegale e crudele"

Sulla morte di Satnam Singh è intervenuto anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. "Contro i valori di solidarietà e civiltà stridono –gravi ed estranei- episodi e comportamenti come quello avvenuto tre giorni fa, quando il giovane Satnam Singh, lavoratore immigrato è morto, vedendosi rifiutati soccorso e assistenza, dopo l’ennesimo incidente sul lavoro", ha affermato intervenendo a Solferino alle celebrazioni per i 160 anni della Croce rossa italiana. "Una forma di lavoro -ha proseguito il Capo dello Stato- che si manifesta con caratteri disumani e che rientra in un fenomeno -che affiora non di rado- di sfruttamento del lavoro dei più deboli e indifesi, con modalità e condizioni illegali e crudeli. Fenomeno che, con rigore e fermezza, va ovunque contrastato, eliminato totalmente e sanzionato, evitando di fornire l’erronea e inaccettabile impressione che venga tollerato ignorandolo".

Schlein: "Serve scatto in avanti e soldi per attuare legge contro caporalato"

“Satnam Singh stato ucciso dallo sfruttamento, dal caporalato e dalla disumanità. Merita giustizia. Da tutte le istituzioni, dalla politica e dalla società serve uno scatto in avanti contro questa piaga. Non è un caso isolato ma un sistema che va combattuto. Bisogna mettere risorse per attuare la legge”, ha detto Elly Schlein, icordando che "nella scorsa legislatura avevamo presentato una legge sui sistemi di protezione per chi denuncia, la porteremo avanti”.

Schlein ha poi annunciato che "nei prossimi giorni presenteremo la nostra proposta per abolire la Bossi-Fini, per riscriverla integralmente, perché da 20 anni provoca irregolarità , precarietà, sfruttamento e ricattabilita’”. “Non ci sono lavoratori di serie A e serie B, chiunque abbia a cuore la Costituzione deve fare la sua parte. Noi siamo qui. Servono più risorse per attuare la legge sul caporalato, serve responsabilizzare le aziende e c’è una legge che va abolita, la Bossi-Fini”, ha continuato.

Il sindaco: “Guerra di civiltà da combattere tutti assieme"

“Se vogliamo che questo orrore diventi spartiacque tra prima e dopo, un tributo alla memoria di Singh, dobbiamo avere il coraggio di ammettere che siamo tutti responsabili, tutti”, ha detto la sindaca di Latina Matilde Celentano. "L’impegno di tutti deve essere vigilare, prevenire, per allontanare da questo territorio la patente di terra di caporali, non vogliamo essere additati per quello che non siamo. Dobbiamo combattere una guerra di civiltà e le guerre di civiltà si vincono insieme. Latina sarà in prima linea in questa battaglia”, ha detto la sindaca tra applausi e fischi.

Questo è un omicidio su lavoro, una storia di sfruttamento estremo, non una disgrazia, con un pezzo di paese che non fa i conti con la dignità del lavoro”, ha detto Fratoianni. “Le istituzioni silenti se la cavano con un richiamo all’italianità, come ha detto Meloni. Non è così, e’ in corso una guerra civile contro il lavoro con un bollettino di guerra quotidiano”, ha spiegato il leader di SI. “Il paese ha bisogno di politiche del lavoro, politiche salariali, perché non ci siano più vittime ricattabili. Servirebbe uno scatto di reni e di dignità, ma l’Impressione e’ che ci sia più la volontà di criminalizzare di chi vive in queste condizioni”, ha aggiunto.

"Abbiamo deciso si scendere in piazza subito perché lo sciopero è lo strumento principale, il più importante che un sindacato può utilizzare. Scioperare contro le morti sul lavoro è doveroso", ha dichiarato il segretario generale della Flai Cgil, Giovanni Mininni, in occasione dello sciopero e della manifestazione di oggi. "Alle morti sul lavoro, ad autentiche stragi che si stanno susseguendo con impressionante regolarità, si unisce nella tragedia di Satnam l’inaudita crudeltà dell’imprenditore. Abbandonarlo davanti a casa, con un braccio tranciato in una cassetta della frutta, fa capire come questi lavoratori non siano nemmeno considerati esseri umani. Stiamo cadendo verso il baratro, la logica del profitto a tutti i costi mortifica fino ad annullare la dignità umana" conclude Mininni.

Per Hardeep Kaur, segretaria del Flai Cgil Frosinone-Latina, "oggi abbiamo tanti fantasmi, tanti uomini e donne che lavorano nelle campagne in tutta Italia senza diritti. Da tempo denunciamo la presenza di questo esercito di schiavi, questa piazza chiede un cambiamento concreto. Noi siamo al fianco delle aziende sane che vivono sotto il ricatto dei caporali, che non possono assumere regolarmente chi è già qui”.

“Siamo qui per dire no allo schiavismo, per chiedere la regolarità per tanti che lavorano. La politica deve dare di più, questo è un fenomeno noto, bisogna far emergerlo. Qui c’è stato un atto di schiavismo, è importante che questi lavoratori vengano regolarizzati se no si è schiavi”, ha detto Alessio D’Amato, responsabile welfare di Azione.

Usb il 25 in piazza con la comunità indiana a Latina

Ed è previsto per martedì 25 giugno nel pomeriggio (alle 15), sempre nel capoluogo pontino, il corteo della comunità indiana del Lazio. L'Unione sindacale di base (Usb) ha intanto annunciato che scenderà in piazza. "Effettueremo una grande manifestazione in cui, alla conclusione, chiederemo di essere accolti dal Prefetto di Latina a cui lasceremo una lettera aperta per denunciare tutto quello che succede ogni giorno per cercare di arrivare, una volta per tutte, al punto in cui queste cose non accadano più" si legge in una nota. In piazza anche Uila Uil "per ribadire che la nostra priorità sono la legalità, il contrasto allo sfruttamento, la dignità dei lavoratori".

Soumahoro: "Caporalato sempre esistito, speculare su fatti non è soluzione"

"Il problema del Caporalato esiste da tempo, non certo da oggi. Personalmente, da sindacalista, ho avuto esperienza insieme ai braccianti con tutti i governi, destra, sinistra, centro, ma puntualmente l'unica cosa che siamo riusciti a portare a casa è Tavolo operativo per il contrasto al caporalato e allo sfruttamento lavorativo in agricoltura nel 2018 con il Conte 1. Il mio appello è alla Premier Meloni, ma anche a tutte le opposizioni, a unirsi per regolarizzare i lavoratori e liberarli dallo sfruttamento. Speculare su quanto successo non è la soluzione", dice all'Adnkronos Aboubakar Soumahoro, ex sindacalista e paladino dei braccianti, oggi parlamentare al gruppo misto.

Soumahoro invita a una sorta di ‘campo plurale' in nome della soluzione di una piaga insita nel nostro sistema agricolo. "Tutti, da ogni parte, devono tornare a un senso di responsabilità - ribadisce - bisogna partire dalla regolarizzazione di tutti gli invisibili che raccolgono frutta e verdura in giro per il Paese. E' facile dire 'non lo sapevamo': fin quando si mangiano ortaggi freschi ogni giorno, bisogna chiedersi a quali condizioni lavora chi li raccoglie, dal punto di vista contrattuale, contributivo, delle condizioni abitative per permettere agli stessi braccianti di vivere in condizioni umane. Penso ad altre storie terribili che si sono verificate negli anni. Latina è solo l'ultima. Non siamo certo di fronte a un'urgenza, il caporalato è una parte ormai strutturata del nostro sistema agricolo".

"Il Tavolo operativo per il contrasto al caporalato e allo sfruttamento lavorativo in agricoltura è stato istituito proprio grazie alle nostre lotte fatte negli ultimi anni, eppure - ricorda - a quel Tavolo mancano i braccianti italiani e la grande distribuzione organizzata, che imponendo i prezzi ai contadini e agricoltori costringe questi ultimi a comprimere i salari dei braccianti. Bisogna uscire dalla logica dell'assistenzialismo, perché così non si risolve nulla. E poi da più di dieci anni chiediamo la patente del cibo, così da permettere al cittadino di poter mangiare un cibo eticamente sano. Questa proposta è stata bocciata in Parlamento. Perché non tenerla in considerazione ora?".

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Economia

Webuild, da inizio anno nuovi ordini a 7,5 miliardi, oltre...

Published

on

Webuild, da inizio anno nuovi ordini a 7,5 miliardi, oltre 65% degli attesi per il 2024

Da inizio anno Webuild ha acquisito 7,5 miliardi di nuovi ordini, già oltre il 65% degli ordini attesi per l’intero 2024. Il Consiglio di amministrazione del gruppo ha approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2024 ed esaminato i dati consolidati.

''Continuando a focalizzarsi sulla costruzione di infrastrutture altamente complesse e innovative, Webuild si è aggiudicata la realizzazione di nuovi ordini tra cui la costruzione di tre dighe in Arabia Saudita, parte del progetto 'Neom', oltre che la progettazione ed esecuzione di 4 stazioni sotterranee e 6 opere funzionali della tratta ovest della linea 15 del Grand Paris Express'', si legge in una nota.

Continue Reading

Economia

Italia-Cina, nel 2024 interscambio in calo: aumentano...

Published

on

Quest'anno l'Italia è il 22mo mercato di destinazione dell'export di Pechino che copre l'8,1% dei nostri acquisti ed è il terzo paese fornitore

Italia-Cina, nel 2024 interscambio in calo: aumentano investimenti Pechino

E' un rapporto - dal punto di vista economico - forte ma storicamente squilibrato sul fronte commerciale, quello che lega Italia e Cina: per capirlo, basti pensare che nei soli primi cinque mesi del 2024 le nostre esportazioni verso Pechino sono ammontate a 6,574 miliardi a fronte di 19,699 miliardi di importazioni.

Esportiamo molto - dunque - verso la Cina (che assorbe il 2,5% del totale ed è l'11mo mercato per le nostre vendite) ma importiamo molto di più: in questo 2024 infatti l'Italia è il 22mo mercato di destinazione dell'export di Pechino che copre l'8,1% dei nostri acquisti ed è il terzo paese fornitore. Guardando ai dati 2023, il 22,9% delle nostre esportazioni verso la Cina (4,39 mld) è rappresentato da articoli farmaceutici e chimico medicali, mentre il 21% (4 mld) è rappresentato da prodotti tessili, di abbigliamento, pelli e accessori, al terzo posto col 19,5% per 3,73 mld macchinari e apparecchi. Quanto alle importazioni da Pechino, la quota più consistente (il 22,7% pari a ben 10,8 miliardi) è rappresentata da un generico 'altro' mentre il 16,6% per 7,89 miliardi sono computer e apparecchi elettronici, seguiti col 13,6% e 6,49 miliardi di apparecchi elettrici.

In realtà il dato dell'interscambio commerciale è piuttosto altalentante (anche per via della pandemia): se nel 2022 era balzato a 74,29 miliardi di euro (+37%) con una crescita delle importazioni da Pechino del 50%, lo scorso anno è sceso del 10,1% a 66,76 miliardi con i nostri acquisti dalla Cina scesi del 17,8% mentre le nostre esportazioni sono aumentate del 16,8% a 19,2 miliardi di euro.

A livello settoriale tra i cinque principali comparti per quota di export italiano in Cina risultano crescita rispetto allo stesso periodo del 2022, il settore farmaceutico (+192,1%), il comparto del tessile e l’abbigliamento (+14%) e quello dei macchinari (+0,9%); in flessione il settore delle sostanze e prodotti chimici (-11,4%) e quello dei mezzi di trasporto (-26,5%).

Percentualmente tuttavia anche i primi cinque mesi del 2024 registrano un segno meno: l'interscambio si attesta a 26,26 miliardi con una riduzione annua del 13% sui 20,2 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno.

Interessante il dato degli investimenti diretti esteri (Ide) fra i due paesi: se lo stock a fine 2023 era di 15,043 miliardi di Ide netti italiani in Cina e di soli 2,777 miliardi quelli cinesi nel nostro paese, nello scorso anno in realtà, i nostri Ide si sono fermati (anzi con un calo di 26 milioni di euro) mentre quelli cinesi sono cresciuti ancora di 330 milioni.

Ma le cifre non raccontano tutto: infatti sin dal 2004, i rapporti diplomatici tra Italia e Cina sono inquadrati in quello che viene definito “partenariato strategico globale”. In altre parole, l’estensione delle collaborazioni in atto non si limita al solo ambito strettamente bilaterale, sia esso politico, economico-commerciale o culturale, ma coinvolge anche la trattazione di tematiche globali, il rapporto UE-Cina, le questioni multilaterali. Nel 2020 si è inoltre celebrato il 50mo anniversario delle relazioni diplomatiche bilaterali fra Italia e Cina.

La Cina - spiega il portale infoMercatiEsteri curato dalla Farnesina - "è una destinazione strategica per il nostro export, con un potenziale di crescita ancora inesplorato". Riguardo agli investimenti italiani in Cina, si sottolinea, "rimane prioritaria la ricerca dell’ottenimento di una genuina parità di trattamento (level playing field) e tutela della proprietà intellettuale per gli operatori economici stranieri. Sul piano dell’attrazione di investimenti cinesi produttivi in Italia, i numeri attuali indicano come permangano ampi margini di sviluppo, in particolare nei settori collegati al raggiungimento degli obiettivi connessi alla mobilità sostenibile".

Continue Reading

Economia

HSBC Australia, stop alle transazioni verso gli exchange...

Published

on

Foto di Dan Nelson

Tra crisi e prospettive di rilancio, questi mesi sono decisivi per il futuro del settore fintech. Con le loro ultime iniziative, le banche australiane sembrano assecondare decisamente la prima tendenza. L’ultima ad adottare provvedimenti nel senso di una generale riduzione delle attività connesse al comparto è la filiale locale di HSBC, colosso bancario con sede a Londra. L’istituto di credito ha infatti annunciato il blocco imminente di tutte le transazioni verso gli exchange cripto, sulla base di considerazioni di ordine legale.

Continue Reading

Ultime notizie

Cronaca27 minuti ago

Superenalotto, numeri combinazione vincente oggi 25 luglio

Nessun '6' né '5+1', il jackpot sale a 53,4 milioni di euro Nessun '6' né '5+1' al concorso del Superenalotto...

Esteri1 ora ago

Netanyahu da Biden: “Grazie per i 50 anni di sostegno...

Il premier israeliano accolto dal Presidente alla Casa Bianca: "Ansioso di lavorare con te nei prossimi mesi a questioni importanti"....

Sport2 ore ago

Parigi 2024, attesa per la cerimonia inaugurale: numeri e...

Pronta a scendere in campo la folta delegazione italiana, di cui però non fa parte Jennik Sinner In attesa della...

Esteri2 ore ago

Direttiva Ue sui rifiuti, Bruxelles mette in mora...

Il governo ora ha due mesi per rispondere e rimediare alle carenze individuate La Commissione Europea ha avviato una procedura...

Sport2 ore ago

Atp Kitzbuhel, Berrettini in semifinale: De Alboran ko in...

Si ferma invece ai quarti di finale la corsa di Lorenzo Sonego sulla terra rossa croata di Umag Matteo Berrettini...

Cronaca2 ore ago

Talamone, recuperato il corpo della balenottera morta nel...

Il mammifero era rimasto incastrato tra le barche senza riuscire a tornare in mare aperto E' stato recuperato oggi il...

Politica2 ore ago

Referendum, ora le firme si raccolgono anche online: al via...

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che ne prevede l'attivazione. il Nordio: "Innovazione cruciale a supporto della democrazia" Da oggi...

Esteri2 ore ago

Usa, Trump: “Biden fatto fuori con golpe interno ai...

Per il Tycoon "Obama, Pelosi e qualche altro l'hanno costretto ad uscire dalla corsa". Con Harris si riduce il vantaggio...

Economia2 ore ago

Webuild, da inizio anno nuovi ordini a 7,5 miliardi, oltre...

Da inizio anno Webuild ha acquisito 7,5 miliardi di nuovi ordini, già oltre il 65% degli ordini attesi per l’intero...

Economia3 ore ago

Italia-Cina, nel 2024 interscambio in calo: aumentano...

Quest'anno l'Italia è il 22mo mercato di destinazione dell'export di Pechino che copre l'8,1% dei nostri acquisti ed è il...

Economia3 ore ago

HSBC Australia, stop alle transazioni verso gli exchange...

Tra crisi e prospettive di rilancio, questi mesi sono decisivi per il futuro del settore fintech. Con le loro ultime...

Cronaca3 ore ago

Giubileo 2025, il Dicastero per l’Evangelizzazione sceglie...

Il brand di trasporto passeggeri ha ideato un’offerta di sharing mobility, guidata dall’etica della sostenibilità, per soddisfare le esigenze di...

Tecnologia3 ore ago

Apple Maps arriva sul web: guida alle nuove funzionalità

Apple ha annunciato che nei prossimi mesi verranno introdotte ulteriori funzionalità, come "Guardati intorno" Apple Mappe è disponibile sul web....

Cronaca3 ore ago

Sesso, allarme malattie: impennata di Hiv, sifilide,...

Infettivologo Gori: "Infezioni in grandissimo aumento in Italia" A lanciare un monito, a inizio giugno, era stato proprio il Centro...

Esteri3 ore ago

Israele, Harris condanna le proteste pro-Gaza: “Gesti...

La vice presidente Usa ringrazia Biden e promette battaglia: "È lotta per libertà fondamentali". Si riduce il vantaggio di Trump...

Cronaca3 ore ago

“Trascurare l’Italia a Bruxelles può...

“Guardare al mondo come esso è e non come vorremmo che fosse. Adottando il parametro dell’interesse nazionale”. Questo il senso...

Cronaca4 ore ago

Sanità, Marino (Unindustria): “Dl liste attesa primo...

Il vicepresidente sezione Sanità: "Fiduciosi che il ministro Schillaci non perderà l'occasione per risultato epocale" "Accogliamo con favore e fiducia...

Spettacolo4 ore ago

Musica, standing ovation per l’Accademia Santa Sofia...

Standing ovation ieri sera per l’Accademia di Santa Sofia all'Anfiteatro romano di El Jem in Tunisia. La compagine orchestrale, ospite...

Lavoro4 ore ago

Milano, ieri a San Siro festa aziendale di Deloitte con...

Dopo una serie di concerti che hanno visto esibirsi tra gli altri anche Taylor Swift, Vasco Rossi, Zucchero e Travis...

Economia4 ore ago

Trump contro le auto elettriche e Musk lo appoggia: cosa ha...

Per il miliardario il taglio agli incentivi che il candidato repubblicano alla Casa Bianca vorrebbe applicare sarebbe irrilevante Mentre i...