Connect with us

Spettacolo

Morta a 92 anni Anouk Aimée, attrice de ‘La Dolce...

Published

on

Morta a 92 anni Anouk Aimée, attrice de ‘La Dolce Vita’

Ha incantato il pubblico con la sua eleganza, il suo fascino e le sue interpretazioni indimenticabili

Anouk Aimée - (Fotogramma)

E' morta a 92 anni Anouk Aimée, leggendaria attrice francese e icona della Nouvelle Vague. Ha incantato il pubblico con la sua eleganza, il suo fascino e le sue interpretazioni indimenticabili tra cui 'La Dolce Vita' di Federico Fellini (1960). Nata a Parigi il 27 aprile 1932, Aimée ha iniziato la sua carriera da giovanissima e ha vinto nel 1980 il Prix d'interprétation féminine al Festival di Cannes per il film 'Salto nel vuoto' di Marco Bellocchio. Nel 2002 le è stato conferito il Premio César onorario e nel 2003 l'Orso d'oro alla carriera al Festival di Berlino.

Al suo capezzale, come è stato reso noto tramite i social, c'era la figlia Manuela Papatakis, nata dal matrimonio con il regista e sceneggiatore Nikos Papatakis.

Gli esordi, Fellini, la Francia e l'Italia

Nata come Françoise Sorya Dreyfus, figlia di Henri Dreyfus, attore francese di origine ebraica, e dell'attrice Geneviève Sorya, studiò danza e recitazione presso l'istituto parigino dell'Opéra Marseilles, con il suo debutto cinematografico che avvenne a soli 15 anni con il regista regista Henri Calef che la volle per interpretare "Tragico incontro" (1947). Il suo aspetto fragile colpì André Cayatte che la scelse per "Gli amanti di Verona" (1949), rivisitazione della storia di Giulietta e Romeo. Grazie a questo film Aimée venne notata dal produttore inglese Joseph Arthur Rank che le affidò la parte della ragazza francese di "La salamandra d'oro" (1950) di Ronald Neame. Dopo due film diretti da Alexandre Astruc, "La tenda scarlatta" (1953) e "Les mauvaises rencontres" (1955), recitò in "Montparnasse" (1957), diretto da Jacques Becker, il ruolo di Jeanne Hébuterne, musa e amante del pittore Amedeo Modigliani (Gérard Philipe), morta suicida dopo la scomparsa dell'artista livornese.

Il suo viso intenso dai tratti irregolari e l'eleganza del corpo sottile colpirono anche Federico Fellini, che la diresse in "La dolce vita" (1960), affidandole il personaggio dell'ereditiera Maddalena, vecchia amica di Marcello Rubini (Marcello Mastroianni), segretamente innamorata di lui. In uno dei dialoghi più celebri tra i due personaggi, a Maddalena che dice "Vorrei vivere in una città nuova e non incontrare più nessuno", Marcello replicava: "A me invece Roma piace moltissimo: è una specie di giungla, tiepida, tranquilla, dove ci si può nascondere bene". Per il personaggio di Maddalena, Anouk Aimée battè la concorrenza di Silvana Mangano e Edwige Feuillère. E il senso di questo personaggio tormentato è racchiuso in questa battuta: "Io non riesco neanche a reggermi in piedi. Ci vorrebbe una carica vitale che io non ho per girare a testa alta. Quando faccio l'amore... ecco sì, nell'amore c'è questa tensione. Solo l'amore mi dà questa forza". A proposito del film, l'attrice francese disse: "Con Fellini ho perso parecchi ritegni. Forse farei anche le piroette se mi chiedesse di farle".

In seguito Anouk Aiméè lavorò prevalentemente con registi francesi come Jacques Demy, che la volle per il suo film d'esordio "Lola, donna di vita" (1961) nella parte di una cantante di cabaret, e con cineasti italiani come Vittorio De Sica che la diresse in "Il giudizio universale" (1961) e nuovamente Federico Fellini che, dopo "La dolce vita" la scelse per interpretare in "8 ¹/₂" (1963) la moglie borghese stanca dell'infedeltà e delle incertezze del marito regista (Marcello Mastroianni). Sempre in Italia è stata diretta da Pasquale Festa Campanile in "Le voci bianche" (1964), "Le stagioni del nostro amore" (1965) di Florestano Vancini (1965), "Il morbidone" (1965) di Massimo Franciosa (1965).

Il successo internazionale con 'Un uomo, una donna'

Il grande successo internazionale per Aimée arrivò con "Un uomo, una donna" (1966) del regista Claude Lelouch che le affidò il ruolo della protagonista Anne Gauthier divisa tra l'amore per un pilota di rally (Jean-Louis Trintignant) e il ricordo sempre vivo del marito scomparso. Per questa interpretazione ottenne il Golden Globe per la migliore attrice in un film drammatico e una nomination all'Oscar. Il film che la rese celebre nel mondo le aprì nuove porte, recitando con registi importanti come George Cukor, per il quale fu una seduttrice "Rapporto a quattro" (1969), e Sidney Lumet che la volle nel cast di "La virtù sdraiata" (1969).

Al tempo stesso consolidò un sodalizio con Lelouch, che ne fece la protagonista di "Vivere per vivere" (1967) e "Chissà se lo farei ancora" (1976). Dopo "Viva la vita" (1984), nel 1986 accettò l'offerta del regista di recitare in "Un uomo, una donna oggi", seguito del film che le aveva dato la notorietà mondiale vent'anni. Di nuovo Lelouch l'ha voluta in "Uomini & donne - Istruzioni per l'uso" (1996), "Una per tutte" (1999), "Ces amours-là" (2010) e in "I migliori anni della nostra vita" (2019), di fatto il suo ultimo film da interprete.

Bellocchio, Bertolucci e Altman con 'Pret-a-porter'

Dopo aver diradato le sue apparizioni per circa un decennio, all'inizio degli anni Ottanta l'attrice francese tornò a lavorare Italia con Marco Bellocchio in "Salto nel vuoto" (1980), affresco di nevrosi domestiche in cui è Marta, legata da un insano rapporto di tipo coniugale al fratello Mauro (Michel Piccoli): per questo ruolo vinse il Prix d'interprétation féminine al Festival di Cannes.

Nel 1981 Bernardo Bertolucci la diresse in "La tragedia di un uomo ridicolo", nel ruolo della moglie del protagonista (Ugo Tognazzi). E' stato il regista statunitense Robert Altman a offrire alla grande attrice francese uno dei suoi ultimi ruoli importanti in "Prêt-à-porter" (1994), affidandole la parte della stilista Simone Lowenthal che, dopo essere stata derubata dal figlio (Rupert Everett) decide di far sfilare le sue modelle prive di abiti nella scena finale del film. All'Aimée simbolo della Nouvelle Vague, Agnès Varda affidò un ruolo in "Cento e una notte" (1995). Successivamente le sue apparizioni cinematografiche si sono fatte sempre più rare.

I quattro matrimoni, l'unica figlia

Anouk Aimée è stata sposata quattro volte con altrettanti registi: dopo un brevissimo matrimonio con Edouard Zimmermann, tra il febbraio 1949 e l'ottobre 1950, si risposò con Nikos Papatakis (1951-1955), da cui è nata la sua unica figlia. Il terzo matrimonio con Pierre Barouh durò solo tre anni, tra il 1966 e il 1969, mentre il quarto con Albert Finney otto anni, dal 1970 al 1978. (di Paolo Martini)

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Spettacolo

Musica, standing ovation per l’Accademia Santa Sofia...

Published

on

Musica, standing ovation per l'Accademia Santa Sofia a El Jem in Tunisia

Standing ovation ieri sera per l’Accademia di Santa Sofia all'Anfiteatro romano di El Jem in Tunisia.

La compagine orchestrale, ospite del Festival International de Musique Symphonique d'El Jem, ha ottenuto gli applausi e l’attenzione del pubblico, oltre mille spettatori che hanno ascoltato in rigoroso silenzio un programma interamente dedicato all'Opera italiana.

Il concerto è stato promosso dal Comitato Nazionale Italiano Musica (Cidim) nell’ambito di 'Suono Italiano', progetto volto a promuovere il talento musicale italiano all'estero che in Tunisia si è avvalso della collaborazione dell'Istituto italiano di Cultura di Tunisi, oltre che del contributo del Ministero della Cultura. Soddisfazione è stata espressa dall'Ambasciatore d'Italia a Tunisi, Alessandro Prunas: "L'Accademia di Santa Sofia ci ha deliziati con un bellissimo concerto, inserendosi perfettamente nella programmazione del Festival, quest'anno ricca d'Italia".

Sulla stessa linea il Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Tunisi, Fabio Ruggirello, che ha aggiunto: "L'anfiteatro di El Jem è una location straordinaria, che nel suo Dna contiene una buona dose d'Italia. Siamo stati felici e onorati di aver dato vita a una così bella serata". "Il rapporto tra Accademia di Santa Sofia e il Cidim si è dimostrato ancora una volta vincente. Ringraziamo l'Istituto di Cultura e l’Ambasciata per questa nuova collaborazione, certamente un punto di inizio per lo sviluppo delle relazioni musicali in nord Africa", ha concluso Francescantonio Pollice, Vicepresidente del Cidim e Presidente di Aiam (Associazione Italiana Attività Musicali).

Continue Reading

Spettacolo

Fiction Stromboli, Ammirati (Rai Fiction): “Azienda...

Published

on

La dirigente Rai parla all'Adnkronos dopo le polemiche sulla decisione della messa in onda: "Siamo da sempre vicini alla popolazione, l'isola va raccontata nella sua positività e deve uscire la cono d'ombra"

Fiction Stromboli, Ammirati (Rai Fiction):

"La Rai ha spostato la messa in onda della fiction 'Sempre al tuo fianco' ben due volte, nell’autunno scorso perché il momento non era maturo, e poi in primavera. Ora che l'estraneità della Rai è stata certificata è giusto mandare in onda un lavoro importante, che renderà giustizia a un’isola che ha bisogno di uscire da un cono d'ombra e tornare alla sua luce". A parlare, intervistata dall'Adnkronos, è la direttrice di Rai Fiction Maria Pia Ammirati che, dopo le polemiche, spiega per la prima volta i motivi della decisione dell'azienda di mandare in onda, dal 15 settembre prossimo, la fiction prodotta per Rai 'Sempre al tuo fianco' diretta da Marco Pontecorvo che parla del lavoro della Protezione Civile ed è ambientata a Stromboli. Il programma è al centro di una bufera mediatica da quando, durante le riprese nel maggio 2022, si sviluppò un incendio mentre la produzione si trovava a Stromboli per girare una puntata dedicata all'attività degli operatori, che distrusse circa metà della vegetazione dell’isola di Stromboli.

Sulla vicenda c'è un processo in corso, e lo scorso aprile la procura di Barcellona Pozzo di Gotto ha notificato la chiusura delle indagini preliminari a carico di quattro persone e due società, non includendo la Rai tra gli indagati. Ciononostante, l'annuncio della messa in onda ai palinsesti Rai del 19 luglio ha scatenato una bufera mediatica: una parte consistente degli abitanti di Stromboli e diversi esponenti politici, tra cui il presidente della Sicilia Renato Schifani e la senatrice di Italia Viva Dafne Musolino, si oppongono fermamente alla messa in onda, mentre il ministro per la Protezione Civile Nello Musumeci si è detto molto favorevole.

"La Rai è andata a Stromboli ad aprile, ha incontrato gli abitanti in un’assemblea molto animata in cui ha espresso la sua vicinanza alla popolazione ribadendo che l'azienda era estranea alla produzione esecutiva, e in qualche modo ha anche subìto il danno tanto che ha dovuto rivalersi sul produttore", spiega la Ammirati all'Adnkronos. "Ma dato che la popolazione aveva espresso una non serenità, abbiamo rimandato nuovamente la messa in onda, e questo è accaduto per ben due volte", scandisce la direttrice di Rai Fiction.

La Rai in quell'occasione "si è resa disponibile con la popolazione con la promessa di bloccare la messa in onda fino a che non fosse intervenuta una pronuncia che dichiarasse l'azienda estranea ai fatti", spiega la Ammirati. Che ricorda: "La cosa incredibile è che mentre tornavamo dal traghetto che ci riportava via da Stromboli è uscita la sentenza del giudice che ha emesso gli avvisi di garanzia, ed è stato finalmente provato che la Rai era estranea".

"Sappiamo che è stato un fatto molto doloroso, pensiamo che sia stata una cosa grave ma che tutti i momenti di crisi vanno superati con la ragionevolezza e con gli strumenti che abbiamo, cioè appellarci alla giustizia - tiene a precisare la dirigente Rai- Al risarcimento ci si arriverà, ma nel frattempo la Rai ha scelto di narrare in maniera positiva il territorio, come succede per tutte le nostre fiction. Accade con il commissario Montalbano per la Sicilia, con Lolita Lobosco per Bari, Mina Settembre per Napoli, solo per citarne alcuni".

E' necessario, conclude la Ammirati, "che l'azienda dia attenzione massima ad un’isola che è importante, come tanti luoghi d’Italia che la Rai ha narrato e che vogliamo far vedere a tutti gli italiani. L’isola non deve entrare nella cronaca nera, deve essere quella di Rossellini, della bellezza dei percorsi che vengono a fare da tutto il mondo, del mare, della magia del buio serale. Si deve spostare la luce sulla positività di quel luogo e smetterla di renderla negativa".

(di Ilaria Floris)

Continue Reading

Spettacolo

David Parenzo smentisce chiusura ‘La Zanzara’:...

Published

on

Il giornalista con l'Adnkronos chiarisce il suo post su X: "Il mio 'forse' era per scaramanzia, andremo in onda con importanti novità"

David Parenzo  - (Fotogramma)

La Zanzara chiude i battenti? "Ma quando mai, abbiamo già rinnovato tutto, anzi ci saranno anche delle importanti novità che non possiamo comunicare''. Così David Parenzo all'Adnkronos chiarisce il suo annuncio di ieri su X in cui sembrava voler dire con un 'forse' che lo storico programma condotto da lui e Giuseppe Cruciani, in onda su Radio 24, ''chiude i battenti - aveva scritto il giornalista - ultima puntata, poi si torna (forse) a settembre".

'La Zanzara' quindi andrà in onda ma ''per scaramanzia - spiega ancora Parenzo - dico sempre 'forse', non si sa mai cosa può succedere domani, mi piace scherzare. Non solo andrà in onda - ribadisce - ma ci saranno nuovi prodotti che non posso rivelare'', conclude. (di Alisa Toaff)

Continue Reading

Ultime notizie

Sport38 minuti ago

Parigi 2024, attesa per la cerimonia inaugurale: numeri e...

Pronta a scendere in campo la folta delegazione italiana, di cui però non fa parte Jennik Sinner In attesa della...

Sport51 minuti ago

Atp Kitzbuhel, Berrettini in semifinale: De Alboran ko in...

Si ferma invece ai quarti di finale la corsa di Lorenzo Sonego sulla terra rossa croata di Umag Matteo Berrettini...

Politica1 ora ago

Referendum, ora le firme si raccolgono anche online: al via...

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che ne prevede l'attivazione. il Nordio: "Innovazione cruciale a supporto della democrazia" Da oggi...

Esteri1 ora ago

Usa, Trump: “Biden fatto fuori con golpe interno ai...

Per il Tycoon "Obama, Pelosi e qualche altro l'hanno costretto ad uscire dalla corsa". Con Harris si riduce il vantaggio...

Economia2 ore ago

Webuild, da inizio anno nuovi ordini a 7,5 miliardi, oltre...

Da inizio anno Webuild ha acquisito 7,5 miliardi di nuovi ordini, già oltre il 65% degli ordini attesi per l’intero...

Economia2 ore ago

Italia-Cina, nel 2024 interscambio in calo: aumentano...

Quest'anno l'Italia è il 22mo mercato di destinazione dell'export di Pechino che copre l'8,1% dei nostri acquisti ed è il...

Economia2 ore ago

HSBC Australia, stop alle transazioni verso gli exchange...

Tra crisi e prospettive di rilancio, questi mesi sono decisivi per il futuro del settore fintech. Con le loro ultime...

Cronaca2 ore ago

Giubileo 2025, il Dicastero per l’Evangelizzazione sceglie...

Il brand di trasporto passeggeri ha ideato un’offerta di sharing mobility, guidata dall’etica della sostenibilità, per soddisfare le esigenze di...

Tecnologia3 ore ago

Apple Maps arriva sul web: guida alle nuove funzionalità

Apple ha annunciato che nei prossimi mesi verranno introdotte ulteriori funzionalità, come "Guardati intorno" Apple Mappe è disponibile sul web....

Cronaca3 ore ago

Sesso, allarme malattie: impennata di Hiv, sifilide,...

Infettivologo Gori: "Infezioni in grandissimo aumento in Italia" A lanciare un monito, a inizio giugno, era stato proprio il Centro...

Esteri3 ore ago

Israele, Harris condanna le proteste pro-Gaza: “Gesti...

La vice presidente Usa ringrazia Biden e promette battaglia: "È lotta per libertà fondamentali". Si riduce il vantaggio di Trump...

Cronaca3 ore ago

“Trascurare l’Italia a Bruxelles può...

“Guardare al mondo come esso è e non come vorremmo che fosse. Adottando il parametro dell’interesse nazionale”. Questo il senso...

Cronaca3 ore ago

Sanità, Marino (Unindustria): “Dl liste attesa primo...

Il vicepresidente sezione Sanità: "Fiduciosi che il ministro Schillaci non perderà l'occasione per risultato epocale" "Accogliamo con favore e fiducia...

Spettacolo3 ore ago

Musica, standing ovation per l’Accademia Santa Sofia...

Standing ovation ieri sera per l’Accademia di Santa Sofia all'Anfiteatro romano di El Jem in Tunisia. La compagine orchestrale, ospite...

Lavoro3 ore ago

Milano, ieri a San Siro festa aziendale di Deloitte con...

Dopo una serie di concerti che hanno visto esibirsi tra gli altri anche Taylor Swift, Vasco Rossi, Zucchero e Travis...

Economia3 ore ago

Trump contro le auto elettriche e Musk lo appoggia: cosa ha...

Per il miliardario il taglio agli incentivi che il candidato repubblicano alla Casa Bianca vorrebbe applicare sarebbe irrilevante Mentre i...

Lavoro3 ore ago

Nasce la ‘Tornanza’, progetto per gli expat che...

Un libro, un podcast, un festival ma anche un hub e un’academy: il progetto di Antonio Prota e Flavio Albano...

Esteri3 ore ago

Vance e ‘la gattara’ Harris, la reazione di...

Continua a far discutere la presa di posizione contro le donne senza figli del potenziale prossimo vicepresidente degli Stati Uniti...

Tecnologia3 ore ago

Poste: l’Assistente Digitale da cinque anni al servizio dei...

Ha intercettato circa 80 milioni richieste. Con l’ausilio dell’intelligenza artificiale, oggi supporta l’assistenza clienti su tutti servizi del Gruppo Poste...

Economia3 ore ago

Presentata a Piacenza Hydrogen Expo 2024

Manifestazione in programma dall’11 al 13 settembre E' stata presentata oggi nella Sala conferenze di Confindustria Piacenza la 3ª edizione...